Piero Andreoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Piero Andreoli
PietroAndreoli.jpg
Dati biografici
Nazionalità bandiera Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Carriera
Squadre di club1
19??-1931 Lonigo Lonigo  ? (?)
1931-1933 Verona Verona 60 (21)
1933-1938 Lucchese Libertas Lucchese Libertas 148 (52)
1938-1942 Bologna Bologna 64 (12)
1942-1943 Verona Verona 8 (1)
1943-1944 Audace SME Audace SME 3+ (2+)
1945-1946 Trento Trento 13 (4)
1946-1947 Foggia Foggia 14 (2)
1947-1948 Gallaratese Gallaratese 29 (3)
Carriera da allenatore
1946-1947 Foggia Foggia
1948-1949 Arezzo Arezzo
1950-1951 Arezzo Arezzo
1951-1952 Lucchese Libertas Lucchese Libertas
1952-1953 Empoli Empoli [1]
1953-1956 Catania Catania
1956-1957 L.R. Vicenza L.R. Vicenza
1957-1958 Cagliari Cagliari
1959-1960 Taranto Taranto
1962-1964 Lecce Lecce
1967-1968 Trapani Trapani
1968-1969 Massiminiana Massiminiana
1970 Trapani Trapani [2]
1970-1971 Azzurro.png Avola
1972-1973 Azzurro.png Avola [3]
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Piero Andreoli (Verona, 2 novembre 1911Verona, 16 giugno 1984) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Giocò fino al 1931 col Dopolavoro Lonigo.[4] Ha disputato sei campionati di Serie A con le maglie di Lucchese e Bologna, per complessive 121 presenze e 21 reti. Con i rossoblu si è aggiudicato due scudetti, il primo (stagione 1938-1939) da rincalzo (2 presenze ed una rete), il secondo (stagione 1940-1941) scendendo in campo con più regolarità (22 presenze e 7 reti).

Ha inoltre totalizzato 132 presenze e 35 reti in Serie B nelle file di Verona, Lucchese e Foggia (dove ha ricoperto il doppio ruolo di allenatore-giocatore), aggiudicandosi con la Lucchese il campionato cadetto 1935-1936.

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Bologna: 1938-1939, 1940-1941

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Pino Autunno, Foggia una squadra, una città, 2010.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Serie C in sintesi, da Corriere dello Sport, 216 (XXXIII) 12 settembre 1952, p. 4
  2. ^ Almanacco illustrato del calcio 1973, edizioni Panini, pag. 268
  3. ^ Almanacco illustrato del calcio 1973, edizioni Panini, pag. 316
  4. ^ Elenco dei calciatori italiani autorizzati a cambiare società nella prossima stagione, da «Il Littoriale», 7 agosto 1931, pp. 4-5

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License