Poggio Imperiale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Poggio Imperiale (disambigua).
Poggio Imperiale
comune
Poggio Imperiale – Stemma
Poggio Imperiale – Veduta
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione Puglia-Stemma it.png Puglia
Provincia Provincia di Foggia-Stemma.png Foggia
Sindaco Rocco Lentinio (lista civica) dal 07/06/2009
Territorio
Coordinate 41°49′00″N 15°22′00″E / 41.816667°N 15.366667°E41.816667; 15.366667 (Poggio Imperiale)Coordinate: 41°49′00″N 15°22′00″E / 41.816667°N 15.366667°E41.816667; 15.366667 (Poggio Imperiale)
Altitudine 73 m s.l.m.
Superficie 52,37 km²
Abitanti 2 835[1] (31-12-2010)
Densità 54,13 ab./km²
Comuni confinanti Apricena, Lesina, San Paolo di Civitate, San Nicandro Garganico
Altre informazioni
Cod. postale 71010
Prefisso 0882
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 071040
Cod. catastale G761
Targa FG
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti poggioimperialesi, terranovesi
Patrono san Placido Martire
Giorno festivo 5 ottobre
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Poggio Imperiale
Posizione del comune di Poggio Imperiale nella provincia di Foggia
Posizione del comune di Poggio Imperiale nella provincia di Foggia
Sito istituzionale

Poggio Imperiale (Terranòvë nel dialetto locale[2]) è un comune italiano di 2.842 abitanti della provincia di Foggia in Puglia.

Il paese è conosciuto con il nome di "Tarranòve", a causa della sua fondazione relativamente recente. Per via del casello autostradale posto sull'A14, la cittadina è detta "Porta della Puglia e del Gargano".[3]

Storiamodifica | modifica sorgente

Busto marmoreo del Principe Placido Imperiale

Il paese fu fondato nel 1759 dal Principe di Sant'Angelo dei Lombardi (AV) Placido Imperiale che fu attratto dalla posizione strategica della collina su cui oggi ha sede il centro abitato. Nel 1753 il Principe era diventato proprietario del Feudo A.G.P. (Ave Gratia Plena) che comprendeva diversi territori appartenenti al Comune di Lesina. Qui, dopo aver fatto disboscare una collina presente tra i territori di Lesina e Apricena, vi fece costruire una grande masseria con alcune case intorno. Nel 1759 il Principe Imperiale fece arrivare nel nuovo villaggio alcune famiglie provenienti da S. Marco in Lamis, Bonefro, Portocannone, Foggia, Bari e Francavilla, mentre due anni dopo invitò molti albanesi a vivere nel nuovo paese offrendo loro lavoro, vitto e alloggio. Inoltre, nel 1764, raggiunsero il borgo molte famiglie dal Principato Ultra del Regno di Napoli, che posero le basi per la costituzione di una consistente comunità amministrativa. Inizialmente villaggio dipendente da Lesina, già conosciuto come "Terranova", il 18 gennaio 1816 Poggio Imperiale divenne Comune autonomo. In tale anno il paese contava già 794 abitanti. Nel 1886, in occasione del centenario della morte del fondatore Placido Imperiale, fu posto nella piazza a lui dedicata un busto raffigurante il Principe.

Fonte: www.comune.poggioimperiale.fg.it/

Monumenti e luoghi di interessemodifica | modifica sorgente

Santuario di San Nazario Martiremodifica | modifica sorgente

Sorge presso una sorgente di acqua termale che origina il torrente Caldoli. Si racconta che il luogo fosse sacro già agli antichi greci. La sua notorietà è legata soprattutto alla tradizione che lo vuole visitato dal martire protocristiano Nazario, il quale avrebbe lavato i suoi piedi nella sorgente appoggiandosi su un cippo marmoreo. Questo cippo è ancora oggi conservato nel Santuario e, con il passare del tempo, è stato levigato dalla mano dei fedeli che si recano ivi in pellegrinaggio devozionale.[4].

Altri monumentimodifica | modifica sorgente

Societàmodifica | modifica sorgente

Evoluzione demograficamodifica | modifica sorgente

Abitanti censiti[5]

Etnie e minoranze stranieremodifica | modifica sorgente

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 231 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Eventimodifica | modifica sorgente

A Poggio Imperiale, piccolo borgo dell'alto tavoliere, durante tutto l'anno solare, gli eventi solo molteplici. In ordine di tempo abbiamo:

  • Carnevale Terranovese, di antica tradizione, durante il quale sfilano maschere e carri allegorici e si tengono balli in piazza.
  • i Riti della Settimana Santa: di particolare rilevanza è la Via Crucis Vivente. Molto sentite dalla popolazione sono anche le processioni del Venerdì Santo (quella delle 5,00 con Gesù verso il Calvario e l'Addolorata in cerca del figlio; quella delle 20,00 con Cristo morto e l'Addolorata)
  • Processione del Corpus Domini con preparazione lungo il percorso della processione di caratteristici altarini (i sabbùleke) per l'esposizione del Sacramento.
  • Premio Nazionale "Spiga d'Oro" (giugno)
  • Bambini al microfono (luglio), manifestazione canora riservata ai bambini e organizzato dall'Azione Cattolica, che nel 2011 ha raggiunto la 43ª edizione.
  • Festa della Madonna del Carmine con sfilata della banda in mattinata, processione con il simulacro di Maria a spalla per il paese e fuochi pirotecnici a mezzanotte il (16 luglio). La festa è particolarmente sentita dai muratori; la Vergine del Monte Carmelo è infatti la loro protettrice.
  • Festa di san Nazario martire (27-28 luglio), con pellegrinaggio a piedi sino all'omonimo santuario. La mattina del 28, dopo la Santa Messa, pressohttp://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Poggio_Imperiale&action=edit il Santuario vi si tiene una breve processione.
  • Palio di dama vivente (agosto), con il corteo storico, i gruppi folcloristici e i rappresentanti di tutti i comuni partecipanti. L'edizione del 2008 si è arricchita anche del premio nazionale degli Sbandieratori.
  • Festival Terranovese (agosto), concorso canoro con partecipanti provenienti da tutta la Capitanata. Nel 2012 ha raggiunto la 14ª edizione.
  • Festa Patronale di san Placido martire (5 ottobre): durante la processione mattutina vengono portati a spalla i simulacri di San Placido e San Michele Arcangelo; la sera nelle vie cittadine addobbate con le luminarie e con i nastri colorati si tengono alcuni spettacoli, seguiti dai fuochi pirotecnici.
  • Falò dell'Immacolata: durante la processione della Immacolata Concezione, lungo le vie del paese vengono preparati numerosi falò che, simbolicamente, illuminano la via alla Vergine. Al termine della processione, tutto il quartiere si riunisce attorno al falò per passare la serata in compagnia.
  • Premio Letterario Internazionale "Emozioni in Bianco e Nero" [6] (fine Agosto/inizi Settembre), organizzato dalla casa editrice Edizioni del Poggio, giunto alla sua sesta edizione. Nella quinta edizione (2013) il premio ha visto partecipare oltre 3000 concorrenti[7], provenienti da ogni parte della penisola e dall'Europa.

Persone legate a Poggio Imperialemodifica | modifica sorgente

  • Nico Zangardi, cantante e compositore nel Belgio (1947).
  • Margaret Bertelli, nome d'arte di Matilde Bastulli, nota cantante lirica negli USA (1906-1985).
  • Franco Dani, nome d'arte di Francesco Budani[1], attore e cantante italiano conosciuto principalmente per la sua attività di interprete di fotoromanzi negli anni settanta.

Economiamodifica | modifica sorgente

La principale risorsa economica di Poggio Imperiale è l'agricoltura; le attività agricole preminenti sono l'orticoltura (specialmente del pomodoro), la cerealicoltura e, non in misura minore, la coltivazione dell'olivo e della vite; sono presenti alcune imprese di trasformazione dei prodotti orticoli e olivicoli. Importante è anche l'attività estrattiva della pietra di Apricena, che conta su circa quaranta imprese operanti presso le cave localizzate nel territorio del comune di Poggio Imperiale.

Nel settore manifatturiero si rileva la produzione di materiali elettrici; sono presenti anche i settori il tessile, del legno, della plastica e della carpenteria metallica. Dal 2007 è in funzione un parco eolico di proprietà della multinazionale inglese International Power. L'impianto è costituito da 15 aerogeneratori Vestas V80 da 2 MW ciascuno.

Complessivamente, il tasso di disoccupazione è inferiore alla media provinciale, soprattutto per la presenza di manodopera stagionale per la raccolta e la trasformazione del pomodoro, pari a circa 300 unità e costituita soprattutto da extracomunitari.

Amministrazionemodifica | modifica sorgente

Lista Civica "Insieme Per Poggio Imperiale": sindaco dr. Rocco Lentinio (dal 2009, già sindaco dal 2004 al 2009).

fonte: www.comune.poggioimperiale.fg.it

Gemellaggimodifica | modifica sorgente

Albania Vora

Climamodifica | modifica sorgente

Il clima è mite grazie al Gargano, che protegge il paese dai venti roventi del deserto.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 502.
  3. ^ Denominazione porta del Gargano sul sito ufficiale del comune
  4. ^ L'antico canto devozionale Lu péde de Sante Lazzare e come ce adòre e come ce préij (Il piede di San Nazario come si adora e come si prega) testimonia il radicamento della tradizione
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ http://www.edizionidelpoggio.it/it/
  7. ^ http://www.edizionidelpoggio.it/it/27/

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Puglia Portale Puglia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Puglia







Creative Commons License