Raimondo Capizucchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Raimondo Capizucchi
cardinale di Santa Romana Chiesa
CardinalnobishopCOAPioM.svg
Nato Roma, 7 novembre 1615
Creato cardinale 1º settembre 1681 da papa Innocenzo XI
Deceduto Roma, 22 aprile 1691

Raimondo Capizucchi (al secolo Camillo; Roma, 7 novembre 1615Roma, 22 aprile 1691) fu un religioso domenicano che venne nominato cardinale da papa Innocenzo XI.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Camillo Cappizucchi (o Cappisucchi) nacque a Roma nel 1616[1].

Formazionemodifica | modifica sorgente

Entrò nell'Ordine domenicano nel convento di Santa Maria sopra Minerva,[2] cambiando il suo nome di battesimo in quello religioso di Raimondo. Venne ordinato sacerdote.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Sotto i pontificati di Alessandro VII e Clemente IX, ricoprì diverse cariche presso la Curia Romana: fu segretario della Congregazione dell'Indice (dal 1650) e maestro del Sacro Palazzo (dal 1654)

Papa Innocenzo XI, nel concistoro del 1º settembre 1681, lo elevò al rango cardinalizio con il titolo di cardinale presbitero di Santo Stefano al Monte Celio; sei anni dopo egli optò per il titolo di Santa Maria degli Angeli.

Morì il 22 aprile 1691 all'età di 75 anni.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ http://www.treccani.it/enciclopedia/raimondo-capizucchi_(Dizionario-Biografico)/ Accesso 15 aprile, 2013
  2. ^ Monumenta et antiquitates veteris disciplinae Ordinis Praedicatorum.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Predecessore Cardinale presbitero di Santo Stefano al Monte Celio Successore CardinalCoA PioM.svg
Bernardino Rocci
1675 - 1680
1681 - 1687 Francesco Bonvisi
1689 - 1700
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Maria degli Angeli Successore CardinalCoA PioM.svg
Antonio Bichi
1667 - 1687
1687 - 1691 Étienne Le Camus
1691 - 1707







Creative Commons License