Niccolò Barbieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Niccolò Barbieri

Niccolò Barbieri (Vercelli, 1576Modena, 1641) è stato un attore teatrale italiano. Rappresentante della Commedia dell'Arte, entrò a far parte, nel 1600, della Compagnia de'Gelosi, con la quale recitò a Parigi fino al 1604.

Tornò in Italia, dapprima coi Fedeli, poi coi Confidenti. Coi Fedeli si spostò di nuovo a Parigi dal 1623 al 1625 e ricevette grandissimi onori dal re di Francia Luigi XIII. Poco sappiamo della sua attività a Napoli e Roma.

Il personaggio di Barbieri era un vecchio saccente, con arguti motti. Fu anche commediografo e dal suo L'inavvertito trasse ispirazione anche Molière.

Operemodifica | modifica sorgente

  • Trattato sopra l'arte (1627)
  • Discorso familiare intorno alle moderne commedie o Supplica (1628). Difesa della sua professione contro i pregiudizi a lui contemporanei.







Creative Commons License