Nicola Chiricallo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nicola Chiricallo
Chiricallo.jpg
Dati biografici
Nazionalità bandiera Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Carriera
Giovanili
Bari Bari
Squadre di club1
1951-1953 Bari Bari 29 (5)
1953-1954 Trani Trani 20 (0)
1954-1956 Romulea Romulea  ? (14+)[1]
1956-1959 Lazio Lazio 12 (3)
1959-1960 Ozo Mantova Ozo Mantova 32 (0)
1960-1962 Taranto Taranto 56 (6)
1965-1967 Liberty Bari Liberty Bari  ? (?)
1967-1969 Matera Matera 39 (0)
Carriera da allenatore
1969-1972 Matera Matera
1972-1973 Salernitana Salernitana
1973-1974 Juve Stabia Juve Stabia
1974-1976 Lecce Lecce
1976-1977 Brindisi Brindisi
1977-1978 Benevento Benevento
1978-1979 Turris Turris
1979-1980 Benevento Benevento
1980-1981 Nocerina Nocerina
1981-1983 Matera Matera
1983 Rende Rende
1984-1985 Reggina Reggina
1989-1990 Monopoli Monopoli
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Nicola Chiricallo (Bari, 2 dicembre 1933Bari, 6 marzo 2004) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Nicola Chiricallo

Calciatoremodifica | modifica sorgente

Cresce nelle giovanili del Bari dove esordisce giovanissimo in Serie C. Passa poi al Trani (dove gioca con il fratello Giovanni) e alla Romulea. Viene quindi acquistato dalla Lazio dove resta per tre stagioni da rincalzo, disputando 12 partite in Serie A e andando a segno in 3 occasioni. Fa il suo esordio in massima serie il 28 ottobre 1956 in Lazio-Atalanta 2-2.

Nel 1959 viene ceduto in Serie B all'Ozo Mantova di mister Fabbri (32 presenze totali nella serie cadetta). Gioca quindi col Taranto ed il Matera, dove finito di giocare intraprende la carriera da allenatore[2].

Allenatoremodifica | modifica sorgente

In carriera ha allenato, fra le altre, anche Matera, Salernitana, Brindisi, Lecce, Benevento, Turris, Juve Stabia, Reggina e Monopoli.

Viene a mancare il 6 marzo 2004, all'età di 70 anni, colto da un infarto durante una partita amichevole che stava disputando al campo Di Cagno Abbrescia di Bari[3].

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ I marcatori, «Corriere dello Sport», 11 maggio 1955, p. 5
  2. ^ Profilo su Materacalciostory.it
  3. ^ La Lazio piange Chiricallo lazio.net

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License