Pallacanestro Livorno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pallacanestro Livorno
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Pallacanestro Livorno.jpg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit body thinwhitesides.png
Kit body basketball.png
Kit shorts whitesidesandhems.png
Kit shorts.svg
Casa
Kit body thinsidesonwhite.png
Kit body basketball.png
Kit shorts blanksidesandhems.png
Kit shorts.svg
Trasferta
Colori sociali 600px Azzurro2.png Bianco e azzurro
Dati societari
Città Livorno
Paese Italia Italia
Confederazione FIBA Europe
Federazione FIP
Campionato Serie D Regionale Toscana
Fondazione 1960
Denominazione Pallacanestro Livorno (1960-presente)
Presidente Italia Umberto Burgalassi
General manager Italia Flavio Burgalassi
Allenatore Italia Federico Marzini
Palazzetto Palacosmelli
(500 posti)
Sito web www.pallacanestrolivorno.it

La Pallacanestro Livorno, nota anche come PL (Pielle) per distinguerla dalla concittadina Libertas, è una storica squadra italiana di pallacanestro.

La storiamodifica | modifica sorgente

Livorno Pallacanestromodifica | modifica sorgente

La Pallacanestro Livorno, colori sociali bianco e azzurro, nasce ufficialmente nel 1960 con l'ausilio della Compagnia Portuali, ma le origini della società possono però essere fatte risalire al 1950 allorquando venne completata la ricostruzione post-bellica del Circolo Ricreativo del Cantiere Navale, con l'immediata creazione della sezione basket.

Grazie ad un gruppo di giocatori usciti dalla Libertas Livorno, nasce la Europa Nuova Pallacanestro Livorno, poi Livorno Pallacanestro, che al suo campionato di esordio, nel 1951 conquista la promozione in terza serie (allora chiamata serie B). Al termine della stagione 1954-55 la Livorno Pallacanestro si laurea campione d'Italia della serie B ed accede al campionato "elette" (la prima serie).

Nel 1959 la Pielle retrocede in seconda serie (serie A) e viene assorbita dalla Libertas.

Pallacanestro Livorno Portualemodifica | modifica sorgente

Nonostante la scomparsa avvenuta nel 1959, un gruppi di irriducibili dirigenti piellini rifonda la squadra con la collaborazione del Centro Sportivo Italiano, ripartendo dalla Promozione. Successivamente l'intera rosa viene trasferita nelle file del Dopolavoro Portuale, intenzionato a rinunciare al campionato di terza serie (serie B). Nel 1960 Alfredo Damiani e la Compagnia Lavoratori Portuali fondano così la Pallacanestro Livorno Portuale, che con molto giocatori del Centro Sportivo Italiano coglie subito la promozione in seconda serie (serie A).

Ha poi alternato partecipazioni in serie A e serie B fino a quando con la riforma dei campionati nel 1965 viene ammessa alla nuova serie B.

Pallacanestro Livornomodifica | modifica sorgente

Dalla stagione 1966-67, la Pielle riprende la denominazione originale di Pallacanestro Livorno.

A cavallo degli anni Settanta scende in serie C, poi nel 1971 arriva Toncelli, il primo vero sponsor, e risale in serie B.

Nel campionato 1977-78 si verifica l'episodio che diede origine alla grande rivalità con la Libertas Livorno: all'ultima giornata di campionato, infatti, la Libertas si fa rimontare dalla Rodrigo Chieti dal 43-19 di fine primo tempo, perdendo 91-77 con un incredibile parziale di 34-72 nel secondo tempo. La Pielle di Piero Pasini, che con la vittoria dei cugini si sarebbe ritrovata in serie A, si ritrova a disputare uno spareggio proprio contro Chieti, poi perso 91-77. Da allora la Libertas sarà etichettata come "squadra di preti venduti a Chieti", dando il via ad una rivalità che caratterizzerà gli anni d'oro del basket cittadino.

La promozione in Serie A2 arriverà con la stagione 1979-80, in concomitanza con il primo tricolore per la società, il titolo Under 21.

Nella stagione 1981-82 debutta Sandro Dell'Agnello, mentre l'anno successivo arriva il tricolore cadetti.

Nel derby di coppa Italia della stagione 1983-84, la Libertas vince dopo 2 tempi supplementari ed il giocatore Jeelani, nell'esultare, lancia un pallone verso i tifosi rivali, colpendo una ragazzina: segue parapiglia con Jeelani che viene alle mani con alcuni tifosi.

Nel 1984-85 arriva finalmente anche il grande salto in serie Serie A1, in concomitanza con il titolo Juniores. Sempre a livello giovanile, nel 1988 vince il campionato Ragazzi, ottenendo il bis nell'anno successivo quando, al termine dei play-out del 1988-89, retrocede in Serie A2. In questa stagione avviene l'esordio in Coppa Korac con una doppia sconfitta contro i cecoslovacchi dello Slovnft Bratislava.

Il 28 giugno 1991 la società si fonde con la Libertas Livorno: nasce la Libertas Pallacanestro Livorno in cui confluisce parte della vecchia dirigenza piellina. La Pielle sparisce così dal basket professionistico.

A.S.D. Pallacanestro Livornomodifica | modifica sorgente

La Pallacanestro Livorno lascia il professionismo ma continua la sua attività iscrivendosi con i giovani al campionato di Promozione e disputando i campionati giovanili: nel 1992 arriva addirittura il titolo nazionale Allievi.

Al termine del campionato 1992-93 arriva la promozione in serie D, poi nel 1993-94 arriva terza, ma con la riforma dei campionati beneficia del ripescaggio in serie C2. Nel 1998 arriva la promozione in C1 ed il ritorno nella pallacanestro si avvicina. Nel campionato di C1 1998/99 la Pielle passa la stagione tra primo e secondo posto e batte in finale Firenze per 2-0. Nella stagione successiva, in B2, vince 21 partite su 26, batte San Marino in finale e si guadagna il ritorno al professionismo con la promozione in B1. Ma i problemi finanziari restano una costante, ed arriva un nuovo fallimento.

Ripartita per l'ennesima volta dalla Promozione, la Pielle (ora A.S.D. Pallacanestro Livorno, A.S.D. Pielle Livorno) conquista la serie D al termine della stagione 2006/07.









Creative Commons License