Natale Massara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Natale Massara
Natale Massara (il secondo da sinistra, con gli occhiali, al sassofono) nella formazione de I Ribelli con Adriano Celentano
Natale Massara (il secondo da sinistra, con gli occhiali, al sassofono) nella formazione de I Ribelli con Adriano Celentano
Nazionalità Italia Italia
Genere Pop
Strumento sassofono
Etichetta Clan

Natale Massara, talvolta accreditato come Natale Befanino[1] (Oleggio, 23 dicembre 1942), è un sassofonista, arrangiatore di musica leggera italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Si diploma in clarinetto al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano.

Ha esordito nel mondo della musica leggera come sassofonista nel gruppo musicale de i Ribelli, entrando poi con il gruppo nello staff della casa discografica Clan di Adriano Celentano.

È conosciuto per la sua attività di compositore di colonne sonore ed ha diretto l'orchestra in diverse edizioni del Festival di Sanremo.

Ha collaborato con numerosi artisti fra cui Lucio Battisti, Equipe 84, Mia Martini, Milva, Donatella Rettore, Milena Cantù, Mina.

Tra le sue canzoni più note; Comunque, scritta per Gino Santercole, Come mio padre per Paula e La volpe per Ico Cerutti.

Partecipazioni a festivalmodifica | modifica sorgente

Festival di Sanremo
Eurovision Song Contest

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Singolo di Milena Cantù: Danny Boy / Eh!, già... (lasciami entrare), Clan ACC 24008; Milena Cantù esegue il brano sul lato B, mentre il lato A è cantato da Natale Massara accreditato come Natale Befanino.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), Dizionario della canzone italiana, editore Armando Curcio (1990); alla voce Massara, Natale di Enzo Giannelli, pag. 703







Creative Commons License