Raina Kabaivanska

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Raina Kabaivanska salutata da Giorgio Napolitano al termine di un concerto, 26 febbraio 2009

Raina Kabaivanska, nata Raina Yakimova (Burgas, 15 dicembre 1934), è un soprano bulgaro naturalizzato italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Si diploma in canto e pianoforte al conservatorio di Sofia e nel 1957 debutta all'Opera Nazionale Bulgara della stessa città nell'Eugenio Onieghin di Pëtr Il'ič Čajkovskij.

Nel 1958 ottiene una borsa di studio del governo bulgaro per studiare canto in Italia, dove segue gli insegnamenti di Zita Fumagalli Riva. Nel 1959 debutta nel Tabarro di Giacomo Puccini a Vercelli accanto a Piero Cappuccilli, direttore Ino Savini. Poco tempo dopo vince il concorso della scuola giovani del Teatro alla Scala, dove ha come docente Antonino Votto.

Stabilitasi definitivamente a Modena, tra il 1960 e il 1985 si esibisce nei principali teatri del mondo, fra cui La Scala, il Metropolitan Opera di New York, la Royal Opera House di Londra, il Teatro Bolshoi di Mosca, il Teatro Colón di Buenos Aires.

Nel 1997 è protagonista del film Un bel dì vedremo di Tonino Valerii. Nel 2005 è tra gli interpreti di Gabrielle di Patrice Chéreau.

Calca le scene fino ai primi anni del XXI secolo, dedicandosi poi all'insegnamento presso l'Accademia di musica chigiana, dove tiene un corso per esecutori di opere pucciniane, oltre a dirigere altri corsi in Italia, Spagna e Francia. Fa parte inoltre della giuria di diversi prestigiosi concorsi in tutto il mondo.

Nel 2007 ai funerali di Luciano Pavarotti apre la cerimonia religiosa cantando l'"Ave Maria" di Verdi.

Cronologiamodifica | modifica sorgente

Per il Teatro alla Scala nel 1961 è La figlia in Torneo notturno di Gian Francesco Malipiero alla Piccola Scala, Agnese di Maino nella prima rappresentazione di Beatrice di Tenda con Joan Sutherland ed è Giovanna d'Arco di Marco Enrico Bossi in concerto; nel 1962 è Alice Ford in Falstaff con Renato Capecchi, Luigi Alva, Mirella Freni, Fedora Barbieri e Fiorenza Cossotto e con Rolando Panerai nella prima rappresentazione del 1963, è Suor Angelica nell'opera omonima e Turandot nella Turandot di Ferruccio Busoni con Rolando Panerai; nel 1964 è Elisabetta di Valois in Don Carlos con Nicolai Ghiaurov e Fiorenza Cossotto ed anche nel 1969, Margherita nella prima rappresentazione di Mefistofele con Carlo Bergonzi ed Irene nella prima rappresentazione di Rienzi l'ultimo dei tribuni con Giuseppe di Stefano; nella stagione lirica 1969/1970 è Elvira nella serata d'inaugurazione in Ernani comparendo anche con il cognome Corsaletti con Placido Domingo, Nedda in Pagliacci; è Madama Butterfly nel 1972 e nella prima rappresentazione con Leo Nucci diretta da Georges Pretre nel 1979; è Floria Tosca nella prima rappresentazione di Tosca con Domingo ed Alfredo Mariotti nel 1974 e con Luciano Pavarotti diretta da Seiji Ozawa nel 1980; nel 1976 è Maria in Simon Boccanegra con Piero Cappuccilli diretta da Claudio Abbado ed infine tiene due recital nel 1990 ed uno nel 1997.

Al San Francisco Opera nel 1962 debutta negli Stati Uniti il ruolo di Desdemona in Otello ed in questo ruolo ritornerà nel 1970, è Alice Ford in Falstaff nel 1966, è Leonora di Vargas ne La forza del destino nel 1976 e Nedda in Pagliacci nello stesso anno.

Nel 1962 debutta successivamente al Metropolitan Opera House di New York con Nedda in Pagliacci con Carlo Bergonzi. Nel 1963 è Mimì ne La bohème con Fernando Corena ed Elisabetta di Valois in Don Carlo diretta da Georg Solti, nel 1964 è Desdemona in Otello, Alice Ford in Falstaff con Luigi Alva e Leonora ne La forza del destino con Cesare Siepi, nel 1965 è Manon in Manon Lescaut, nel 1967 è Cio-Cio-San in Madama Butterfly, nel 1970 è Maddalena in Andrea Chénier, nel 1971 è Marguerite in Faust, nel 1972 è Lisa in The Queen of Spades di P. I. Tchaikovsky ed infine nel 1979 con la sua ultima performanceè come Tatiana in Eugene Onegin compare in circa settata rappresentazioni al Met.

Nel 1969 canta per la prima volta al Teatro Massimo di Palermo come Margherita nel Mefistofele di Boito con Jerome Hines e Giorgio Merighi, vi ritornerà nel 1971 debuttando Leonora del trovatore di Verdi con Piero Cappuccilli, Flaviano Labò, Fiorenza Cosstto, diretti da Antonino Votto. Nel 1991 al Politema di Palermo nella Tosca con Kristian Johannsson e Tom Fox. nel 1993 come Manon in Manon Lescaut con Kaludi Kaludov diretti da Donato Renzetti, nel 1994 in Madama Buttefly con Salvatore Fisichella, Eleonora Jankovic e Roberto Servile, nel 1995 come Francesca in Francesca da Rimini di Zandonai con Jose Cura, Silvano Carroli, Patrizia Orciani, Patrizia Pace, Adriana Cicogna, Elena Lo Forte, Mario Bolognesi, diretti da Maurizio Arena; nel 1996 torna nell'Adriana Lecouvreur con Giorgio Merighi, Luciana d'Intino, Alessandro Cassis diretti da Maurizio Arena, nel 1997 torna con due riprese a gennaio in Tosca con Keith Olsen e Silvano CArroli diretti da Donato Renzetti e maggio nel Falstaff per il centenario del Teatro Massimo con Alain Fondary e Simone Alaimo nel ruolo di Falstaff, Patrizia Pace, Bernadette Manca di Nissa, Roberto Iuliano, Francesca Franci diretti da Donato Renzetti; torna a Palermo al Teatro Massimo nel 2000 per debuttare La voix humaine di Poulenc; nel 2001 debutta Liza Elliott nella Lady in the Dark di Kurt Weill; nel 2002 per un recital.

Al Royal Opera House di Londra è Desdemona in Otello con Tito Gobbi diretta da Georg Solti nel 1962 e nel 1964, è Liù in Turandot nel 1963 e nel 1977 diretta da Zubin Mehta, è Floria Tosca con luciano Pavarotti nel 1977 ed infine è Cio-Cio-San con Leo Nucci ne 1981.

Al Wiener Staatsoper compare in dodici rappresentazioni complessive come Nedda in Pagliacci con Giuseppe Taddei nel 1965, Elisabetta in Don Carlo con Cesare Siepi nel 1968, Leonora ne Il trovatore con Piero Cappuccilli, Fiorenza Cossotto e José van Dam diretta da Herbert von Karajan nel 1978 ed infine Floria Tosca con Luciano Pavarotti nel 1989.

Al Teatro Regio di Parma è Manon nella ripresa di "Manon Lescaut" di Giacomo Puccini nel 1969, è Wally nella ripresa di "La Wally" di Alfredo Catalani nel 1975, Tosca nella ripresa di "Tosca" di Giacomo Puccini con José Carreras nel 1976 ed Adriana Lecouvreur nelle riprese di "Adriana Lecouvreur" di Francesco Cilea.

All'Arena di Verona è Manon con Placido Domingo nel 1970, Madama Butterfly con Leo Nucci nel 1978 e con Rolando Panerai nel 1983.

A Torino è Tosca nella ripresa nel Teatro Nuovo di Torino di "Tosca" con Plácido Domingo ed Alfredo Mariotti nel 1971 ed al Teatro Regio canta “I Vespri Siciliani” nel 1973, Tosca nella prima rappresentazione nel Palasport di "Tosca" nel 1974 ed al Regio Manon nella ripresa di "Manon Lescaut" con Alfredo Mariotti nel 1986.

Al Teatro Verdi di Trieste è Wally nel 1973, Desdemona nel 1975, Adriana Lecouvreur nel 1977, Tosca nel 1978 ed infine Francesca da Rimini nel 1980.

Nel 1980 nella Salle Garnier dell'Opera di Parigi è Tosca nella ripresa di "Tosca" di Giacomo Puccini e tiene un concerto al Teatro La Fenice di Venezia.

Nel 1981 è Adriana Lecouvrier nel Teatro Comunale di Firenze con Fiorenza Cossotto, Rolando Panerai e Carlo Cava. Nello stesso anno è Fausta nella prima rappresentazione nel Teatro dell'Opera di Roma di "Fausta" di Gaetano Donizetti con Renato Bruson.

Nel 1982 è Tosca a Bilbao.

Nel 1986 è Desdemona a Cagliari con la regia di Arnoldo Foà.

Nel 1988 è Anna Glawari ne La vedova allegra (operetta) al Teatro La Fenice di Venezia.

Nel 1989 è Manon al Teatro Comunale di Bologna.

Nel 1991 nel Teatro alla Fenice di Venezia è Adriana Lecouvreur nella ripresa di "Adriana Lecouvreur" ed Elisabetta di Valois in Don Carlo con Ferruccio Furlanetto e la contessa Madeleine nella ripresa nel Teatro Comunale di Bologna di "Capriccio" di Richard Strauss.

Nel 1992 canta nel Concerto di Gala alla Fenice con Mariella Devia, Marilyn Horne, Bernadette Manca di Nissa, Samuel Ramey e Katia Ricciarelli diretta da Georges Prêtre e canta la Manon a Bilbao con Alfredo Kraus.

Nel 1998 al Teatro Comunale di Cagliari è Mimì ne La bohème e The governess ne Il giro di Vite di Benjamin Britten.

Nel 2000 canta le 7 Romanze di Dmitrij Sostakovic al Teatro Carlo Goldoni di Venezia per La Fenice.

Nel 2002 è Liza Elliott in Lady in the dark di Kurt Weill per il Teatro dell'Opera di Roma.

Nel 2005 è La contessa ne La dama di picche al Teatro di San Carlo di Napoli e partecipa alla Fenice al Concerto Straordinario Premio una vita nella musica 2005 a Pier Luigi Pizzi con Anna Caterina Antonacci, Daniela Dessì e Mariella Devia.

Discografia parzialemodifica | modifica sorgente

  • Verdi, Falstaff - Karajan/Taddei/Kabaivanska, 1980 Deutsche Grammophon

DVD & Blu-Raymodifica | modifica sorgente

  • Leoncavallo, Pagliacci - Karajan/Kabaivanska, regista Paul Hagar 1968 Deutsche Grammophon
  • Puccini, Tosca (film 1976) - Bartoletti/Kabaivanska/Domingo, regista Gianfranco De Bosio 1976 Decca

Repertoriomodifica | modifica sorgente

Si è dedicata particolarmente all'opera italiana e francese dell'Ottocento e dei primi decenni del Novecento, ma il repertorio è comunque molto ampio e include le seguenti opere.

Christoph Willibald Gluck

Gaspare Spontini

Vincenzo Bellini

Gaetano Donizetti

Giuseppe Verdi

Richard Wagner

Charles Gounod

Jules Massenet

Pëtr Il'ič Čajkovskij

Giacomo Puccini

Francesco Cilea

Ruggero Leoncavallo

Alfredo Catalani

Riccardo Zandonai

Richard Strauss

Leoš Janáček

Benjamin Britten

Franz Lehár

Riconoscimentimodifica | modifica sorgente

Raina Kabaivanska ha ricevuto i seguenti premi operistici internazionali: Vincenzo Bellini (1965), Viotti d'Oro (1970), Puccini (1978), Luigi Illica (1979), Claudio Monteverdi (1980), il premio dell'Accademia Medici - Lorenzo il Magnifico, Firenze (1990), il Gran premio 'Una vita dedicata alla musica', Venezia (2000).

Onorificenzemodifica | modifica sorgente

Grand'Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana
— 7 dicembre 2000. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[1]

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana Sig.ra Raina Kabaivanska

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 51875668 LCCN: n82165421








Creative Commons License