Paul Lindau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Paul Lindau (Magdeburgo, 3 giugno 1839Berlino, 31 gennaio 1919) è stato un drammaturgo e novelliere tedesco, fra i più eminenti organizzatori di cultura della Germania bismarkiana.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Terminò gli studi a Parigi, dove iniziò a fare il corrispondente per alcuni giornali tedeschi e, tornato in Germania, fondò nel 1870 a Lipsia la testata Das neue Blati. Dal 1872 al 1881 diresse il settimanale berlinese Die Gegenwart e nel 1878 fondò il mensile Nord und Süd, che fu pubblicato fino al 1904. Dal 1899 fu direttore del Berliner Theater, e dal 1905 del Deutsches Theater. Morì a Berlino il 31 gennaio 1919

Paul Lindau iniziò la carriera di drammaturgo nel 1868 con l'opera Marion, cui seguirono molte altre opere (Maria und Magdalena-1872, Tante Therese-1876, Griffin Lea-1879, Die Erste-1895), Der Abend-1896), Der Herr im Hause - 1899), romanzi (Berlin, 1886 - Arme Mädchen, 1887 - Spitzen, 1888), libri di viaggio (Aus Venetien, 1864 - Aus Paris, 1865) e novelle (Herr und Frau Bewer - Toggenburg und andere Geschichten). Corrispose con tutte le personalità più eminenti della cultura internazionale dei suoi tempi e negli ultimi anni si dedicò al nascente cinematografo.

Paul Lindau era il fratello di Anna Lindau, madre di Annie Vivanti. I rapporti fra Annie e lo zio sono ancora pressoché sconosciuti: ella afferma in una lettera a George Brandes, di averlo conosciuto nel 1902 ma è probabile che non sia vero. Non vi sono testimonianze epistolari fra i due, ma è molto probabile che nella prima gioventù la Vivanti abbia chiesto aiuti al celebre zio, così come all'inizio del Novecento, all'epoca dell'assegnazione del Premio Nobel a Giosuè Carducci.








Creative Commons License