Porto antico di Genova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Porto Antico)
Porto Antico di Genova
L'area del porto antico di Genova in un'acquatinta di Ambroise Louis Garneray del 1810 circa. In primo piano si notano i velieri in entrata ed uscita dal bacino. A sinistra, la Lanterna e, sulla destra, le antiche mura.
L'area del porto antico di Genova in un'acquatinta di Ambroise Louis Garneray del 1810 circa. In primo piano si notano i velieri in entrata ed uscita dal bacino. A sinistra, la Lanterna e, sulla destra, le antiche mura.
Stato Italia Italia
Regione Liguria Liguria
Provincia Genova Genova
Comune Genova
Mare mar Ligure
Infrastrutture collegate vedi Porto di Genova
Tipo centro abitativo, turistico, culturale
Gestori Comune di Genova
Coordinate

44°24′00″N 8°55′12″E / 44.4°N 8.92°E44.4; 8.92Coordinate: 44°24′00″N 8°55′12″E / 44.4°N 8.92°E44.4; 8.92

Mappa di localizzazione: Italia

Il Porto antico è una parte del porto di Genova attualmente adibita a quartiere abitativo, centro turistico, culturale e di servizi divisa in due aree date in concessione dal demanio alle società Porto Antico di Genova S.p.A. e Marina Porto Antico S.p.A. ed un'area gestita direttamente dal Comune di Genova.

Il suo riadattamento è stato portato a termine nei primi anni novanta sulla superficie di quello che un tempo era il cuore dell'attività portuale - regno dei camalli che facevano parte della Compagnia dei Caravana - e che era rimasto da molti decenni di fatto inutilizzato.

Caratteristichemodifica | modifica sorgente

Il bacino di carenaggio della Darsena del porto di Genova. Inaugurato nel 1851 su progetto di Damiano Saoli

L'area interessata, detta comunemente anche "Expo", avendo ospitato le esposizioni dell'Expo '92 Genova, si estende in lunghezza da Piazza Cavour fino a Ponte Parodi ed è costeggiato, nel lato a monte, dalla strada sopraelevata.

Il suo totale restauro è stato completato nel 1992 su progetto dell'architetto Renzo Piano, in occasione delle celebrazioni del cinquecentenario della scoperta dell'America. Per la gestione dell'area, considerata il nuovo waterfront della Genova del terzo millennio, fu costituita un'apposita società, la Porto Antico di Genova S.p.A., a partecipazione mista ma controllata dal Comune di Genova.

Negli ultimi anni l'area del Porto Antico è stata sede di numerosi eventi turistici, musicali, culturali e sportivi. Nel 2007 e 2010 è stata punto di partenza della The Tall Ships' Race, nel 2008 e 2009 ha ospitato l'evento musicale MTV Day e nel 2010 i TRL Awards, manifestazione musicale sempre legata all'emittente musicale MTV Italia. Ogni anno, inoltre, l’area ospita due manifestazioni molto apprezzate dal pubblico genovese e non solo: la Festa dello Sport, in primavera, e la rassegna di musica, teatro e danza Porto Antico EstateSpettacolo, in estate, che ha luogo all’interno della struttura dell’Arena del Mare. Dal 2009, presidente della Porto Antico SpA è Ariel dello Strologo. [1]

Le strutturemodifica | modifica sorgente

Panorama dall'alto del porto antico
Scorcio del Porto Antico e della Bolla

All'interno del quartiere si trovano molti edifici di interesse artistico e culturale, fra cui alcune palazzine del Seicento, parte delle quali erano state abbattute negli anni sessanta per la realizzazione della strada sopraelevata che costeggia per circa sei chilometri l'area portuale, da Sampierdarena alla Foce.

Le principali strutture presenti sono:

Area gestita dalla Porto Antico di Genova S.p.A.modifica | modifica sorgente

  • Acquario di Genova (Ponte Spinola)
  • Area giochi del Mandraccio
  • Biblioteca Edmondo De Amicis (Magazzini del Cotone): fra le prime in Europa dedicata al pubblico giovanile da 0 a 18 anni.
  • Ascensore panoramico Bigo
  • Biosfera (Ponte Spinola)
  • Nave Blu (Ponte Spinola): originariamente Nave Italia, scafo realizzato per l’Expo ’92, è ora estensione dell’Acquario di Genova, al quale è collegato internamente. Contiene vasche e riproduzioni di ambienti naturali. Ad ottobre 2012 è avvenuto il distaccamento e trasferimento della Nave Blu presso i cantieri navali di Genova Sestri dove verrà eseguita una manutenzione straordinaria in previsione dell’apertura della grande vasca dei delfini prevista per la primavera 2013.
  • Eataly (Edificio Millo)
  • Genoa Port Center (Magazzini del Cotone): centro espositivo multimediale sulla cultura portuale nel Mediterraneo e in particolare nel porto di Genova.
  • Attracchi battelli turistici
  • Città dei bambini e dei ragazzi (Magazzini del Cotone): il più grande spazio permanente in Italia per bambini e ragazzi dai 2 ai 14 anni per la diffusione di scienza e tecnologia attraverso forme di apprendimento stimolanti. Fa parte del sistema Acquario Village.
  • Museo nazionale dell'Antartide Felice Ippolito (Edificio Millo)
  • Museo Luzzati a Porta Siberia
  • Palestra e Polisportiva Mandraccio (Palazzina Mandraccio)
  • Piazza delle Feste
  • Piscina Porto Antico (attiva da giugno a settembre)
  • Multisala cinematografica The Space Cinema
  • Vari esercizi commerciali
  • Vari ristoranti, bar, gelaterie e locali notturni
  • Porticciolo posti barca Marina Molo Vecchio

Area gestita dalla Marina Porto Antico S.p.A.modifica | modifica sorgente

  • Porticciolo posti barca Marina Porto Antico
  • Galeone Neptune
  • Hotel NH Marina
  • Vari esercizi commerciali
  • Vari ristoranti, bar e gelaterie

Aree gestite dal Comune di Genovamodifica | modifica sorgente

L'acquariomodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Acquario di Genova.

L'Acquario di Genova è un museo vivente che ospita circa 6000 esemplari di 600 specie marine diverse (pesci, animali marini, crostacei, rettili, piante). Si trova sul ponte Spinola[2].

Ha sessantuno vasche che occupano quasi 10.000 metri quadrati di spazio. A primavera 2013 è prevista l’apertura della grande vasca dei delfini.

La biosferamodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Biosfera (Genova).

La sfera in vetro e acciaio situata in mare accanto all'acquario ospita farfalle, iguane, felci e varie specie di piante tropicali che riescono a vivere grazie ad una particolare disposizione automatica che delle tende poste sulle pareti interne della sfera consentono il penetrare di un adeguato livello di calore solare dall'esterno. È stata progettata dal famoso architetto genovese Renzo Piano e inaugurata nel 2001 come simbolo del mondo in occasione del Vertice del G8 tenutosi a Genova. Oggi la visita all'interno della sfera è parte integrante del percorso offerto dall'Acquario di Genova.

Il Bigomodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Bigo (Genova).

È un monumento moderno in metallo progettato da Renzo Piano che riproduce in scala ingrandita una grande gru da carico come quelle montate sulle navi. Si tratta di un esperimento di design creato come scenografia del porto antico. La sua base è in acqua. La sua struttura sorregge un grande ascensore panoramico circolare e rotante che permette di godere di un panorama a 360° sull'area del porto, da un'altezza di circa 40 metri.

Porta Siberiamodifica | modifica sorgente

È una porta che faceva parte delle mura cinquecentesche edificate tra il 1551 e il 1553 da Galeazzo Alessi. Il nome deriva da cibaria poiché attraverso questo varco transitavano le derrate alimentari che giungevano via-mare e quelle in partenza destinate ad altri porti del Mediterraneo.

Anticamente era un luogo di riscossione del dazio doganale. Dopo la ristrutturazione del porto antico, nel 2001, è stato aperto al suo interno il museo dedicato al pittore e scenografo Emanuele Luzzati con esposizioni temporanee dell’artista genovese e dei maggiori illustratori contemporanei.

Magazzini del cotonemodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Magazzini del Cotone.

Edificio del primo '900 adibito allo stoccaggio delle merci, è oggi una struttura polifunzionale sede di Porto Antico di Genova Centro Congressi. All'interno dell'edificio sono presenti negozi, bar, la multisala cinematografica, strutture culturali e ricreative.

Edificio Millomodifica | modifica sorgente

La porzione dell'edificio Millo al cui primo piano ha sede il Museo nazionale dell'Antartide "Felice Ippolito"

Edificato nel 1876, ospita gli uffici di Porto Antico di Genova S.p.A, ristoranti, bar, negozi, la sede genovese di Eataly ed il Museo Nazionale dell'Antartide "Felice Ippolito".

Piazza delle Festemodifica | modifica sorgente

È il maggiore spazio situato sul molo antistante l’edificio Millo; tensostruttura versatile e multifunzionale può ospitare manifestazioni di vario genere (musicali, culturali, commerciali e sportive) da aprile a ottobre. Durante l'inverno diviene una pista di pattinaggio su ghiaccio.

Mandracciomodifica | modifica sorgente

Nei locali del Mandraccio vi è una palestra attiva da anni specializzata nell'insegnamento di fitness, danza e arti marziali. Nel piazzale antistante vi sorge un’area giochi inclusivi in cui bambini normodotati e con disabilità possono giocare insieme, senza separazioni. Dalla banchina dell'omonima calata partono i battelli Whalewatchgenova, per le escursioni di avvistamento cetacei nel Santuario Internazionale del Mar Ligure.

Galeone Neptune, Darsena e Galata - Museo del maremodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Galeone Neptune e Galata - Museo del mare.
dettaglio della fiancata del galeone neptune
La Darsena con il sommergibile Nazario Sauro

La Darsena chiude, di fatto, a ponente, il porto antico. Ospita oltre i bacini di carenaggio, le piccole imbarcazioni dei pescatori. Adiacente al Galata - Museo del mare e allo stabile che ospita la facoltà di Economia vi è ancorato il sommergibile-museo Nazario Sauro (S 518).

Il Galeone Neptune è una ricostruzione fantasiosa, in scala reale ed in grado di navigare (la sua velocità massima è di 5 nodi) di un antico galeone di pirati costruito come scenografia principale del film I pirati di Roman Polanski. Il galeone è oggi visitabile dal pubblico ed è ormeggiato accanto all'acquario.

Arena del maremodifica | modifica sorgente

Teatro sul mare collocato in testata di molo in fondo ai Magazzini del Cotone. Allestito in estate, è sede della rassegna di musica, teatro e danza Porto Antico EstateSpettacolo.

Servizio Navebus con Peglimodifica | modifica sorgente

Nella zona del porto antico è disponibile un servizio di battelli che collega l'area con la passeggiata a mare del quartiere di Pegli, gestito dall'AMT Genova.[3] Il battello Navebus può essere utilizzato al costo di un biglietto ordinario da 100 minuti AMT/FS (€ 1,50)

Il porto antico in cifre (dati 2007)modifica | modifica sorgente

Le strutture del porto antico gestite dalla società Costa Edutainment hanno registrato nel 2007 un totale di 1.670.000 presenze (per un fatturato di quasi 24 milioni di euro) con esiti in linea con quelli ottenuti in occasione di Genova capitale europea della cultura 2004.

Queste le cifre riferite al numero di visitatori delle principali attrattive, così come sono state riportate dal quotidiano genovese Il Secolo XIX[4]:

struttura n. visitatori
Galata - Museo del mare 130.000 (di cui 75 000 paganti)
Acquario 1.330.000
Biosfera 60.000
Bigo 77.000
Città dei bambini 120.000


Nel 2011 le presenze nell’area del Porto Antico sono state calcolate in circa 4.070.000 così articolate:

attività n. visitatori
Acquario di Genova 1.110.000
Spazi ludico/culturali 580.000
Attività Congressuale 108.000
Manifestazioni e Spettacoli 432.000
Attività Commerciali relax e tempo libero 1.800.000
Nautica da diporto 40.000

Galleria fotograficamodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Ariel Dello Strologo: «Genova chiusa e vecchia. Ma come potrei vivere altrove?», mentelocale.it.
  2. ^ Scheda e galleria fotografica dell'Acquario di Genova
  3. ^ Pagina sulla Navebus, dals ito dell'AMT
  4. ^ Fonte: Il Secolo XIX, 17 ottobre 2008, pag. 25

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Bibliografia su Genova.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Genova Portale Genova: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Genova







Creative Commons License