POTS

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

POTS, acronimo di Plain Old Telephone Service (termine inglese che tradotto letteralmente in italiano significa "il normale, vecchio servizio telefonico"), è una tecnologia analogica di telefonia fissa. In particolare è la tecnologia con le prestazioni più esigue, e anche più economica, utilizzata attualmente per implementare la telefonia fissa, è infatti in grado di offrire una sola linea telefonica e, opzionalmente, vari Servizi Telefonici Supplementari.[1][2][3]

POTS è largamente diffuso per l'accesso dell'utente finale alla rete telefonica generale. Essendo la tecnologia con le prestazioni più esigue, POTS è infatti ampiamente diffuso negli ambiti dalle esigenze più modeste, residenziale e SoHo, ambiti che rappresentano una vasta area del mercato d'accesso alla rete telefonica generale.

Origini dell'acronimomodifica | modifica sorgente

POTS nasce come acronimo di Post Office Telephone System e Post Office Telephone Service, termini inglesi che tradotti letteralmente in italiano significano rispettivamente "sistema telefonico dell'ufficio postale" e "servizio telefonico dell'ufficio postale". Originariamente infatti, prima dell'avvento dei commutatori elettronici, in vari paesi del mondo le reti telefoniche pubbliche (che oggi sono tutte collegate tra loro e formano quella che è chiamata "rete telefonica generale") spesso erano gestite dalle poste e con il termine POTS si indicava sia la tecnologia telefonica da loro utilizzata che il servizio telefonico da loro fornito.

Standardmodifica | modifica sorgente

Per la tecnologia POTS sono diffusi vari standard in tutto il mondo anche se la tendenza è all'unificazione. Per quanto riguarda l'Europa, e quindi l'Italia, sono adottati gli standard dell'ETSI, l'organismo ufficialmente responsabile della definizione e dell'emissione di standard nel campo delle telecomunicazioni in Europa, standard spesso comunque utilizzati anche nel resto del mondo.

Servizi Telefonici Supplementarimodifica | modifica sorgente

I Servizi Telefonici Supplementari (STS) implementati per la tecnonologia POTS sono i seguenti:

Nome Sigla Descrizione
Call Forwarding Busy CFB Trasferisce ad un altro numero telefonico le chiamate in arrivo se si è già impegnati con una precedente chiamata
Call Forwarding No Reply CFNR Trasferisce ad un altro numero telefonico le chiamate in arrivo a cui non si risponde
Call Forwarding Unconditional CFU Trasferisce ad un altro numero telefonico tutte le chiamate in arrivo
Calling Line Identification Presentation CLIP Abilita l'invio del proprio numero telefonico all'utente chiamato
Calling Line Identification Restriction CLIR Disabilita l'invio del proprio numero telefonico all'utente chiamato
Call Waiting CW Permette di ricevere una chiamata in arrivo mentre si è già impegnati con una precedente chiamata
Hold Mette la chiamata in attesa eventualmente per rispondere ad una chiamata in arrivo ricevuta con il Call Waiting o per effettuare una chiamata in uscita
Three Party Conference 3PTY Rende attive due diverse chiamate nello stesso momento

Confronto con le nuove tecnologiemodifica | modifica sorgente

La completa digitalizzazione del cosiddetto "ultimo miglio", la tratta della rete telefonica generale che nella telefonia fissa collega l'utente finale alla prima centrale telefonica, e quindi il completamento della digitalizzazione della rete telefonica generale, in tutte le altre tratte già digitalizzata, è rappresentata dalla tecnologia ISDN sviluppata a partire dal 1971 dal CCITT, pubblicato nel 1984 dal medesimo, e introdotto in Italia nella seconda metà dei successivi anni '90 da Telecom Italia.

In ambito residenziale ISDN nella versione base, denominata BRI (acronimo di Basic Rate Interface), ha avuto inizialmente un discreto successo in quanto tale versione mette a disposizione due linee telefoniche quindi permette tra le varie possibilità di accedere ad Internet con una ed averne comunque una seconda libera per ricevere o effettuare telefonate, possibilità molto gradita a chi fa un uso intensivo di Internet.

Con la successiva disponibilità della tecnologia ADSL per l'accesso ad Internet, tecnologia che mette a disposizione una linea di telecomunicazioni dedicata a tale tipo di accesso e soprattutto una velocità di trasmissione dati molto più elevata rispetto a quella che è in grado di offrire un accesso ISDN nella versione BRI, la tecnologia POTS, che, diversamente dalla tecnologia ISDN, mette a disposizione una sola linea telefonica, in ambito residenziale è diventato di nuovo la scelta preferita anche per chi fa un uso intensivo di Internet in quanto in tale ambito una linea telefonica libera per ricevere o effettuare telefonate mentre si è connessi ad Internet normalmente è sufficiente. L'ADSL inoltre permette linee telefoniche in tecnologia VoIP contemporanee all'utilizzo degli altri servizi Internet come ad esempio il World Wide Web, VoIP che anche se ancora giovane rappresenta quindi un'ulteriore alternativa a ISDN in caso si desiderino più linee telefoniche. Di conseguenza attualmente in ambito residenziale ISDN nella maggior parte dei casi è utilizzato da chi non è coperto dall'ADSL, dove infatti è disponibile la tecnologia POTS è quasi sempre disponibile anche ISDN contrariamente invece alla tecnologia ADSL la quale ha una copertura geografica molto più limitata, e due linee telefoniche POTS, necessarie per avere una seconda linea telefonica libera per ricevere o effettuare telefonate mentre si è connessi ad Internet, hanno costi superiori a quelli di una linea telefonica ISDN nella versione BRI.

Lo standard ISDN rimane in ogni caso la scelta migliore in termini di qualità della linea telefonica, né lo standard POTS né il VoIP risultano superiori. Per quanto riguarda il VoIP almeno per ora, essendo infatti una tecnologia ancora molto giovane nei prossimi decenni molto probabilmente sarà in grado di offrire la stessa qualità offerta oggi da ISDN, se non superiore. Il VoIP a livello concettuale infatti rappresenta il futuro della telefonia in quanto la commutazione di pacchetto utilizzata in tale tecnologia permette reti telefoniche più efficienti e, non ultima, l'integrazione della telefonia in reti di computer utilizzate anche per altri servizi.

In ambito aziendale ISDN è invece largamente utilizzato in quanto in tale ambito una sola linea telefonica è nella maggior parte dei casi non sufficiente e, come in ambito residenziale, due linee POTS, in grado di offrire due linee telefoniche come una linea ISDN BRI, hanno costi superiori a quelli di una linea ISDN BRI. Dove sono necessarie poi decine di linee telefoniche, ISDN nella versione più evoluta, denominata PRI (acronimo di Primary Rate Interface), è di nuovo la scelta preferita per la qualità e i costi offerti anche se il VoIP è in continua crescita in ragione dei costi inferiori.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ (EN) POTS Definition, linfo.org, 18 ottobre 2005. URL consultato il 21 maggio 2012.
  2. ^ (EN) Plain Old Telephone Service (POTS), inetdaemon.com. URL consultato il 21 maggio 2012.
  3. ^ (EN) Voice Network Signaling and Control, cisco.com, 4 dicembre 2008. URL consultato il 21 maggio 2012.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente








Creative Commons License