Pierluigi Frosio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pierluigi Frosio
Pierluigi Frosio - Perugia 1975-1976.jpg
Frosio al Perugia nella stagione 1975-1976
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 182 cm
Peso 71 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Carriera
Giovanili
1960-1966 Gerardiana Gerardiana
Squadre di club1
1967-1969 Pro Sesto Pro Sesto 47 (3)
1969-1971 Legnano Legnano 63 (1)
1971-1972 Rovereto Rovereto 36 (0)
1972-1974 Cesena Cesena 22 (0)
1974-1984 Perugia Perugia 323 (8)
Carriera da allenatore
1985-1987 Perugia Perugia Giovanili
1987-1990 Monza Monza
1990-1991 Atalanta Atalanta
1991-1992 Como Como
1992-1993 Modena Modena
1993-1994 Ravenna Ravenna
1995-1996 Novara Novara
1996-1997 Modena Modena
1997-2000 Monza Monza
2001-2003 Padova Padova
2004-2005 Ancona Ancona
2005-2006 Lecco Lecco
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Pierluigi Frosio (Monza, 20 settembre 1948) è un allenatore di calcio, ex calciatore e dirigente sportivo italiano, di ruolo libero, attualmente opinionista televisivo.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Calciatoremodifica | modifica sorgente

Dopo una prima parte della carriera trascorsa nelle serie minori, nell'estate 1972 passa al Cesena in Serie B, partecipando alla prima stagione fra i bianconeri alla storica prima promozione in massima serie dei romganoli. Nella stagione successiva esordisce in Serie A il 23 dicembre 1973, in occasione del successo interno del Cesena sulla Sampdoria e totalizzato complessivamente 5 presenze in massima serie.

A fine stagione torna in Serie B per indossare la maglia del Perugia. Resta in Umbria per 10 stagioni, partecipando come capitano al periodo migliore della storia dei biancorossi, con la vittoria del campionato di Serie B 1974-1975, il secondo posto in Serie A nella stagione 1978-1979 chiuso senza sconfitte e la partecipazione alla Coppa UEFA 1979-1980, e rimanendo coi grifoni per tre stagioni in B dopo la retrocessione della stagione Serie A 1980-1981. Con il Perugia in totale ha registrato 323 presenze, divenendo il secondo giocatore per numero di presenze nella storia della squadra alle spalle di Dante Fortini.[1]

Chiude la carriera agonistica col Rimini in Serie C2 nella stagione 1985-1985.

In carriera ha totalizzato complessivamente 175 presenze e 5 reti in Serie A e 143 presenze e 3 reti in Serie B.

Allenatoremodifica | modifica sorgente

Cessata l'attività agonistica, intraprende quella di allenatore nelle giovanili del Perugia. Nel 1987 assume la guida della prima squadra del Monza, ottenendo sia la promozione in Serie B che il successo nella Coppa Italia di Serie C. Resta in Brianza per altre due stagioni, conclusa con la retrocessione nel 1990, quindi passa all'Atalanta, in massima serie, venendo però esonerato alla 18ª giornata dopo la sconfitta esterna col Bari.

Nel 1992 riparte dalla Serie C1 guidando il Como, quindi nella stagione successiva risale in cadetteria allenando prima il Modena e poi il Ravenna.

Nella stagione 1995-1996 guida il Novara al successo nel girone A della Serie C2, per poi ritornare prima a Modena (un campionato di C1) e poi a Monza (tre campionati di B dal 1997 al 2000). Prosegue quindi la carriera fra C1 e C2 con Padova, Ancona e Lecco.

Statistichemodifica | modifica sorgente

Presenze e reti nei clubmodifica | modifica sorgente

Stagione Club Campionato
Comp Pres Reti
1967-1968 Italia Pro Sesto D 15
1968-1969 D 32 3
Totale Pro Sesto 47 3
1969-1970 Italia Legnano C 26 1
1970-1971 C 37
Totale Legnano 63 1
1971-1972 Italia Rovereto C 36
1972-1973 Italia Cesena B 17
1973-1974 A 5
Totale Cesena 22
1974-1975 Italia Perugia B 37 3
1975-1976 A 29
1976-1977 A 29 2
1977-1978 A 30
1978-1979 A 24 1
1979-1980 A 29 2
1980-1981 A 29
1981-1982 B 36
1982-1983 B 27
1983-1984 B 26
Totale Perugia 323 8
1984-1985 Italia Rimini C1 27
Totale 491 12

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Giocatoremodifica | modifica sorgente

Competizioni nazionalimodifica | modifica sorgente

Perugia: 1974-1975

Competizioni internazionalimodifica | modifica sorgente

Perugia: 1978

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Tutto Perugia, 26 luglio 2005 (PDF)

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License