Michel Preud'homme

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michel Preud'homme
Michel Preud'homme.JPG
Dati biografici
Nazionalità Belgio Belgio
Altezza 182 cm
Peso 84 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Squadra Club Bruges Club Bruges
Ritirato 1999 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1977-1986 Standard Liegi Standard Liegi 240 (-?)
1986-1994 Mechelen Mechelen 263 (-?)
1994-1999 Benfica Benfica 146 (-?)
Nazionale
1979-1995 Belgio Belgio 58 (-?)
Carriera da allenatore
2006-2008 Standard Liegi Standard Liegi
2008-2010 Gent Gent
2010-2011 Twente Twente
2011-2013 Al-Shabab Al-Shabab
2013- Club Bruges Club Bruges
Palmarès
UEFA European Cup.svg  Europei di calcio
Argento Italia 1980
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Michel Preud'homme (Ougrée, 24 gennaio 1959) è un allenatore di calcio ed ex calciatore belga, di ruolo portiere. Dal 20 settembre 2013 allena il Club Brugge.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Giocatoremodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Ha giocato un totale di 650 partite tra prima divisione belga e portoghese riuscendo a vincere una Coppa delle Coppe e una Supercoppa europea con il Malines. Ha partecipato a due edizioni della Coppa del Mondo (Italia'90 e USA'94) collezionando 59 presenze con la maglia della propria nazionale. Ha inoltre vinto 3 titoli belgi e una Coppa di Portogallo.

È diventato noto ai tifosi italiani per la richiesta fatta alla FIFA e al Comitato Organizzatore, alla vigilia dei Mondiali di Italia '90, di poter giocare le partite pomeridiane della sua rappresentativa nazionale, indossando occhiali da sole per proteggere gli occhi. Tale richiesta, in un primo momento presa in considerazione dagli organismi competenti, venne poi rifiutata. È inoltre popolare per la splendida prova offerta in casa del Milan nella stagione 1989-1990, partita valida per i quarti di finale di Coppa dei Campioni poi vinta dai Rossoneri.

Nel 1984 fu squalificato 6 mesi dalla Federcalcio belga a causa di un caso di illecito sportivo relativo al Campionato 1981-1982.

Nazionalemodifica | modifica sorgente

Ai mondiali svoltisi negli USA ha ottenuto il Premio Yashin come migliore portiere della competizione, e nello stesso anno, è stato definito il migliore portiere al mondo; tutt'oggi è ancora considerato uno dei più grandi portieri di tutti i tempi.

Allenatoremodifica | modifica sorgente

Nel 2001-2002 ha debuttato in panchina allenando la squadra dove aveva cominciato a giocare, lo Standard Liegi. Nel 2006 è tornato a ricoprire l'incarico e nel 2007-2008 l'ha condotto alla vittoria del titolo belga dopo 25 anni. Dal 2008 al 2010 ha allenato il K.A.A. Gent, per passare ad allenare dal 24 maggio 2010 il Twente, fresco campione d'Olanda. Dopo aver perso la Supercoppa d'Olanda contro l'Ajax, si rifà vincendo l'8 maggio 2011 la Coppa d'Olanda proprio contro i lancieri per 3-2 in rimonta dopo i tempi supplementari.
Il 13 giugno si dimette da allenatore del Twente per trasferirsi alla squadra saudita dell'Al Shabab della capitale Riyad.[1]

Il 20 settembre diventa il nuovo allenatore del Club Brugge.

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Giocatoremodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Competizioni nazionalimodifica | modifica sorgente
Standard Liegi: 1981-1982, 1982-1983
Mechelen: 1988-1989
Benfica: 1995-1996
Competizioni internazionalimodifica | modifica sorgente
Mechelen: 1987-1988
Mechelen: 1988

Individualemodifica | modifica sorgente

1987, 1989
Stati Uniti 1994

Allenatoremodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Standard Liegi: 2007-2008
Twente: 2010
Twente: 2011

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ UFFICIALE: Twente, Preud'homme lascia, 13 giugno 2011.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 198016850








Creative Commons License