Partito Socialista Rivoluzionario Italiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partito Socialista Rivoluzionario Italiano
Leader Andrea Costa
Stato Italia Italia
Fondazione 1881
Dissoluzione 10 settembre 1893
Sede Rimini (FO)
Ideologia Socialismo
Coalizione nessuna
Seggi massimi Camera
1 / 508
(1882)
Testata Avanti!

Il Partito Socialista Rivoluzionario Italiano fu un partito politico italiano fondato a Rimini dall'attivista socialista Andrea Costa nel 1881, con il nome originario di Partito Socialista Rivoluzionario di Romagna.

Lo statuto prevedeva l'accettazione di tutte le scuole del pensiero socialista (anarchici, evoluzionisti, marxisti).

Grazie alla elezione di Costa in Parlamento (1882) il partito accarezzò il sogno di una grande affermazione nazionale e nel 1884 prese a denominarsi Italiano. Andrea Costa al momento dell'elezione in parlamento non tarderà, tramite la "Lettera agli amici di Romagna", a separarsi dagli esponenti anarchici della sua compagine per evitare dissapori, o imputazioni a lui avverse, col governo (allora della sinistra storica con Agostino Depretis nel ruolo di Primo ministro).

Sodale del Partito Operaio Italiano rimase per vari motivi nei confini della Romagna ed ebbe alcuni problemi all'alleanza/unità con la Lega Socialista Milanese di Filippo Turati la quale nell'agosto 1892 a Genova si sciolse nel Partito dei Lavoratori Italiani.

Sconfitto alle elezioni del novembre 1892, confluì l'anno seguente nel Partito Socialista dei Lavoratori Italiani (PSLI), divenuto poi Partito Socialista Italiano (PSI).








Creative Commons License