Oreste Didonè

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oreste Didonè
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 175 cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 2003 - giocatore
Carriera
Giovanili
Como Como
Squadre di club1
1985-1987 Como Como 4 (0)
1987-1988 Virescit Boccaleone Virescit Boccaleone 31 (6)
1988-1989 Como Como 14 (1)
1989-1990 Ascoli Ascoli 10 (0)
1990 Como Como 3 (0)
1990-1992 Siracusa Siracusa 61 (6)
1992-1993 Alessandria Alessandria 20 (0)
1993-1994 Como Como 7 (0)
1994-1995 Lecco Lecco 31 (2)
1995-1997 Fidenza Fidenza  ? (?)
1997-1998 Sassuolo Sassuolo  ? (?)
1998-2001 Canzese Canzese  ? (?)
2001-2002 600px Viola con banda gialla.png Usmate  ? (?)
2002-2003 600px Verde e Blu.png Virtus Pavullese  ? (?)
Carriera da allenatore
2007-2008 Legnano Legnano (giov.)
2008-2009 Novara Novara (in 2ª)
2010-2011 Novara Novara (giov.)
2011-2012 Pro Patria Pro Patria (in 2ª)
2012-2013 Alessandria Alessandria (in 2ª)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 marzo 2013

Oreste Didonè (Milano, 16 luglio 1967) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Calciatoremodifica | modifica sorgente

Cresciuto nel Como, con cui esordì in Serie A nella stagione 1985-86 (vanta oltre 20 presenze in A con la squadra lariana e l'Ascoli), vide la sua carriera compromessa, alla fine degli anni ottanta, da un infortunio.[1] Iniziò dunque a giocare in C e nelle serie minori, prima di chiudere la sua carriera nel 2003.

Ha fatto parte della Selezione di calcio della Padania.[2]

Allenatoremodifica | modifica sorgente

Da allenatore ha lavorato nel settore giovanile del Legnano, per poi diventare secondo di Egidio Notaristefano sulla panchina del Novara.[3]

Dal 2011 è entrato a far parte dello staff di Giovanni Cusatis, che ha seguito rivestendo il ruolo di vice-allenatore alla Pro Patria[4] e, fino a marzo 2013[5], all'Alessandria[6].

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Sergio Gavardi, Un po' di storia per ricordare: alle radici di Monza-Como, Gazzetta.it, 4 dicembre 2010. URL consultato il 31 maggio 2012.
  2. ^ PADANIA - TIBET, 7 maggio 2008 Padaniacalcio.net
  3. ^ Didonè è l'ombra di Notaristefano, da «La Stampa» di Novara, 6 novembre 2008, p. 81
  4. ^ Cozzolino alla Pro Patria, la allena Cusatis, Laprovinciadicomo.it, 21 luglio 2012. URL consultato il 31 maggio 2012.
  5. ^ Alessandria, esonerato Cusatis, Repubblica.it, 18 marzo 2013. URL consultato il 19 marzo 2013.
  6. ^ Matteo Serra, Grigi, Cusatis e Menegatti suonano la carica, Radiogold.it, 31 maggio 2012. URL consultato il 31 maggio 2012.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio, varie annate. Modena, Panini, 1989-1995.







Creative Commons License