Milano Film Festival

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Milano Film Festival
MilanoFilmFestival.svg
Logo del festival
Luogo Milano
Anni 1996 - oggi
Fondato da Esterni (organizzazione)
Date Inizio settembre
Genere Festival cinematografico
Staff Soci fondatori e presidenti: Lorenzo Castellini e Beniamino Saibene; Direttori creativi: Alessandro Beretta e Vincenzo Rossini

Il Milano Film Festival (noto anche con l'acronimo MFF) è un festival di cinema indipendente che si svolge dal 1996 a Milano[1], nel mese di settembre. Organizzato da esterni, impresa culturale con sede a Milano, il festival si è svolto, dalla sua prima edizione, presso il Piccolo Teatro di Milano, anche se nel corso degli anni sono state coinvolti molti altri luoghi della città lombarda, tra cui il Parco Sempione, l'Acquario Civico[2] e lo Spazio Oberdan[3].

Storiamodifica | modifica sorgente

Il Teatro Strehler, sede principale del MFF

Il Milano Film Festival nasce alla fine degli anni novanta, quando nel 1996 l'organizzazione esterni, dedita alla promozione e alla realizzazione di "eventi di aggregazione e campagne di comunicazione" (tra cui figurano anche il Public Design Festival, il restauro di Cascina Cuccagna e il festival musicale Audiovisiva), prevalentemente realizzati nell'ambito degli spazi pubblici cittadini[4], decide di dar vita ad una rassegna cinematografica dedicata alle realtà emergenti del cinema nazionale ma anche internazionale. Ispirandosi a preesistenti festival minori con sede a Milano (come il Filmmaker festival, attivo in territorio milanese dal 1980), il MFF vuole fin dalle sue origini dare valore al cinema indipendente che dall'inizio degli anni ottanta si era sviluppato nella città lombarda (con registi del calibro di Gabriele Salvatores, Silvio Soldini, Gianluca Fumagalli e Alina Marazzi).

Alle prime edizioni del festival (che inizialmente si chiamava "Cortometraggio") la partecipazione è limitata ad un gruppo di cinefili e amici e le proiezioni sono relative ad un numero esiguo di pellicole indipendenti (tutti cortometraggi), sulle quali poi si svolge un dibattito tra i partecipanti: nei primi anni, quindi, gli unici riconoscimenti assegnati sono il "Premio Aprile" e un "Premio al Miglior Cortometraggio".

Con il passare del tempo, però, il festival ha accresciuto il proprio raggio d'azione e, presentandosi come talent scout di quella parte della produzione mondiale cinematografica che non è legata alle logiche di mercato[5], è finito con il diventare una delle maggiori realtà culturali milanesi. Già a partire dall'edizione del 2000, infatti, sono stati introdotti nuovi riconoscimenti, tra cui il "Premio del Pubblico" ma soprattutto il "Premio al Miglior Lungometraggio", che ha aperto la strada a questa tipologia di pellicole e ad un maggiore e definitivo successo del festival.

Vincitorimodifica | modifica sorgente

Nel corso degli anni, accanto a quelli tradizionali si sono succeduti diversi altri premi, di volta in volta in relazione a tematiche nuove (come il premio "FAI il tuo film!", con la partecipazione del FAI[6], o la più recente sezione "Colpe di Stato", dedicata alle più evidenti contraddizioni della contemporaneità[7]) o con riferimento agli sponsor del momento (è il caso del "Premio A2A Giovani Energie"[8] e del "Premio Vivimilano"). Ciononostante, i riconoscimenti di maggiore importanza sono rimasti il "Premio aprile" e i premi al miglior cortometraggio e lungometraggio.

Premio aprilemodifica | modifica sorgente

Miglior cortometraggiomodifica | modifica sorgente

Miglior lungometraggiomodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Milano film festival su Treccani. URL consultato il 10 luglio 2013.
  2. ^ Milano film festival su Domusweb.it. URL consultato il 10 luglio 2013.
  3. ^ Le proiezioni del Milano film festival allo spazio Oberdan. URL consultato il 10 luglio 2013.
  4. ^ "Impresa culturale dal 1995" su esterni.org. URL consultato l'11 luglio 2013.
  5. ^ Milano Film Festival sul sito del Ministero dei Beni Culturali. URL consultato l'11 luglio 2013.
  6. ^ I luoghi del cuore d'autore. URL consultato l'11 luglio 2013.
  7. ^ Colpe di stato sul sito del MFF. URL consultato l'11 luglio 2013.
  8. ^ A2A sostiene la XIII edizione di Milano Film Festival. URL consultato l'11 luglio 2013.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License