Nucleolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Microfotografia di un nucleo e di un nucleolo

Il nucleolo è una regione del nucleo cellulare responsabile della sintesi dell'RNA ribosomiale (rRNA). Questa regione non è un organulo interno al nucleo, bensì una regione particolarmente densa di materiale genetico e proteico, che risulta quindi molto evidente morfologicamente, sia in microscopia ottica che elettronica. Si tratta di una struttura in parte fibrillare e in parte granulare presente in una o più copie nel nucleo della maggior parte delle cellule eucariotiche superiori, specialmente quelle che presentano una attiva sintesi proteica. Al microscopio ottico appare come un granulo rotondeggiante, non delimitato da una membrana e circondato da uno strato di cromatina condensata. È costituito da tratti di DNA che codificano per l'RNA ribosomiale, da filamenti di rRNA nascenti e da proteine. Il nucleolo è presente durante le fasi G1, S e G2 del ciclo cellulare e scompare durante la mitosi, momento in cui la cellula interrompe la sintesi proteica e non necessita quindi di ribosomi. Ricompare poi quando la cellula ha completato la divisione cellulare e riprende la sua attività di sintesi.

Probabilmente il nucleolo interviene anche in altre importanti attività cellulari: ad esempio sembra avere un ruolo centrale nel trasferimento dell'RNA messaggero (mRNA) dal nucleo al citoplasma.

Il nucleolo, come gli organuli cellulari, è tenuto insieme da una struttura proteica chiamata matrice nucleare che costituisce una delle tre componenti del nucleoscheletro. La matrice nucleare è una fitta rete proteica costituita principalmente da lamine (proteine che costituiscono la cosiddetta lamina nucleare). Nelle cellule eucariotiche sono state identificate tre tipi di lamìne: le lamìne A, B e C. Tra queste sembra che la B sia essenziale per lo sviluppo in quanto topi privi del gene che la codifica muoiono prima della nascita. La funzione di tali apparati proteici per lo più strutturali è ancora incerta, ma è possibile che questi possano contribuire alla distribuzione "ordinata" della cromatina, durante l'interfase, che si organizza sotto forma di domini, e garantire importanti siti di attacco degli enzimi coinvolti nella reazione di trascrizione e quindi nella sintesi proteica.

Inoltre il nucleolo è organizzato intorno a 10 geni particolari chiamati liporganizzatori nucleolari che forniscono all'organulo le sue strutture e funzioni specifiche.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Nuvola apps katomic.svg Cellula
Organuli e strutture cellulari
Apparato del GolgiApparato mitoticoCentrioloCigliaCitoplasmaCitosolCloroplastoCitoscheletroFlagelloLeucoplastoLisosomaMembrana cellulareMitocondrioMembrana nucleareNucleoNucleoloParete cellularePeriplasmaPerossisomaReticolo endoplasmatico
Processi cellulari
ApoptosiCiclo cellulareDivisione cellulareEndocitosiEsocitosiTranscitosiFagocitosiEmperipolesiInterfaseMeiosiMitosiNecrosiPinocitosiRespirazione cellulareTrasporto di membrana (Trasporto attivoTrasporto passivo)
Metabolismo delle macromolecole
FoldingReplicazione del DNARiparazione del DNASintesi proteicaTrascrizione







Creative Commons License