Progressione armonica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
IV-V-I in C.png
Ii-V-I turnaround in C.png
50s progression in C.png
Jazz standard bridge.png

Nell'ambito della teoria armonica, la progressione armonica è un insieme di trasposizioni ascendenti o discendenti di una sequenza di accordi.

Una progressione risulta corretta, secondo le regole dell'armonia di scuola insegnate nei corsi classici di composizione dei conservatori, se l'armonizzazione e l'agganciamento alla ripetizione successiva sono corretti. Sono cioè giustificate le anomalie armoniche che si verificano durante la progressione.

Le progressioni si suddividono in:

  • tonali o modulanti: le prime restano racchiuse nell'ambito di una sola tonalità, mentre le seconde modulano;
  • principali o derivate: le prime implicano accordi allo stato fondamentale, mentre nelle seconde almeno un accordo deve essere rivoltato;
  • regolari o irregolari: nelle prime le ripetizioni degli accordi sono l'esatta trasposizione diatonica della prima esposizione, mentre nelle seconde non lo sono.

Nel gergo musicale si parla di progressione armonica anche per riferirsi alla struttura armonica di una qualunque progressione.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica







Creative Commons License