Pasquale Simone Neri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pasquale Simone Neri (Messina, 15 ottobre 1979Messina, 1º ottobre 2009) è stato un marinaio italiano, sottocapo di prima classe della Marina Militare italiana, morto il 1º ottobre 2009 dopo aver salvato 8 persone travolte dal fango nel corso dell'Alluvione di Messina del 2009.

Monumento alla Medaglia d'Oro al valor civile Pasquale Simone Neri sul lungomare di Barcellona Pozzo di Gotto

Biografiamodifica | modifica sorgente

Nato il 15 ottobre del 1979, è morto durante l'alluvione di Messina nel paese di Giampilieri il 1º ottobre 2009. Sembra sia stato travolto dalla caduta di una parete mentre cercava di salvare un bambino[1] dalla massa di fango dopo aver già messe in salvo altre 8 persone. Secondo unanimi testimonianze si è trattato di puro eroismo.[2]

Onorificenzemodifica | modifica sorgente

Medaglia d'oro al valor civile - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al valor civile
«Durante un disastroso evento alluvionale, libero dal servizio, con generoso slancio volontaristico, esemplare altruismo e cosciente sprezzo del pericolo, si prodigava mettendo in salvo alcune persone, ma, nell'ulteriore disperato tentativo di aiutare una donna e il suo nipotino, veniva travolto da un fiume di fango e detriti, perdendo tragicamente la vita. Fulgido esempio di elette virtù civiche ed umana solidarietà, spinte fino all'estremo sacrificio.1 ottobre 2009 Giampilieri Superiore - Messina.[3]»
— 1 ottobre 2009

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Fonte:http://www.gazzettajonica.it
  2. ^ fonte:messinanotizie.it
  3. ^ http://www.quirinale.it/elementi/DettaglioOnorificenze.aspx?decorato=306121
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie







Creative Commons License