Proto-bulgari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Template-info.svg
Localizzazione dei Protobulgari intorno all'anno 650.

I Proto-bulgari o Bulgari del Volga sono quei Bulgari che, abbandonata la steppa eurasiatica, si trasferirono nell'Europa danubiana. Di lingua turcica, convertitisi al Cristianesimo ad opera di missionari greco-ortodossi e slavi, gradualmente vennero linguisticamente e culturalmente assimilati agli slavi. I moderni bulgari sono discendenti dei proto-bulgari. In origine i proto-bulgari vivevano lungo il fiume Bolga, in seguito diventato Volga, dove erano giunti a partire dal II secolo, provenendo dall'Asia centrale. Verso il VII secolo una parte di essi si era stabilito definitivamente nei Balcani, dove si era unito ad alcune tribù slave. Nel 681 fu fondato il Primo Impero bulgaro. Anche i popoli indigeni dei traci e dei daci-geti, che erano vissuti nel territorio dell'odierna Bulgaria prima dell'invasione degli slavi, contribuirono alla formazione del gruppo etnico bulgaro, nato dall'unione di tutti i popoli della regione (compresi i valacchi).

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License