Nelson Cenci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nelson Cenci (Rimini, 21 febbraio 1919Cologne, 3 settembre 2012) è stato uno scrittore italiano.

Ha partecipato alla guerra d'occupazione in Montenegro con la "Julia".

Nel 1942 parte per la campagna di Russia con la Tridentina, dove viene decorato con medaglia d'argento al Valor Militare sul campo come comandante di plotone della 55ª compagnia "Vestone".

Terminata la guerra si laurea in Medicina e Chirurgia specializzandosi in otorinolaringoiatra e ottenendo la libera docenza. Fu primario ospedaliero a Varese e docente.

Ha pubblicato molti libri sulla sua esperienza nella naja alpina e sulla guerra.

È scomparso la mattina del 3 settembre 2012 all'età di 93 anni a Cologne dove viveva da anni.[1][2]

Citato più volte ne Il sergente nella neve di Mario Rigoni Stern, ha raccontato la sua esperienza in romanzi e poesie.

Opere principalimodifica | modifica sorgente

  • Ritorno, introduzione di Mario Rigoni Stern, Milano, Rizzoli, 1981
  • Le stagioni lontane, Milano, Cavallotti, 1984
  • I grandi silenzi, Milano, Dall'Oglio, 1985
  • Il passato che torna, Milano, Mursia, 2002
  • Quando scende la sera, Milano, Mursia, 2004
  • Non sei solo, Milano, Mursia, 2005
  • Ritorno: la drammatica esperienza degli alpini sul fronte russo, Milano, Mursia, 2008 ISBN 9788842536550

Onorificenzemodifica | modifica sorgente

Medaglia d'argento al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'argento al valor militare

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ www.ana.it
  2. ^ Bresciaoggi.it - dalla home







Creative Commons License