One fall match

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con l'espressione One fall match si indica, nel mondo del wrestling, quella tipologia di incontri che hanno fine non appena uno dei contendenti viene schienato, cede (tap out) ad una presa di sottomissione, viene squalificato o contato fuori dal ring per più di 10 secondi.

Intuitivamente, il termine "fall" (letteralmente "caduta") può essere associato al concetto di "round" in uso nella boxe: in altre parole, un one fall match non è altro che un match con un unico round. Ai classici one fall match si contrappongono altre tipologie di match, come ad esempio il 2 out of 3 falls match, nel quale per portare a casa la vittoria è necessario avere la meglio in due round su tre. Benché il luogo comune tenda ad equiparare un one fall match con un single match, vi sono evidenti differenze dal punto di vista concettuale: l'espressione "single match" indica infatti che i wrestler impegnati nel match sono solo due, senza nulla aggiungere circa l'effettiva modalità di svolgimento dell'incontro.

Le regolemodifica | modifica sorgente

Prima dell'inizio di ogni match lo speaker annuncia la tipologia dell'incontro: nel caso in questione viene solitamente pronunciata la frase "The following contest is scheduled for one fall" (traducibile con: "Il prossimo match prevede un solo round") ed immediatamente dopo avviene la presentazione dei wrestler impegnati nella contesa.

Le regole del classico one fall match sono poche e piuttosto semplici:

  • I lottatori coinvolti nel match non possono usare oggetti contundenti (foreign object), pena la squalifica
  • Durante una mossa di sottomissione, se colui che la subisce riesce ad afferrare le corde, il lottatore che la sta eseguendo deve lasciare immediatamente la presa. Se ciò non accade, l'arbitro esegue un conteggio fino a cinque, entro il quale il lottatore deve lasciare libero l'avversario; se ciò non dovesse verificarsi, l'arbitro è tenuto a squalificare il wrestler
  • I lottatori non possono uscire dal ring; se ciò dovesse accadere, il direttore di gara esegue un conteggio fino a dieci, entro il quale il wrestler deve rientrare sul ring, pena la sconfitta dello stesso per "count out". Se al termine del conteggio di dieci entrambi i contendenti si trovano fuori dal ring allora il match termina senza un vincitore ("double count out")
  • È possibile che nello spazio attorno al ring siano presenti altri wrestler (enforcer) ma l'arbitro ha la facoltà di allontanarli, se lo ritiene opportuno. Tuttavia nessuna delle persone che si trovano a bordo ring può intromettersi in alcun modo nel corso del match. Al verificarsi di un'intromissione, constatata l'effettiva penalizzazione di uno dei contendenti in favore dell'altro, l'arbitro pone fine all'incontro; viene dichiarato vincitore "per squalifica via interferenza" il wrestler che è stato danneggiato dall'intervento scorretto
  • I lottatori non possono tirare pugni, non possono colpire le parti intime dell'avversario e non possono eseguire mosse sfruttando lo corde per un conteggio superiore a cinque. Quando ciò accade, il wrestler riceve un richiamo disciplinare dal direttore di gara; al secondo richiamo scatta inevitabilmente la squalifica

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling







Creative Commons License