Parco Emilio Alessandrini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°26′59.49″N 9°13′38.33″E / 45.449858°N 9.227314°E45.449858; 9.227314

Parco Emilio Alessandrini
Alessandrini 021.JPG
Il marmo di Pietro Cascella in memoria di Emilio Alessandrini
Localizzazione
Stato Italia Italia
Indirizzo Milano, zona 4
Informazioni generali
Tipo parco urbano
Superficie 66.500 [1]
Inaugurazione 29 gennaio 1980
Apertura Orari:
  • gen-feb 6:30-20:00
  • mar-apr 6:30-21:00
  • mag 6:30-22:00
  • giu-set 6:30-23:30
  • ott-dic 6:30-20:00
Ingressi *via Monte Cimone
  • via Varsavia
  • via Bonfadini
  • viale Puglie

Il Parco Emilio Alessandrini è un parco di Milano dedicato alla memoria del giudice Emilio Alessandrini, assassinato nel 1979 da Prima Linea, nell'adiacente via Tertulliano.

Il parco si estende su una superficie di 66.500 [2]. All'interno è collocata una scultura marmorea commemorativa, opera di Pietro Cascella[3]. Il parco è situato all'estremità sudorientale di Milano, affacciato su piazzale Vincenzo Cuoco, all'imbocco della via Bonfadini (il cui primo tratto è ora inglobato nel parco stesso).

La flora e le attrezzaturemodifica | modifica sorgente

Gli alberi presenti sono: acero, ailanto, bagolaro, betulla, frassino, noce, olmo, ontano, quercia, robinia, tiglio, oltre a ombrosi gruppi di noci del Caucaso[4].

Nel parco, movimentato da piccoli rilievi artificiali, esistono due aree gioco distinte, una per i bambini fino agli otto anni e un'altra, più impegnativa, per i ragazzini fino ai quindici. Sono presenti tre campi per il gioco delle bocce e due aree riservate ai cani e, cosa poco frequente all'interno di un recinto, uno spazio riservato agli orti urbani, ciascuno dotato d'acqua e attrezzatura di base. Le robuste protezioni interne, in elementi zincati, danno al parco l'aspetto di una successione di recinti in danno della visibilità.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ In origine l'estensione era di 172.000 m², prima della riqualificazione del 2003. Cfr.: sito del Comune di Milano
  2. ^ sito del Comune di Milano
  3. ^ Scheda dell'opera, chieracostui.com. URL consultato il 12 gennaio 2011.
  4. ^ coltivazioniforestali. URL consultato il 15 febbraio 2011.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Liliana Casieri, Lina Lepera, Anna Sanchioni, Itinerari nel verde a Milano, Comune di Milano, settore ecologia, GAV, 1989.
  • AA. VV., Enciclopedia di Milano, Milano, Franco Maria Ricci Editore, 1997.
  • Comune di Milano - Arredo, Decoro Urbano e Verde - Settore Tecnico Arredo Urbano e Verde, 50+ parchi giardini, Comune di Milano / Paysage. ed. 2010/2011

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Una delle grandi aree gioco

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License