Petsamo (regione storica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 69°33′19″N 31°13′16″E / 69.555278°N 31.221111°E69.555278; 31.221111

Mappa della regione di Petsamo: la parte verde in alto è la penisola di Rybachi, ceduta all'Unione Sovietica dopo la guerra d'inverno; la parte chiara è la regione di Petsamo, acquisita dall'Unione Sovietica con i trattati di Parigi; la zona rossa è il territorio di Jäniskoski–Niskakoski, ceduto all'Unione Sovietica nel 1947

La regione di Petsamo, o Pečengskij rajon, (in russo: Печенгский район[?], in finlandese Petsamon piiri) è una regione storica russa con capoluogo Nikel'.

Posizione geografica e vegetazionemodifica | modifica sorgente

La regione, con una superficie di oltre 10.000 km², confina a nord-ovest con la Norvegia, a sud ed a sud-ovest con la Finlandia e si affaccia sul Mare di Barents. La vegetazione è tipica delle zone sub polari: nel nord della regione si trova la tundra, ossia l'assenza di specie arboree, dovuta alle basse temperature e dalla breve stagione estiva, mentre a sud si trovano la taiga, caratterizzata dalla presenza di foreste di conifere e le paludi, ossia zone umide, caratterizzate dalla grande presenza di acqua che condiziona lo sviluppo della vegetazione.

Storiamodifica | modifica sorgente

L'appartenenza alla Russia e alla Finlandiamodifica | modifica sorgente

Una colonna motorizzata tedesca, dotata di carri Panzer II, in marcia nei pressi di Kuusamo nel luglio del 1941, durante l'Operazione Volpe d'Argento
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Guerra d'inverno e Operazione Volpe d'Argento.

La regione di Petsamo appartenne alla Russia sin dal XVI secolo e fu ceduta alla Finlandia nel 1920 con il Trattato di Tartu. Nel 1939, allo scoppio della seconda guerra mondiale, vi si trovavano le seguenti città: Alaluostari, Höyhenjärvi, Jokikylä, Kaakkuri, Kervanto, Kolttaköngäs, Maattivuono, Näsykkä, Parkkina, Petsamo (Trifona), Pitkäjärvi, Pummanki, Salmijärvi, Suonikylä, Vaitolahti, Valasjärvi, Vuonokylä, Vuoremijoki. Durante la regione fu una delle basi di partenza guerra per le forze tedesche, insieme alla città norvegese di Kirkenes, per l'Operazione Volpe d'Argento, ossia il piano per la conquista del porto di Murmansk durante l'Operazione Barbarossa.

I trattati di Parigimodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Trattati di Parigi (1947).

Dopo la fine della seconda guerra mondiale la regione fu acquisita nel 1947 dall'Unione Sovietica, a seguito dei trattati di Parigi dove fu stabilito che la Finlandia, in quanto nazione sconfitta ed in veste di "aggressore", non potesse più avere sbocco sul Mare di Barents ed inoltre, sempre all'Unione Sovietica, fu ceduto il territorio di Jäniskoski–Niskakoski, ad est del lago Inari.

Il sole di mezzanottemodifica | modifica sorgente

La regione di Petsamo si trova interamente a nord del circolo polare artico e dal 20 maggio, per la durata di circa due mesi, si verifica il fenomeno del sole di mezzanotte, ossia quel fenomeno che, con l'approssimarsi del solstizio d'estate, si verifica al di sopra dei circoli polari dove il sole non scende mai sotto l'orizzonte e di conseguenza non cala mai la notte.
L'effetto è dovuto al fatto che l'asse di rotazione terrestre è inclinato di circa 23 gradi[1] rispetto al piano dell'orbita (eclittica).

La regione, nel periodo che intercorre tra il 20 maggio ed il 20 giugno, non vede mai tramontare il sole ma nel periodo invernale, pur non sorgendo mai il sole al di sopra dell'orizzonte per oltre due mesi, non si verifica il fenomeno della cosiddetta notte polare: questo è dovuto al crepuscolo che impedisce il calare del buio totale[2]

Nei mesi invernali nella regione, come in tutte le zone al di sopra dei 40° di latitudine nord, è possibile ammirare il fenomeno dell'aurora boreale.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Esattamente 23° e 27'
  2. ^ Affinché possa verificarsi il buio totale è necessario che il sole si trovi di 12° al di sotto dell'orizzonte.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License