Peter Anthony Inge

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Peter Anthony Inge, I barone Inge
Field Marshal Sir Peter Inge KG, GCB.JPG
5 agosto 1935
Dati militari
Paese servito Regno Unito Regno Unito
Forza armata British Army
Anni di servizio 1956-1997
Grado Maresciallo di campo
Decorazioni Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno
Studi militari Royal Military Academy Sandhurst

senza fonte

voci di militari presenti su Wikipedia

Peter Anthony Inge, barone Inge (Ludlow, 5 agosto 1935) è un generale britannico, capo di stato maggiore del British Army dal 1992 al 1993 e capo di stato maggiore delle forze armate britanniche dal 1994 al 1997.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Inge era figlio di Sir Costantine Inge, VI baronetto Inge (1887-1968) e della principessa Fyodora Sviatopolk-Mirskii (1911-1985), figlia del principe russo Pyotr Dmitrievich Sviatopolk-Mirskii e sorellastra dello scrittore D.S. Mirskii; la famiglia Inge apparteneva da secoli alla classe militare britannica: il padre era stato aiutante di campo di Edmund Allenby in Palestina durante la prima guerra mondiale ed aveva combattuto con il generale Miller in Carelia, raggiungendo successivamente il grado di brigadier generale durante la seconda guerra mondiale in Birmania; il nonno Peter Inge, V baronetto Inge (1852-1906) aveva combattuto contro gli Zulù e i Boeri in Sudafrica e sotto Horatio Herbert Kitchener in Sudan, raggiungendo il grado di colonnello.

Inge fu educato al Wrekin College, e successivamente fu commissionato nel primo battaglione delle Green Howards di Sandhurst come tenente, nel 1956; servì a Hong Kong durante il quale vide l'azione nel corso della cosiddetta emergenza malese, servendo poi in Germania e in Libia; dopo un breve periodo di impiego al ministero della guerra, tornò al suo battaglione nell'Irlanda del Nord. Dal 1971 al 1972 fu brigadiere maggiore del XI Armoured Brigade e da allora fu comandante in capo del suo antico battaglione e della Task Force C nell'armata britannica del Reno.

Nel 1983 tornò a comandare l'ufficio generale di comando del distretto del nord-est, base a York, e divenne direttore generale della Logistics Policy (Army) al ministero della difesa. Nel 1987 divenne cavaliere dell'Ordine del Bagno e fu promosso tenente generale e comandante in capo del Primo Corpo d'armata Britannico, uno dei ruoli più importanti nell'esercito britannico. Nel 1989 divenne comandante del Gruppo dell'armata settentrionale della NATO. Nel febbraio del 1992 fu fatto capo di stato maggiore dell'esercito britannico, passando poi il 15 marzo 1994 a capo di stato maggiore delle forze armate britanniche con il grado di maresciallo di campo; fu ulteriormente nobilitato con il titolo ereditario di Barone Inge di Richmond nella contea dello Yorkshire del Nord, e dal 2004 fu membro del Privy Council. Durante il conflitto in Iraq fu membro insieme a Robin Butler, barone Butler di Blackwood, di una commissione d'inchiesta per indagare sulle false notizie di intelligence circa il possesso da parte dell'Iraq di armi di distruzione di massa. Inoltre è stato presidente della Pilgrims Society di Gran Bretagna.

Onorificenzemodifica | modifica sorgente

Stemma di Peter Inge, barone Inge

Coat of Arms of Peter, Baron Inge.svg


Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera
— 2002
Cavaliere Commendatore dell'Ordine del Bagno - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Commendatore dell'Ordine del Bagno
— 1º gennaio 1988
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno
— 1992
General Service Medal (1918) - nastrino per uniforme ordinaria General Service Medal (1918)
General Service Medal (1962) con palma - nastrino per uniforme ordinaria General Service Medal (1962) con palma
Medaglia del giubileo d'argento di Elisabetta II - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia del giubileo d'argento di Elisabetta II
— 1977
Medaglia del giubileo d'oro di Elisabetta II - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia del giubileo d'oro di Elisabetta II
— 2002







Creative Commons License