Olaus Petri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Questa voce è parte della serie
Lutherrose.svg
Luteranesimo

Olaus Petri fuori della chiesa Storkyrkan, Stoccolma

Olaus Petri, forma latinizzata di Olof Persson, talvolta Petersson (Örebro, 6 gennaio 1493Stoccolma, 19 aprile 1552), è stato un religioso svedese.

Nato in una famiglia di fabbri e maggiormente conosciuto con la forma latina del suo nome, Olaus Petri era un pastore e scrittore che diede un grande contributo alla riforma protestante in Svezia. Suo fratello Laurentius Petri divenne il primo arcivescovo evangelico di Svezia. Olaus e Laurentius sono commemorati dalla Chiesa Evangelica Luterana d'America il 19 aprile.

Formazionemodifica | modifica sorgente

Gli studi di Olaus iniziarono presso l'Università di Uppsala per proseguire poi a Lipsia e infine a Wittenberg dove ebbe l'occasione di frequentare Filippo Melantone e Martin Lutero.[1]

Tornando in Svezia con il fratello nel 1519 rischio di morire nel naufragio sua nave che trovo riparo nell'isola di Gotland dove entrambi i fratelli si fermarono per un periodo. Olaus venne nominato segretario e decano del vescovo Mattias Gregersson nel 1520.

Olaus andò a Stoccolma con il vescovo durante i fatti atroci del 1520 la così detta notte del Bagno di sangue di Stoccolma, dove dopo l'uccisione del suo vescovo decapitato e bruciato lui riusci a salvarsi grazie ad un conoscente tedesco, assieme a lui si spacciò per tedesco ed ebbe salva la vita.[1]

Periodo di vicinanza con il remodifica | modifica sorgente

Olaus accompagnò il vescovo a Stoccolma nel 1523 per l'incoronazione di Gustav Vasa ed avendo conosciuto il monarca ottenne di trasferirsi l'anno seguente a Stoccolma per lavorare nella segreteria.

Nell'ottobre del 1524 lui e il fratello furono scomunicati dal vescovo di Uppsala per eresia.[1] La fortuna fu che il re appoggiava le nuove idee che Olaus diffondeva. Così Olaus l'anno seguente prese moglie divenendo il primo sacerdote sposato della chiesa svedese.[1]

Nel 1531 il re dichiarare la Svezia luterana soprattutto per gli insegnamenti ricevuti dai fratelli Petri.

Petri nel 1539 raggiunge il suo massimo nella carriera ecclesiastica ma qui inizia il suo declino, alcune sue idee erano in contrasto con quelle del sovrano ed infine su accusato di tradimento perché saputo il piano di una congiura contro il re in una confessione non lo aveva rivelato al suo monarca, ed in più le sue convinzioni su una chiesa svedese autonoma dal potere del sovrano lo misero in una cattiva luce ed il tribunale il 2 gennaio 1540 col benestare del fratello Laurentius lo condanno a morte. Dopo molte negoziazioni delle cariche più influenti del paese tutti amici di Olaus la pena venne tramutata in pecuniaria. Da questo momento Olaus non si occuperà più di politica attiva ma farà carriera di pedagogo nelle scuole di Stoccolma e dal 1543 sarà decano della chiesa Storkyrkan di Stoccolma, dove varrà anche sepolto. Dal 1898 fuori della medesima chiesa si erge anche una statua a lui dedicata.

Operemodifica | modifica sorgente

Scrisse molto e contribuì alla prima parte della letteratura svedese. Si occupò anche della traduzione in svedese del nuovo testamento (1526) e prese parte alla stesura della Bibbia che viene ancor oggi ricordata come la Bibbia Vasa (1543). Nel 1531 ha redatto i salmi del signore Then swenska messan per poter spiegare come fare la messa in svedese. Di estrema importanza furono le sue cronache storiche che tentarono di descrivere la storia della Svezia della sua nascita conosciute come Swensk Cröneka considerate un elemento di forte critiche alla politica di Gustav Vasa ne venne proibita la stampa tanto che la prima copia stampata risale al 1818 circa 300 anni dopo che si tramando solo in forma manoscritta per rispettarne il divieto di stampa e divulgazione. Swensk Cröneka è considerato più un testo politico che storico. Ma la sua opera di maggiore importanza futura sarà il Domareregler un sunto di regolamenti e norme che ancor oggi è alla base del diritto svedese e finlandese.

Olaus Petri, Samlade skrifter [Gesammelte Schriften], 4 Bde. Uppsala 1914-1917

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b c d Documento originale p.581, Nordisk familjebok

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Carl F. Hallencreutz, Sven-Ola Lindeberg (Hrsg.): Olaus Petri - den mångsidige svenske reformatorn: nio föredrag om Olaus Petri. Svenska Kyrkohist. Föreningen, Uppsala, 1994 (in svedese)
  • Robert Stupperich: „Reformatorenlexikon“. Verlag Max Mohn, Gütersloh 1984, ISBN 3-579-00123-X (in tedesco)
  • Otfried Czaika, David Chytraeus und die Universität Rostock in ihren Beziehungen zum schwedischen Reich, Helsinki 2002 (in tedesco)

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 44323232 LCCN: n90700674








Creative Commons License