Fussballclub Red Bull Salzburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Red Bull Salisburgo)
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la squadra di hockey su ghiaccio, vedi Eishockeyclub Red Bull Salzburg.
FC Red Bull Salzburg
Calcio Football pictogram.svg
die Bullen, rot-weiß (già violett-weiß)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali Bianco e Rosso.svg Bianco-rosso
Simboli due tori
Dati societari
Città AUT Salzburg (Stadt) COA.svg Salisburgo
Paese Austria Austria
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Austria.svg ÖFB
Campionato Bundesliga
Fondazione 1933
Rifondazione 2005
Presidente Grecia Georgios Esplandatkoulos
Allenatore Germania Roger Schmidt
Stadio Red Bull Arena
(30.188[1] posti)
Sito web www.redbulls.com
Palmarès
Titoli nazionali 8 Campionati Austriaci
Trofei nazionali 1 Coppa d'Austria
3 Supercoppe d'Austria
Si invita a seguire il modello di voce

Il Fussballclub Red Bull Salzburg, noto in Italia come Red Bull Salisburgo o anche solo Salisburgo, è una società calcistica austriaca della città di Salisburgo. Milita nella Bundesliga austriaca e gioca le partite casalinghe nello Stadion Wals-Siezenheim, o Red Bull Arena.

Storicamente conosciuta come Austria Salisburgo, ha cambiato nome, colori sociali e gagliardetto nel 2005 col passaggio di proprietà alla società austriaca di bevande Red Bull, situazione che ha creato forte malcontento nella tifoseria e che l'ha divisa fra coloro che comunque sostengono la squadra rivoluzionata e coloro che non l'accettano. Questi ultimi hanno fondato una squadra con la denominazione originale di Sportverein Austria Salzburg, che gioca in Regionalliga.

Storiamodifica | modifica sorgente

L'attuale club fu fondato il 13 settembre 1933 come Sportverein Austria Salzburg. Fino alla sua attuale denominazione la società ha cambiato diverse volte nome ed i colori sociali per motivi legati allo sponsor.

Denominazionimodifica | modifica sorgente

  • Dal 1933 al 1946 SV Austria Salzburg
  • Dal 1946 al 1950 TSV Austria Salzburg - Fusione con ATSV Salzburg
  • Dal 1950 al 1973 SV Austria Salzburg
  • Dal 1973 al 1976 SV Gerngroß A. Salzburg
  • Dal 1976 al 1978 SV Sparkasse Austria Salzburg
  • Dal 1978 al 1997 SV Casino Salzburg
  • Dal 1997 al 2005 SV Wüstenrot Salzburg
  • Dal 2005 FC Red Bull Salzburg

La squadra ha vinto otto campionati austriaci, nel 1993-1994, 1994-1995, 1996-1997, 2006-2007, 2008-2009, 2009-2010, 2011-2012 e 2013-2014 oltre a tre supercoppe nazionali. In Europa ha ottenuto il suo risultato più prestigioso nel 1994, raggiungendo la finale di Coppa UEFA, persa però contro l'Inter.

Dal maggio 2006 all'aprile 2008 l'allenatore è stato l'italiano Giovanni Trapattoni, che ha avuto come assistente, nella stagione 2006-2007, il tedesco Lothar Matthäus, suo ex giocatore ai tempi dell'Inter e del Bayern Monaco.

Nella stagione 2008-2009 il club ha trascorso quasi tutto il campionato in prima posizione, conquistando il titolo austriaco con due giornate d'anticipo, grazie alla sconfitta del Rapid Vienna a Ried. Con questo trionfo, il quinto della storia, la squadra ha ottenuto la qualificazione al secondo turno preliminare della Champions League 2009-2010; l'impresa di accedere al tabellone principale della Champions però non riesce e così la squadra partecipa alla prima edizione dell'Europa League, dove viene eliminata ai sedicesimi dallo Standard Liegi. Nella stagione 2009-2010 vince nuovamente il campionato con un punto di vantaggio sull'Austria Vienna.

I giocatori del Red Bull festeggiano una vittoria contro lo Sturm Graz

Il 17 luglio 2012, i Red Bull perdono la prima partita per le qualificazioni per la Champions League per 1-0 a Dudelange contro i lussemburghesi del F91 Dudelange, tiro potente e ben centrato dell'attaccante Aurélien Joachim. In seguito vincono 4-3 contro la squadra lussemburghese, ma per la regola dei gol in traferta è passata l'altra squadra.

Il Salisburgo è l'unica squadra ad aver superato per due volte il proprio raggruppamento di Europa League a punteggio pieno da quando è in vigore la fase con 6 partite a gruppo, riuscendovi nelle stagioni 2009-10 e 2013-14. In particolare, nell'Europa League 2013-2014 il Salisburgo, superata a punteggio pieno il girone, affronta l'Ajax, con il quale vince 3-0 ad Amsterdam e vince 3-1 in casa; questo risultato è storico per il Salisburgo, perché non ha mai raggiunto gli ottavi di finale di Europa League prima di stagione. Agli ottavi incontra il Basilea.[2] Nel doppio incontro con la squadra svizzera gli austriaci pareggiano all'andata in Svizzera 0-0 e perdono 2-1 in casa, uscendo così dal torneo.

Rosa 2013-2014modifica | modifica sorgente

N. Ruolo Giocatore
1 Svezia P Eddie Gustafsson
5 Brasile D Andre Ramalho
6 Svizzera D Christian Schwegler
8 Austria D Florian Klein
10 Senegal A Sadio Mané
11 Austria C Marco Meilinger
13 Austria C Stefan Ilsanker
14 Norvegia C Valon Berisha
15 Austria D Franz Schiemer
17 Austria D Andreas Ulmer
18 Slovacchia C Dušan Švento
19 Perù C Yordy Reyna
20 Germania P Thomas Dähne
N. Ruolo Giocatore
22 Austria C Stefan Hierländer
23 Austria A Robert Žulj
24 Austria C Christoph Leitgeb
25 Ghana D Isaac Vorsah
26 Spagna A Jonathan Soriano
27 Brasile A Alan
28 Danimarca D Asger Sørensen
29 Brasile D Rodnei
30 Benin C Jodel Dossou
31 Ungheria P Péter Gulácsi
33 Germania P Alexander Walke (C)
36 Austria D Martin Hinteregger
37 Austria C Valentino Lazaro
39 Austria C Georg Teigl
44 Slovenia C Kevin Kampl

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Trofei nazionalimodifica | modifica sorgente

1993-1994, 1994-1995, 1996-1997[3], 2006-2007, 2008-2009, 2009-2010, 2011-2012, 2013-2014
2011-2012
1994, 1995, 1997[4]

Trofei regionalimodifica | modifica sorgente

1936-1937, 1958-1959, 2004-2005[5]

Altri trofeimodifica | modifica sorgente

1970

Giocatori celebrimodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Categoria:Calciatori del F.C. Red Bull Salzburg.

Squadra Amateuremodifica | modifica sorgente

Squadra 2011/12

Assieme all'Austria Vienna, il Salisburgo è l'unica società austriaca ad avere avuto una squadra riserve professionistica. Il Red Bull Salzburg Juniors, od anche Amateure, ha infatti militato in Erste Liga per tre stagioni, conquistando nella stagione 2008-2009 il 7º posto. Dal 2010 è stata retrocessa d'ufficio in Regionalliga per la riforma del torneo cadetto austriaco.

La squadra gioca alla Red Bull Arena ed è allenata da Gerald Baumgartner.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ FC Red Bull Salzburg
  2. ^ (DE) Rote Bullen erstmals im Europa League-Achtelfinale! FC Red Bull Salzburg 3 - 1 Ajax Amsterdam, redbulls.com, 27 febbraio 2014. URL consultato il 1 marzo 2014.
  3. ^ I titoli 1993-1994, 1994-1995 e 1996-1997 sono stati vinti con il nome Sportverein Austria Salzburg
  4. ^ I titoli 1994, 1995 e 1997 sono stati vinti con il nome Sportverein Austria Salzburg
  5. ^ Titolo vinto dalla squadra Amateure.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Calcio







Creative Commons License