Pernilla Wiberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pernilla Wiberg
Pernilla Wiberg Semmering 1996.jpg
Pernilla Wiberg a Semmering nel 1996
Dati biografici
Nome Pernilla Christina Wiberg
Nazionalità Svezia Svezia
Altezza 161 cm
Peso 68 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Discesa libera, supergigante, slalom gigante, slalom speciale, combinata
Squadra Norrköpings SK
Ritirata 2002
Palmarès
Olimpiadi 2 1 0
Mondiali 4 1 1
Campionati svedesi 9
Coppa del Mondo 1 trofeo
Coppa del Mondo - Slalom 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Pernilla Christina Wiberg (Norrköping, 15 ottobre 1970) è una dirigente sportiva ed ex sciatrice alpina svedese.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Carriera sciisticamodifica | modifica sorgente

Pernilla Wiberg è stata una delle protagoniste del Circo bianco degli anni novanta. I primi successi li ottiene nello slalom speciale, specialità che le regalerà il maggior numero di vittorie, ben quindici, in Coppa del Mondo.

Successivamente si dedica anche alle discipline veloci e ciò le permetterà di conquistare la Coppa del Mondo assoluta (oltre a quella di slalom speciale) nel 1997 e varie medaglie sia alle Olimpiadi, sia ai Mondiali.

È tra le poche sportive ad aver ottenuto vittorie in tutte e cinque le discipline. Si ritira dalle competizioni nel 2002.

Carriera dirigenzialemodifica | modifica sorgente

Dall'anno del suo ritiro fa parte del Comitato Olimpico Internazionale.

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Olimpiadimodifica | modifica sorgente

Mondialimodifica | modifica sorgente

Coppa del Mondomodifica | modifica sorgente

Coppa del Mondo - vittoriemodifica | modifica sorgente

Data Luogo Stato Disciplina
7 gennaio 1991 Bad Kleinkirchheim Austria Austria SL
10 marzo 1991 Lake Louise Canada Canada GS
20 marzo 1991 Waterville Valley Stati Uniti Stati Uniti SL
28 febbraio 1992 Narvik Norvegia Norvegia GS
6 dicembre 1992 Steamboat Springs Stati Uniti Stati Uniti SL
12 dicembre 1993 Veysonnaz Svizzera Svizzera SL
6 gennaio 1994 Morzine Francia Francia SL
17. gennaio 1994 Cortina d'Ampezzo Italia Italia SG
5 febbraio 1994 Sierra Nevada Spagna Spagna K
12 marzo 1995 Lenzerheide Svizzera Svizzera SL
12 marzo 1995 Lenzerheide Svizzera Svizzera K
22 dicembre 1995 Veysonnaz Svizzera Svizzera SL
29 dicembre 1995 Semmering Austria Austria SL
1º dicembre 1996 Lake Louise Canada Canada SG
28 dicembre 1996 Semmering Austria Austria SL
4 gennaio 1997 Maribor Slovenia Slovenia SL
12 gennaio 1997 Bad Kleinkirchheim Austria Austria SG
19 gennaio 1997 Zwiesel Germania Germania SL
2 febbraio 1997 Laax Svizzera Svizzera K
7 marzo 1997 Mammoth Mountain Stati Uniti Stati Uniti SL
12 marzo 1997 Vail Stati Uniti Stati Uniti DH
16 marzo 1997 Vail Stati Uniti Stati Uniti SL
3 gennaio 1999 Maribor Slovenia Slovenia SL
18 dicembre 1999 St. Moritz Svizzera Svizzera DH

Campionati svedesimodifica | modifica sorgente

  • Campionessa svedese di discesa libera nel 1992[1]
  • Campionessa svedese di supergigante nel 1992[1]
  • Campionessa svedese di slalom gigante nel 1991 e nel 1997[1]
  • Campionessa svedese di slalom speciale nel 1990, nel 1991, nel 1992, nel 1996 e nel 1997[1]

Riconoscimentimodifica | modifica sorgente

Nel 1991 ricevette la Medaglia d'oro dello Svenska Dagbladet, il premio assegnato dal quotidiano Svenska Dagbladet al miglior sportivo svedese dell'anno[2]. Lo stesso anno si aggiudicò anche il premio Jerringpriset, attribuito dalla sezione sportiva della Sveriges Radio AB (canale radiofonico pubblico del paese scandinavo). La sciatrice ottenne la stessa onorificenza anche l'anno seguente[3].

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b c d Albo d'oro femminile dei Campionati nazionali sul sito della Federazione sciistica svedese. URL consultato il 27 gennaio 2011.
  2. ^ (SV) Bragdmedaljörer genom tiderna in SvD.se, 4 dicembre 2007. URL consultato il 29 settembre 2010. [Elenco vincitori del premio; è riportata anche la motivazione espressa dalla giuria]
  3. ^ (SV) Jerringpriset in Radiosponten -sr.sv. URL consultato il 29 settembre 2010. [Elenco vincitori del premio]

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 63983647








Creative Commons License