Motomondiale 1973

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Motomondiale 1973
Edizione n. 25 del Motomondiale
Dati generali
Inizio 22 aprile
Termine 23 settembre
Prove 12 (125), 11 (500, 350 e 250), 8 (sidecar), 7 (50)
La 50 inizia il 13 maggio, i sidecar terminano il 29 luglio
Titoli in palio
Classe 500 Regno Unito Phil Read
su MV Agusta
Classe 350 Italia Giacomo Agostini
su MV Agusta
Classe 250 Germania Dieter Braun
su Yamaha Motor
Classe 125 Svezia Kent Andersson
su Yamaha Motor
Classe 50

Sidecar
Paesi Bassi Jan de Vries
su Kreidler
Germania Klaus Enders / Ralf Engelhardt su BMW
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

La stagione 1973 è stata la venticinquesima del Motomondiale; rispetto alla stagione precedente il numero delle prove diminuì con la sparizione dal calendario del Gran Premio motociclistico della Germania Est.

Il contestomodifica | modifica sorgente

Nessuna modifica regolamentare rilevante venne inserita in quest'anno; vide peraltro la luce una serie di competizioni che avrebbero portato in seguito alla nascita della Formula 750.

Un'altra caratteristica della stagione fu quella che venne, giornalisticamente parlando, resa più importante la classifica delle prove del gran premio, evidenziando maggiormente le pole position ottenute dai vari piloti; questo stesso dato non era sempre stato reso disponibile nelle annate precedenti.

All'inizio della stagione si registrò anche il ritorno, in via ufficiale, della Yamaha al mondo dei gran premi; l'impegno si limitava però alle classi 250 e 500, nelle altre cilindrate le presenze e l'assistenza erano garantite attraverso importatori della casa. Sempre attraverso l'aiuto di importatori avvenne anche un ritorno della Suzuki nella classe maggiore. Probabilmente per ragioni commerciali quelle che fino all'anno precedente correvano sotto le insegne dell'Aermacchi vennero in questa stagione presentate a nome dell'Harley-Davidson, azienda in quel periodo proprietaria del marchio italiano.

La stagione fu segnata dal tragico incidente del GP delle Nazioni a Monza, dove morirono, durante il primo giro della gara delle 250, Jarno Saarinen e Renzo Pasolini: saranno annullate le gare della 500 e dei sidecar, e il circuito brianzolo non vedrà più il Mondiale fino al 1981. Causa principale dell'incidente fu una perdita d'olio dalla Benelli 350 di Walter Villa lungo tutto il circuito, non ripulita. Ma questa causa, individuata giornalisticamente per il fatto che la Benelli di Villa nella 350 negli ultimi giri aveva espulso eccesso di vapori di olio dallo sfiato non fu provata e comunque non può assolutamente attribuire responsabilità allo stesso Villa, che nella 250 prese il via con la sua Yamaha e fu coinvolto nel tragico incidente al punto che inizialmente si temette persino che anch'egli avesse perso la vita. Suffragata invece da rilievi tecnici effettuati da verifiche sulle moto è invece l'ipotesi che la causa sia stata un grippaggio della HD di Pasolini. In conseguenza di questo la moto ed il pilota scivolarono verso l'esterno rimbalzando sulle balle di paglia e rientrando sulla traiettoria. Saarinen fu colpito sul casco dalla moto di Pasolini ed il riminese fu investito dagli altri piloti coinvolti, tra cui Villa, Kanaya ed altri.

Il "Curvone" di Monza sarà teatro di altre tre morti a luglio, durante una gara del Campionato Italiano Juniores.

Nella classe regina si interruppe il dominio settennale di Giacomo Agostini e il titolo fu del suo compagno di squadra alla MV Agusta, Phil Read; il campione di Lovere riuscirà invece a guadagnare il sesto titolo consecutivo in 350, il suo tredicesimo in totale, davanti a Teuvo Länsivuori, amico di Saarinen.

Nella 250, scombussolata dagli eventi di Monza, nella quale erano periti i primi due classificati della stagione precedente, vittoria per il tedesco Dieter Braun su Yamaha, davanti a Länsivuori.

Nell'ottavo di litro il titolo fu di Kent Andersson su Yamaha mentre la Kreidler dominò la 50, vincendo il titolo con Jan de Vries (secondo campionato per l'olandese); nei sidecar Klaus Enders, vincendo 7 delle 8 gare del campionato, ottenne la certezza matematica della vittoria già in Olanda.

Il calendariomodifica | modifica sorgente

Data
Resoconto
Gran Premio
(Circuito)
Vincitori
classe 50 classe 125 classe 250 classe 350 classe 500 sidecar
22 aprile
Resoconto
Francia GP di Francia
(Paul Ricard)
Svezia Kent Andersson Finlandia Jarno Saarinen Italia Giacomo Agostini Finlandia Jarno Saarinen Germania Klaus Enders
Germania Ralf Engelhardt
6 maggio
Resoconto
Austria GP d'Austria
(Salisburgo)
Svezia Kent Andersson Finlandia Jarno Saarinen Ungheria János Drapál Finlandia Jarno Saarinen Germania Klaus Enders
Germania Ralf Engelhardt
13 maggio
Resoconto
Germania GP della Germania Ovest
(Hockenheimring)
Paesi Bassi Theo Timmer Svezia Kent Andersson Finlandia Jarno Saarinen Finlandia Teuvo Länsivuori Regno Unito Phil Read Germania Klaus Enders
Germania Ralf Engelhardt
20 maggio
Resoconto
Italia GP delle Nazioni
(Monza)
Paesi Bassi Jan de Vries Svezia Kent Andersson Gara interrotta Italia Giacomo Agostini Gara annullata Gara annullata
6 giugno[1]
Resoconto
Isola di Man Tourist Trophy
(Mountain Circuit)
Regno Unito Tommy Robb Regno Unito Charlie Williams Regno Unito Tony Rutter Australia Jack Findlay Germania Klaus Enders
Germania Ralf Engelhardt
17 giugno
Resoconto
Jugoslavia GP di Jugoslavia
(Abbazia)
Paesi Bassi Jan de Vries Svezia Kent Andersson Germania Dieter Braun Ungheria János Drapál Nuova Zelanda Kim Newcombe
23 giugno
Resoconto
Paesi Bassi GP d'Olanda
(Assen)
Svizzera Bruno Kneubühler Italia Eugenio Lazzarini Germania Dieter Braun Italia Giacomo Agostini Regno Unito Phil Read Germania Klaus Enders
Germania Ralf Engelhardt
1º luglio
Resoconto
Belgio GP del Belgio
(Spa)
Paesi Bassi Jan de Vries Paesi Bassi Jos Schurgers Finlandia Teuvo Länsivuori Italia Giacomo Agostini Germania Klaus Enders
Germania Ralf Engelhardt
15 luglio
Resoconto
Cecoslovacchia GP di Cecoslovacchia
(Brno)
Italia Otello Buscherini Germania Dieter Braun Finlandia Teuvo Länsivuori Italia Giacomo Agostini Germania Klaus Enders
Germania Ralf Engelhardt
21 luglio[2]
Resoconto
Svezia GP di Svezia
(Anderstorp)
Paesi Bassi Jan de Vries Svezia Börje Jansson Germania Dieter Braun Finlandia Teuvo Länsivuori Regno Unito Phil Read
29 luglio
Resoconto
Finlandia GP di Finlandia
(Imatra)
Italia Otello Buscherini Finlandia Teuvo Länsivuori Italia Giacomo Agostini Italia Giacomo Agostini Finlandia Kalevi Rahko
Finlandia Kari Laatikainen
22 settembre[3]
Resoconto
Spagna GP di Spagna
(Jarama)
Paesi Bassi Jan de Vries Regno Unito Chas Mortimer Australia John Dodds Brasile Eduardo "Adu" Celso-Santos Regno Unito Phil Read

Sistema di punteggio e legendamodifica | modifica sorgente

Pos. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11>
Punti 15 12 10 8 6 5 4 3 2 1 0

Le classimodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Risultati del motomondiale 1973.

Classe 500modifica | modifica sorgente

La MV Agusta tricilindrica

Nella 500, dominata inizialmente dalle Yamaha OW20 quattro cilindri due tempi di Jarno Saarinen e Kanaya, al termine della stagione la vittoria andò a Phil Read in sella alla MV Agusta, con secondo il neozelandese Kim Newcombe (morto in agosto durante il GP di Gran Bretagna non iridato, a Silverstone) sulla König 2 tempi); solo terzo Giacomo Agostini sulla seconda MV Agusta tre cilindri.

La prova del Gran Premio motociclistico delle Nazioni che era prevista dal calendario venne annullata prima della partenza in seguito al grave incidente occorso durante la gara della classe 250.

Sulle 11 prove restanti le vittorie furono distribuite tra l'iridato Read (4 successi), Agostini (3), Saarinen (2) e, una ciascuna a Jack Findlay e Kim Newcombe.

Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
1 Regno Unito Phil Read MV Agusta 2 Rit 1 AN 1 2 2 1 2 1 84 (108)[4]
2 Nuova Zelanda Kim Newcombe König 5 3 Rit AN 1 2 4 Rit 3 4 63 (69)[4]
3 Italia Giacomo Agostini MV Agusta Rit Rit Rit AN Rit 1 1 2 1 57
4 Svizzera Werner Giger Yamaha Rit 6 2 AN 5 6 Rit Rit 5 7 3 44 (48)[4]
5 Australia Jack Findlay Suzuki 10 Rit Rit AN 1 Rit 5 3 5 Rit Rit Rit 38
Pos. Pilota Moto Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 350modifica | modifica sorgente

La 350 era stata subito prevista su 11 prove, con esclusione del Gran Premio motociclistico del Belgio, e vide l'affermazione, per la sesta volta consecutiva, di Giacomo Agostini su MV Agusta che conquista il suo 13º titolo mondiale, precedendo la Yamaha di Teuvo Länsivuori e la MV Agusta del compagno di squadra Phil Read.

Nella 350 va segnalato anche il primo GP vinto da un brasiliano, Eduardo "Adu" Celso-Santos che si impose nel Gran Premio motociclistico di Spagna; durante la stagione le vittorie sono state peraltro più distribuite rispetto alle altre categorie: 4 furono quelle ottenute da Agostini, 3 quelle di Länsivuori, 2 quelle dell'ungherese János Drapál (solo nono nella classifica generale) e una di Tony Rutter (in occasione del Tourist Trophy).

Classifica piloti (prime 4 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
1 Italia Giacomo Agostini MV Agusta 1 Rit Rit 1 1 NE 2 2 1 84
2 Finlandia Teuvo Länsivuori Yamaha 3 3 1 2 - - 3 NE 1 1 Rit INF 77 (87)[4]
3 Regno Unito Phil Read MV Agusta 2 Rit Rit Rit 2 NE 3 3 2 56
4 Australia John Dodds Yamaha - - Rit 4 3 4 NE 6 4 3 Rit 49
Pos. Pilota Moto Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 250modifica | modifica sorgente

Dopo che le prime tre prove del calendario furono vinte da Jarno Saarinen e dopo l'annullamento del Gran Premio motociclistico delle Nazioni in cui anche il finlandese perse la vita (Saarinen risultò ancora al quarto posto della classifica generale al termine dell'anno), fu il tedesco Dieter Braun, anch'egli su Yamaha, ad ottenere la vittoria in 4 delle restanti 7 prove, ottenendo il titolo iridato nella quarto di litro. Fu questo il suo secondo titolo mondiale dopo quello ottenuto nel motomondiale 1970 in classe 125.

Alle sue spalle arrivarono altri piloti equipaggiati con Yamaha, Teuvo Länsivuori (ancora una volta secondo come in 350) e John Dodds.

Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
1 Germania Dieter Braun Yamaha - - 4 AN - 1 1 - 1 1 2 - 80
2 Finlandia Teuvo Länsivuori Yamaha 5 4 3 AN - - Rit 1 3 Rit 1 INF 64
3 Australia John Dodds Yamaha 13 5 Rit AN - 7 3 2 6 - 3 1 58 (62)[4]
4 Finlandia Jarno Saarinen Yamaha 1 1 1 45
5 Francia Michel Rougerie Harley-Davidson 4 - - AN - - 2 4 2 Rit - 6 45
Pos. Pilota Moto Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 125modifica | modifica sorgente

Nella ottavo di litro, la lotta tra i compagni di marca alla Yamaha Kent Andersson e Chas Mortimer si risolse a favore dello svedese. Tra i protagonisti della classe vi furono anche l'olandese Jos Schurgers (su una moto artigianale con motore di origine Bridgestone), Eugenio Lazzarini (con l'artigianale Piovaticci motorizzata Maico) e Otello Buscherini (la cui Malanca altro non era se non una Suzuki aggiornata). Angel Nieto, in sella quest'anno alla Morbidelli e iridato in carica, fu invece protagonista di una stagione anonima e giunse solo al settimo posto.

Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
1 Svezia Kent Andersson Yamaha 1 1 1 1 1 Rit 2 2 99
2 Regno Unito Chas Mortimer Yamaha - - Rit Rit 2 3 3 2 3 5 1 75
3 Paesi Bassi Jos Schurgers Bridgestone - - 3 2 3 11 1 3 9 4 6 70 (72)[4]
4 Svezia Börje Jansson Maico 2 2 6 Rit - 12 - - 1 3 3 64
5 Italia Eugenio Lazzarini Piovaticci 4 5 Rit 3 4 1 Rit 7 8 Rit 4 59 (62)[4]
Pos. Pilota Moto Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 50modifica | modifica sorgente

Ad eccezione di Theo Timmer che era alla guida di una Jamathi e si classificò al terzo posto finale, le prime 11 posizioni in classifica generale furono di piloti in sella a Kreidler con il titolo ottenuto da Jan de Vries davanti a Bruno Kneubühler; il primo dei due ottenne anche 5 vittorie sulle solo 7 prove in calendario, lasciandone solamente una a testa ai due piloti che lo seguirono in classifica.

Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
1 Paesi Bassi Jan de Vries Kreidler NE NE Rit 1 NE 1 Rit 1 NE 1 NE 1 60 (75)[4]
2 Svizzera Bruno Kneubühler Kreidler NE NE Rit 2 NE Rit 1 2 NE 2 NE 2 51 (63)[4]
3 Paesi Bassi Theo Timmer Jamathi NE NE 1 4 NE - 2 3 NE 3 NE 5 47 (61)[4]
4 Germania Gerhard Thurow Kreidler NE NE Rit 3 NE - 3 5 NE 4 NE 4 36 (42)[4]
5 Paesi Bassi Henk van Kessel Kreidler NE NE 2 Rit NE - Rit - NE 6 NE 3 27
Pos. Pilota Moto Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe sidecarmodifica | modifica sorgente

Come già accaduto l'anno precedente il titolo fu dell'equipaggio Klaus Enders/Ralf Engelhardt che ottenne anche la vittoria in tutte le prove in cui prese la partenza.

L'ultima prova che era in programma, il Gran Premio motociclistico di Finlandia è stato boicottato dalla maggior parte dei piloti: quasi tutti i sidecaristi non si presentarono a Imatra, a causa dello scarso ingaggio offerto dagli organizzatori del GP, e la prova si è trasformata quasi in una gara nazionale finlandese con solo 7 equipaggi al via e 6 al traguardo.

Classifica equipaggi (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
1 Germania Klaus Enders/Ralf Engelhardt Busch-BMW 1 1 1 AN 1 NE 1 1 1 NE NE 75 (105)[4]
2 Germania Werner Schwärzel/ Karl-Heinz Kleis König 3 5 2 AN - NE 3 Rit 3 NE NE 48
3 Germania Siegfried Schazu/Wolfgang Kalauch BMW - 6 - AN 2 NE 4 4 2 NE NE 45
4 Belgio Michel Vanneste/Serge Vanneste BMW 6 3 3 AN 4 NE 5 Rit - NE NE 39
5 Regno Unito Jeff Gawley/Peter Sales-Kenny Birch[5] König 2 2 Rit AN Rit NE - 2 - NE NE 36
Pos. Pilota Moto Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Le gare si svolsero anche l'8 giugno
  2. ^ Le gare si svolsero anche il 22 luglio
  3. ^ Le gare si svolsero anche il 23 settembre
  4. ^ a b c d e f g h i j k l Tra parentesi i punti ottenuti prima degli scarti come da regolamento
  5. ^ Sales fu passeggero in Francia, Germania Ovest, Austria e al TT; Birch in Olanda e Belgio.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License