Portishead (gruppo musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Portishead
I Portishead al Wolverhampton Civic Hall nel 2008
I Portishead al Wolverhampton Civic Hall nel 2008
Paese d'origine Inghilterra Inghilterra
Genere Trip hop
Musica elettronica
Alternative rock
Musica sperimentale
Periodo di attività 1991in attività
Etichetta Go! Discs
London
Island
Album pubblicati 3
Live 1
Raccolte 1
Sito web

I Portishead sono un gruppo musicale trip hop inglese, originario di Bristol, formatosi nel 1991 dall'incontro di Beth Gibbons e Geoff Barrow (precedente collaboratore dei Massive Attack e di Tricky). Ai due si affiancano il tecnico del suono Dave McDonald e il chitarrista Adrian Utley.

Il nomemodifica | modifica sorgente

Il nome del gruppo proviene dall'omonima cittadina di Portishead (Somerset), vicino Bristol, in cui Geoff trascorre la giovinezza.[1]

Biografiamodifica | modifica sorgente

Esordi e prime produzionimodifica | modifica sorgente

Geoff Barrow, giovane polistrumentista, collabora al Coach House Studio di Bristol come collaboratore dei Massive Attack. Produce anche il contributo di Tricky alla compilation di beneficenza Sickle Cell. Si fa pian piano una reputazione come remixer, lavorando con Primal Scream, Neneh Cherry, Paul Weller e Depeche Mode. Proprio in uno studio di registrazione incontra la cantante Beth Gibbons. Nascono così nel 1991 i Portishead.

Prima di iniziare l'attività musicale, il duo recita nel cortometraggio in bianco e nero To Kill a Dead Man (1994), di cui firmano anche la colonna sonora. Pubblicano quindi un primo album, registrato da Dave MacDonald e realizzato con il chitarrista jazz Adrian Utley. Si tratta di Dummy (1994), pubblicizzato da manichini e trainato dai singoli Glory Box e Sour Times (guidata da un sample di Lalo Schifrin). Dummy ottenne sia un successo commerciale, con 150.000 copie vendute[2], che di critica affermando i Portishead nella scena trip hop. L'album però travalica questa etichetta di genere, in quanto al suo interno si trovano elementi darkwave, blues e techno. I componenti del gruppo, ad ogni modo, prendono molta ispirazione dall'ambiente cinematografico.[1] Il disco si aggiudica anche il Mercury Prize.[1]

In Glory Box è presente un campionamento tratto dal brano Ike's rap II di Isaac Hayes contenuto nell'album Black Moses. Lo stesso sample è stato utilizzato anche da Tricky nella sua Hell is Around the Corner sempre del 1994. Parti del film To Kill a Dead Man appaiono nel video di Sour Times.

Passano tre anni e viene pubblicato il secondo album. Anticipato dal singolo All Mine, nel 1997 esce il self-title Portishead (1997) che, seppur simile, è più sofisticato ed elaborato dell'esordio.[3] Con Utley ormai entrato in pianta stabile nella band, i Portishead realizzano un disco abbastanza accattivante e angosciante allo stesso tempo, che però non bisserà il successo del precedente Dummy.[1]

Il gruppo sbarca poi nel Nord America per un tour. Il 24 luglio 1997 tengono un concerto memorabile al Roseland Ballroom di New York insieme ad un'orchestra di 33 elementi e a una sezione di fiati. Questa esibizione sarà testimoniata su disco in Roseland NYC Live (1998).

Periodo di pausa e di silenziomodifica | modifica sorgente

Dopo la pubblicazione di Roseland NYC Live, i membri del gruppo si concedono un periodo di silenzio. Tuttavia Beth Gibbons pubblica un album coadiuvata da Rustin Man (alias Paul Webb, bassista dei Talk Talk). Il disco, intitolato Out of Season, esce nel 2002.

Ritorno con Thirdmodifica | modifica sorgente

Nel 2008 viene interrotto un silenzio durato dieci anni con la pubblicazione di Third, uscito il 28 aprile. Prima dell'uscita, l'album è stato preceduto da un tour live che ha visto il gruppo inglese esibirsi anche in due città italiane, Milano e Firenze, ripercorrendo i brani dei precedenti due album in studio e anticipando quasi tutti i brani dell'LP Third.

Formazionemodifica | modifica sorgente

  • Beth Gibbons - voce, chitarra, tastiere
  • Geoff Barrow - scratching, batteria, percussioni, piano rhodes, programmazioni, synth, hammond, sampler, basso
  • Adrian Utley - chitarre
  • Dave MacDonald - produzione (citato in Dummy e Portishead)

Discografiamodifica | modifica sorgente

Albummodifica | modifica sorgente

Compilationmodifica | modifica sorgente

Livemodifica | modifica sorgente

Videografiamodifica | modifica sorgente

DVDmodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b c d Portishead ondarock.it
  2. ^ Portishead | AllMusic
  3. ^ Portishead - Portishead | AllMusic

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica







Creative Commons License