Pierluigi Cerri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pierluigi Cerri (Orta San Giulio, 22 marzo 1939) è un architetto e designer italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Laureato al Politecnico di Milano, nel 1974 fondò con Vittorio Gregotti, Pierluigi Nicolin, Hiromichi Matsui e Bruno Viganò lo studio Gregotti Associati srl, di cui per molti anni è stato l'"anima grafica".

Nel 1976 si occupò dell'immagine della Biennale di Venezia. Successivamente collaborò alla definizione grafica di alcune tra le più prestigiose riviste e collane editoriali, lavorando per molti editori italiani. Sono suoi i progetti grafici di Casabella e Rassegna di architettura e urbanistica.

Si è occupato anche di allestimenti per numerose esposizioni: alla Neue Nationalgalerie di Berlino (1983), al Lingotto di Torino (1984), al Centro Georges Pompidou di Parigi, al Museo della scienza di Londra, all'Accademia di Brera e alla Triennale di Milano, a Palazzo Grassi di Venezia.

Con la Gregotti Associati ha vinto importanti concorsi di architettura, tra cui il Centro Cultural de Belém a Lisbona, il recupero e la trasformazione dell’area Pirelli alla Bicocca di Milano e la progettazione dell’area per l’Esposizione universale a Siviglia. Dopo il distacco nel 1998 dallo Studio Gregotti, Cerri insieme ad Alessandro Colombo ha fondato lo studio Cerri & Associati, che si occupa di architettura di design e di progettazione navale. Da questo studio sono nati ad esempio i progetti delle navi da crociera Costa Magica, Costa Victoria e Costa Romantica. Con il "Naòs System" di Unifor lo studio ha vinto il Compasso d’oro nel 2001.

Cerri è membro dell'Alliance Graphique Internationale, una associazione che riunisce i più celebri grafici, designer e illustratori mondiali.








Creative Commons License