Messaggio di Arecibo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il messaggio di Arecibo

Il messaggio di Arecibo è un messaggio radio trasmesso nello spazio dal Radiotelescopio di Arecibo, in Porto Rico, il 16 novembre 1974. È stato indirizzato verso l'ammasso globulare di Ercole M13, a 25 000 anni luce di distanza.

Il messaggio è composto da 1679 cifre binarie, numero appositamente scelto in quanto prodotto di due numeri primi (23 e 73). In questo modo, presupponendo che chiunque lo riceva decida di ordinarlo in un quadrilatero, potrà farlo soltanto ordinandolo in 23 righe e 73 colonne o 73 righe e 23 colonne. L'informazione così sistemata nella prima disposizione (23 righe, 73 colonne) produce un disegno senza senso, ma nel secondo modo (73 righe, 23 colonne) forma un'immagine nella quale si possono riconoscere delle informazioni (crittogramma di Drake).

Leggendo da sinistra a destra e dall'alto al basso, mostra le seguenti informazioni:[1]

  • i numeri da uno (1) a dieci (10);
  • i numeri atomici degli elementi idrogeno, carbonio, azoto, ossigeno e fosforo;
  • la formula degli zuccheri e basi dei nucleotidi dell'acido desossiribonucleico (DNA);
  • il numero dei nucleotidi nel DNA;
  • una rappresentazione grafica della doppia elica del DNA;
  • una rappresentazione grafica di un uomo e le dimensioni (altezza fisica) di un uomo medio;
  • la popolazione della Terra;
  • una rappresentazione grafica del sistema solare;
  • una rappresentazione grafica del radiotelescopio di Arecibo e le dimensioni dell'antenna trasmittente.

Siccome il messaggio impiegherà 25 000 anni per raggiungere la sua destinazione (oltre a ulteriori 25 000 anni per una eventuale risposta) il messaggio di Arecibo è più una dimostrazione delle conquiste tecnologiche raggiunte dal genere umano che un reale tentativo di tenere una conversazione con una razza aliena.

Il messaggio è stato ideato dal Dr. Frank Drake (all'epoca docente alla Cornell University e creatore della famosa equazione di Drake) con l'aiuto tra gli altri di Carl Sagan.
L'efficacia di questo messaggio è stata molto dibattuta.

Spiegazionemodifica | modifica sorgente

Numerimodifica | modifica sorgente

Arecibo message part 1.png

Leggendo da sinistra a destra, i numeri da 1 a 10 appaiono in formato binario. Essendo la colonna composta da soli tre elementi, i numeri 8, 9 e 10 sono rappresentati su due colonne.
Gli elementi più in basso (presenti nella quarta riga del messaggio) indicano l'inizio del numero.

0 0 0 1 1 1 1 00 00 00
0 1 1 0 0 1 1 00 00 10
1 0 1 0 1 0 1 01 11 01
X X X X X X X X  X  X  <- indicatori di inizio dei numeri

Elementi DNAmodifica | modifica sorgente

Arecibo message part 2.png

I numeri 1, 6, 7, 8 e 15 (questa volta rappresentati in colonne da quattro cifre più una come indicatore di inizio numero) rappresentano rispettivamente l'idrogeno (H), il carbonio (C), l'azoto (N), l'ossigeno (O) e il fosforo (P), ovvero gli elementi costitutivi del DNA.

Nucleotidimodifica | modifica sorgente

Arecibo message part 3.png

Questa parte del messaggio descrive le molecole che compongono il DNA specificandone il numero degli elementi seguendo l'ordine presentato nella parte precedente (il primo numero indica il numero di elementi nella prima posizione, ossia l'idrogeno, il secondo numero indica in numero di atomi di carbonio e così via...).

Deossiribosio (C5OH7), Adenina (C5H4N5), Timina (C5H5N2O5), Deossiribosio (C5OH7).

Fosfato (PO4), Fosfato (PO4 )

Deossiribosio (C5OH7), Citosina (C5H5N3O), Guanina (C5H4N5O), Deossiribosio (C5OH7)

Fosfato (PO4), Fosfato (PO4)

Doppia elicamodifica | modifica sorgente

Arecibo message part 4.png

In questa parte del messaggio viene rappresentata visivamente la struttura a doppia elica del DNA, mentre la barra centrale indica il numero di nucleotidi (il numero rappresentato è 4,2 miliardi, anche se le coppie di basi nel genoma umano sono stimate essere 3,2 miliardi).

Umanitàmodifica | modifica sorgente

Arecibo message part 5.png

L'elemento centrale rappresenta un uomo, mentre il numero 14 (scritto orizzontalmente a sinistra) moltiplicato per la lunghezza d'onda del messaggio (126 mm) dà 1 764 mm, l'altezza media di un essere umano. L'elemento a destra è il numero 4 292 853 750 codificato in 32 bit (FFDFBFF6 in esadecimale) e rappresenta il numero della popolazione mondiale nel 1974. È possibile ipotizzare che nel caso una eventuale ricezione del messaggio da parte di una civiltà avanzata avvenisse, tale simbolo sarebbe quello di più difficile interpretazione (sicuramente il più curioso) per gli ipotetici alieni.

Sistema solaremodifica | modifica sorgente

Arecibo message part 6.png

In questa parte viene rappresentato il sistema solare, mostrando da sinistra a destra il Sole, Mercurio, Venere, la Terra (mostrata traslata in alto per indicare da quale pianeta è stato mandato il messaggio), Marte, Giove, Saturno, Urano, Nettuno e Plutone.

Oltre alla posizione, il disegno fornisce un'indicazione non in scala delle dimensioni dei pianeti.

Telescopiomodifica | modifica sorgente

Arecibo message part 7.png

Quest'ultima parte rappresenta il radiotelescopio di Arecibo. Il numero 2 430 sottostante invece (rappresentato orizzontalmente, l'indice di inizio numero è il bit in basso a destra del gruppo centrale) moltiplicato per la lunghezza d'onda rappresenta il diametro del radiotelescopio, ossia 304,18 m.

Il messaggiomodifica | modifica sorgente

00000010101010000000000
00101000001010000000100
10001000100010010110010
10101010101010100100100
00000000000000000000000
00000000000011000000000
00000000001101000000000
00000000001101000000000
00000000010101000000000
00000000011111000000000
00000000000000000000000
11000011100011000011000
10000000000000110010000
11010001100011000011010
11111011111011111011111
00000000000000000000000
00010000000000000000010
00000000000000000000000
00001000000000000000001
11111000000000000011111
00000000000000000000000
11000011000011100011000
10000000100000000010000
11010000110001110011010
11111011111011111011111
00000000000000000000000
00010000001100000000010
00000000001100000000000
00001000001100000000001
11111000001100000011111
00000000001100000000000
00100000000100000000100
00010000001100000001000
00001100001100000010000
00000011000100001100000
00000000001100110000000
00000011000100001100000
00001100001100000010000
00010000001000000001000
00100000001100000000100
01000000001100000000100
01000000000100000001000
00100000001000000010000
00010000000000001100000
00001100000000110000000
00100011101011000000000
00100000001000000000000
00100000111110000000000
00100001011101001011011
00000010011100100111111
10111000011100000110111
00000000010100000111011
00100000010100000111111
00100000010100000110000
00100000110110000000000
00000000000000000000000
00111000001000000000000
00111010100010101010101
00111000000000101010100
00000000000000101000000
00000000111110000000000
00000011111111100000000
00001110000000111000000
00011000000000001100000
00110100000000010110000
01100110000000110011000
01000101000001010001000
01000100100010010001000
00000100010100010000000
00000100001000010000000
00000100000000010000000
00000001001010000000000
01111001111101001111000

La "risposta" al messaggiomodifica | modifica sorgente

Il 19 agosto del 2001 apparve in una campagna nei pressi del radio-telescopio di Chilbolton nell'Hampshire, nel Regno Unito, un disegno creato con il taglio di piante di grano che ricordava vagamente il messaggio di Arecibo e che venne interpretato come una possibile risposta di una civiltà extraterrestre al messaggio. Naturalmente il caso non è mai stato preso in seria considerazione dalla comunità scientifica che accetta comunemente l'idea che i cerchi nel grano siano mere costruzioni umane create a fine goliardico.

Interpretazione della rispostamodifica | modifica sorgente

Rappresentazione a colori della risposta

Stando alla stessa chiave di lettura del messaggio di Arecibo, la "risposta" può essere interpretata così:

  • Sono rappresentati i numeri da 1 a 10, esattamente come nel messaggio originale.
  • Il DNA della civiltà aliena che avrebbe mandato il messaggio sarebbe composto di: idrogeno (1), carbonio (6), azoto (7), ossigeno (8), silicio (14) e fosforo (15).
  • Gli "alieni" avrebbero un DNA composto dagli stessi nucleotidi del nostro, dal momento che la rappresentazione dei nucleotidi è identica a quella del messaggio di Arecibo.
  • La quarta riga rappresenta una doppia elica, identica a quella del messaggio originale, benché il suo pattern faccia pensare ad un'elica più frastagliata su un lato. Il numero di nucleotidi presente in esso sarebbe di 8,3 miliardi, all'incirca il doppio dei 4,2 del messaggio.
  • Gli alieni del messaggio sarebbero, stando al pittogramma che sostituisce quello dell'uomo, molto simili agli alieni grigi cari all'ufologia e alle teorie del complotto. Inoltre, avrebbero anch'essi un'altezza media di 1,764 m e una popolazione planetaria di 4 292 853 750 esemplari, quindi in comune con gli esseri umani.
  • La penultima riga dovrebbe rappresentare il sistema stellare di provenienza di questa civiltà. Poiché nel messaggio di Arecibo le dimensioni dei pianeti non furono rappresentate in scala, è difficile dare una descrizione di questo sistema, che comunque si può supporre sia composto, in quest'ordine, da:
    • Una stella di dimensioni inferiori a quelle del Sole.
    • Quattro pianeti tellurici, o comunque pianeti di piccole dimensioni.
    • Un corpo celeste di natura non identificata, forse una stazione spaziale di dimensioni colossali.
    • Due pianeti gassosi di dimensioni grossomodo simili a quelle di Urano e Nettuno.
    • Altri due pianeti tellurici.

Il fatto che, di questo sistema, siano tre gli oggetti rappresentati in posizione rialzata (il terzo e il quarto dei pianeti tellurici e l'oggetto non identificato), potrebbe far pensare che questa razza aliena avrebbe colonizzato tutti e tre questi corpi celesti.

  • Nell'ultima parte del messaggio sarebbe rappresentato l'oggetto con il quale il messaggio sarebbe stato mandato: le sue dimensioni sarebbero le stesse del radiotelescopio di Arecibo, ma la sua natura non ricorda niente di appartenente alla tecnologia umana, o comunque niente di simile ad un radiotelescopio.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ (EN) It's the 25th anniversary of Earth's first (and only) attempt to phone E.T. in Cornell News, Cornell Chronicle, Cornell University, 12 novembre 1999. URL consultato il 6 marzo 2013.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Vita extraterrestre Soviet Union-1967-Stamp-0.16. Satellite of Extraterrestrial Civilization.jpg
Eventi e oggetti: ALH 84001Meteorite MurchinsonSorgente radio SHGb02+14aMeteorite ShergottySegnale Wow!
Sistema solare: EuropaMarteTitanoEncelado
Corpi extrasolari: Simili alla TerraGliese 581 cGliese 581 dGliese 581 eGliese 581 g
Comunicazione: Allen Telescope ArrayRadiotelescopio di AreciboSonda di BracewellMissione spaziale DarwinLincosMessaggio di AreciboPlacca dei PioneerProgetto CiclopiProgetto OzmaProgetto PhoenixSERENDIPSETISETI@homeSETI attivoComunicazione interstellare
Voci correlate: Abitabilità planetariaAcqua liquida extraterrestreBiochimiche ipoteticheBiofirmaEsobiologiaEsoecologiaNoogenesiPedomicrobiumProtezione planetariaScala di San MarinoUltima legge di ShermerSilencium universiZona abitabile
Teorie: Pluralità dei mondiEquazione di DrakeParadosso di FermiGrande FiltroScala di KardašëvPrincipio di mediocritàNeocatastrofismoPanspermiaIpotesi della rarità della TerraQuoziente di senzienzaIpotesi dello zoo
Missioni: Mars Sample ReturnMars Astrobiology Explorer-CacherEuropa Jupiter System Mission
Stub astronomia.png Questo box:     vedi · disc. · mod.








Creative Commons License