Raymond Goethals

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Raymond Goethals
Raymond Goethals 1977.jpg
Dati biografici
Nazionalità Belgio Belgio
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Ritirato 1952 - giocatore
1994 - allenatore
Carriera
Giovanili
1930-1941 Daring Bruxelles Daring Bruxelles
Squadre di club1
1941-1949 Daring Bruxelles Daring Bruxelles  ? (-?)
1949-1952 R.C. Bruxelles R.C. Bruxelles  ? (-?)
Carriera da allenatore
1956-1957 RFC Hannutois
1957-1959 RS Waremme FC
1956-1966 Sint-Truiden Sint-Truiden
1966-1968 Belgio Belgio Assistente
1968-1976 Belgio Belgio
1976-1979 Anderlecht Anderlecht
1979-1980 Bordeaux Bordeaux
1980-1981 San Paolo San Paolo
1981-1984 Standard Liegi Standard Liegi
1984-1985 Vitoria Guimaraes Vitória Guimarães
1985-1987 Racing Jet Brüssel
1987-1989 Anderlecht Anderlecht
1989-1990 Bordeaux Bordeaux
1991 O. Marsiglia O. Marsiglia
1992 O. Marsiglia O. Marsiglia
1992-1993 O. Marsiglia O. Marsiglia
1993-1994 Anderlecht Anderlecht
Palmarès
UEFA European Cup.svg  Europei di calcio
Bronzo Belgio 1972
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 26 aprile 2010

Raymond Goethals (Bruxelles, 7 ottobre 1921Bruxelles, 6 dicembre 2004) è stato un allenatore di calcio e calciatore belga, di ruolo portiere.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Giocatoremodifica | modifica sorgente

Entrato a nove anni nel settore giovanile del Daring Bruxelles, Goethals esordì in prima squadra nel 1941. Nel 1949 passò ad un'altra squadra della capitale il Racing Club de Bruxelles, dove giocò fino al suo ritiro, avvenuto nel 1952 a soli 31 anni.

Allenatoremodifica | modifica sorgente

Esordimodifica | modifica sorgente

Diventato allenatore, Goethals ha allenato, tra il 1956 e il 1966, alcune squadre del campionato belga, prima di diventare Commissario tecnico del Belgio, incarico che mantenne dal 1968 fino al 1976.

Sotto la sua guida, la nazionale si qualificò per il Campionato mondiale di calcio 1970, dove venne eliminata nel primo turno dall'URSS e dal Messico. Due anni dopo invece la nazionale ottenne un terzo posto nel Campionato europeo di calcio 1972 eliminando ai quarti di finale la nazionale italiana campione in carica (vincendo in casa per 2-1 e pareggiando 0-0 in trasferta).

Anderlechtmodifica | modifica sorgente

Lasciato l'incarico di commissario tecnico della nazionale, Goethals allenò l'Anderlecht con cui vinse alla sua prima stagione una Coppa del Belgio che valse alla squadra la qualificazione in Coppa delle Coppe. L'Anderlecht riuscì poi ad arrivare in finale, ma venne sconfitta dall'Amburgo. Guadagnata la qualificazione nella competizione europea dell'anno successivo, l'Anderlecht riuscì questa volta a vincere consentendo a Goethals di ottenere il suo primo trofeo internazionale.

Esperienze internazionalimodifica | modifica sorgente

Nel decennio successivo Goethals ha allenato sia in patria (lo Standard Liegi con cui otterrà il primo anno un treble vincendo tutti e tre i trofei nazionali) sia in altri paesi, tra cui la Francia (allenerà il Bordeaux nelle stagioni 1979-1980 e 1989-1990) e il Brasile (in cui vincerà il campionato paulista del 1980 con il San Paolo).

In seguito ad un'inchiesta della Federcalcio belga del 1984, fu squalificato per aver comprato, insieme ad alcuni giocatori, l'ultima partita del Campionato di calcio belga 1981-1982 tra Standard Liegi e Waterschei, vinta 3-1 dai padroni di casa, decisiva per la vittoria dello Scudetto[1].

Olympique Marsigliamodifica | modifica sorgente

Nel gennaio del 1991, dopo l'esonero di Franz Beckenbauer, venne chiamato ad allenare l'Olympique Marsiglia conducendolo alla vittoria del campionato e alla finale di Coppa dei Campioni, persa poi contro la Stella Rossa. Per la stagione successiva Goethals non fu confermato preferendogli Tomislav Ivić, tuttavia all'esonero dell'allenatore croato tornò sulla panchina vincendo il suo secondo campionato consecutivo. Nella stagione 1992-1993 Goethals fu richiamato sulla panchina dell'Olympique Marsiglia nel novembre 1992 ed ottenne un double: vinse infatti la Coppa dei Campioni (divenendo l'allenatore più anziano ad aver vinto tale trofeo)[2] e il campionato per la terza volta consecutiva, anche se quest'ultimo fu revocato a causa dell'Affaire VA-OM[3].

Anderlechtmodifica | modifica sorgente

Alla fine della stagione Goethals tornò in Belgio per allenare l'Anderlecht, squadra con cui vinse il Campionato di calcio belga 1993-1994. In seguito a questo trionfo Goethals smise di allenare. Morì nel dicembre 2004, all'età di 83 anni, nella sua città natale, Forest[4].

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Allenatoremodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Competizioni nazionalimodifica | modifica sorgente
Standard Liegi: 1981-1982, 1982-1983
Anderlecht: 1993-1994
Anderlecht: 1975-1976
Standard Liegi: 1980-1981
Standard Liegi: 1981, 1983
Olympique Marsiglia: 1990-1991, 1991-1992 (+ 1992-1993 revocato)
Competizioni internazionalimodifica | modifica sorgente
Anderlecht: 1976, 1978
Anderlecht: 1977-1978
Olympique Marsiglia: 1992-1993

Individualemodifica | modifica sorgente

1990-1991
1991-1992

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ L'affaire de corruption Standard - Waterschei, sur le site standard.be
  2. ^ Milan al capolinea, scende anche Gullit
  3. ^ Lunedi' Fifa e Uefa sul caso Marsiglia
  4. ^ Addio a Goethals, lo scienziato del calcio

Controllo di autorità VIAF: 2555961 LCCN: n2007082741








Creative Commons License