Michele Ciliberto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Michele Ciliberto (Napoli, 16 luglio 1945) è un docente e storico della filosofia italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Nato a Napoli nel 1945, ha studiato alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Firenze ed è stato allievo di Eugenio Garin, con cui si è laureato nel 1968 discutendo una tesi sulla fortuna di Niccolò Machiavelli. Dopo la laurea ha lavorato per alcuni anni come borsista presso il Lessico Intellettuale Europeo, diretto da Tullio Gregory, per il quale ha preparato il Lessico di Giordano Bruno. Divenuto nel 1971 assistente alla Cattedra di Storia della Filosofia della Facoltà di Lettere dell’Università di Firenze, ha insegnato a vario titolo prima nella stessa Università, poi in quelle di Trieste e, dal 1993, di Pisa, dove ha diretto, dal 1996 al 2002, il Dipartimento di Filosofia. Dal 2002 è ordinario presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, dove è titolare della cattedra di Storia della filosofia moderna e contemporanea. Presso la Scuola dirige il Centro di Filosofia. Dal 1996 è Presidente dell’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento. È socio dell’Accademia Nazionale dei Lincei.

Dal 1998 è Presidente di IRIS – Associazione di Biblioteche Storico-Artistiche e Umanistiche di Firenze. È stato Presidente dei Comitati Nazionali per le Celebrazioni di Giordano Bruno, Marsilio Ficino, Benedetto Varchi e Giovanni Della Casa. Attualmente è Presidente del Comitato Nazionale per le Celebrazioni di Lodovico Castelvetro. Ha fatto parte del Consiglio Nazionale per i Beni culturali, ed è inoltre membro del comitato Scientifico della Fondazione Luigi Firpo di Torino, della Scuola Internazionale di Alti Studi "Scienze della Cultura" della Fondazione collegio San Carlo di Modena, e dell’Advisory Committee della “Tatti Renaissance Library” dell’Harvard University.

Dirige, con Cesare Vasoli, la rivista «Rinascimento». Inoltre, fa parte del Comitato Scientifico della «Rivista di storia della filosofia», del «Giornale critico della filosofia italiana», degli «Annali della Scuola Normale Superiore di Pisa, Classe di Lettere», di «Dianoia», di «Studi storici», di «Accademie e biblioteche d’Italia» e di «DigItalia. Rivista del digitale nei beni culturali». Dal 2012 è Preside della Classe di Lettere e Filosofia alla Scuola Normale.[1]

Studimodifica | modifica sorgente

È considerato uno dei massimi esperti di Giordano Bruno, sul quale ha scritto numerosi saggi e del quale ha pubblicato opere sia italiane che latine. Oltre che del Rinascimento, si occupa della storia della filosofia italiana del Novecento.

Principali pubblicazionimodifica | modifica sorgente

  • Il Rinascimento. Storia di un dibattito, Firenze, La Nuova Italia, 1975.
  • Intellettuali e fascismo. Saggio su Delio Cantimori, Bari, De Donato, 1977.
  • Lessico di Giordano Bruno, Roma, Edizioni dell'Ateneo & Bizzarri, 1979, 2 voll.
  • Come lavorava Gramsci. Varianti vichiane, Livorno 1980.
  • Filosofia e politica nel Novecento italiano. Da Labriola a «Società», Bari, De Donato, 1982.
  • La ruota del tempo. Interpretazione di Giordano Bruno, Roma, Editori Riuniti, 1986, 2000.
  • Giordano Bruno, Roma-Bari, Laterza, 1990, 2000.
  • Introduzione a Bruno, Roma-Bari, Laterza, 1996, 2000.
  • Umbra profunda. Studi su Giordano Bruno, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 1999.
  • Figure in chiaroscuro. Filosofia e storiografia nel Novecento, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2001.
  • Il dialogo recitato. Preliminari a una nuova edizione del Bruno volgare, Firenze, Olschki, 2002 (con N. Tirinnanzi).
  • L'occhio di Atteone. Nuovi studi su Giordano Bruno, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2002, 2004.
  • Pensare per contrari. Disincanto e utopia nel Rinascimento, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2005.
  • Giordano Bruno. Il teatro della vita, Milano, Mondadori, 2007, 2008.
  • Biblioteca laica. Il pensiero libero dell'Italia moderna, Roma-Bari, Laterza 2008.
  • La democrazia dispotica, Roma-Bari, Laterza 2010.
  • Eugenio Garin. Un intellettuale nel Novecento, Roma-Bari, Laterza 2011

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ http://normalenews.sns.it/eletti-i-presidi-delle-due-classi-accademiche-della-scuola-normale-ciliberto-per-lettere-ambrosio-per-scienze/.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License