Pietro Barilla (Senior)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pietro Barilla

Pietro Barilla (Parma, 3 maggio 1845Parma, 17 agosto 1912) è stato un imprenditore italiano, pioniere dell'industria alimentare per la produzione del pane e della pasta e fondatore dell'azienda Barilla.

Discendente di una famiglia di panettieri documentata a partire dal 1576[1], nel 1877 aprì una bottega di fornaio in strada Vittorio Emanuele II a Parma (attualmente strada della Repubblica) per la produzione di pane e pasta.

Nel 1891 tentò di ampliare l'attività aprendo un'altra bottega, ma non ebbe successo e fallì nel 1894.

Deciso ed ambizioso, Barilla tentò nuovamente di trasformare la sua bottega in una vera e propria azienda. Il tentativo riuscì, la ditta si ingrandì, tanto che nel 1905 arrivò a produrre 25 quintali di pane e pasta al giorno[2]. Nel 1908 Barilla costruì un capannone in zona Barriera Vittorio Emanuele (attualmente viale Barilla), dotandolo di un forno industriale e trasferendovi nel 1910 l'intera attività. Sempre in quegli anni Pietro Barilla prese parte all'Esposizione Internazionale dell’Industria Moderna, tenutasi a Roma, dove presentò i suoi prodotti.

Morì nel 1912 e la conduzione dell'azienda passò ai figli Gualtiero (1881-1919) e Riccardo (1880-1947).

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • G. Gonizzi - Barilla: centoventicinque anni di pubblicità e comunicazione [1877-2002] - Cinisello Balsamo, Silvana Editoriale, 2003, ISBN 8882156974.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ dal sito di Academia Barilla
  2. ^ da Pietro Barilla, la Pubblicità dei buoni sentimenti, La Storia Siamo Noi - Rai Educational

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie







Creative Commons License