Renato Dardozzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Renato Dardozzi (Parma, 19222003) è stato un sacerdote italiano, cancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze e, per venti anni, uno dei pochissimi consiglieri della Segreteria di Stato della Santa Sede, il più antico ed importante dicastero della Curia romana, prima con il Cardinal Segretario di Stato Agostino Casaroli poi con il suo successore Angelo Sodano.

L'archivio Dardozzimodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Donato De Bonis.

Alla morte, per sua volontà testamentaria, è stato reso pubblico un archivio di oltre quattromila documenti, costituito di carte-lettere, relazioni, bilanci, verbali, note contabili, bonifici, missive tra le più alte autorità vaticane, che, raccolte dal giornalista Gianluigi Nuzzi nel suo libro Vaticano S.p.A.[1], racconta come lo IOR parallelo fosse attivo nel riciclaggio di denaro sporco, tangenti, supporto finanziario alla mafia, fondazione di un partito di centro destinato a sostituire la Democrazia Cristiana, crollata in seguito a tangentopoli, ecc.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Vaticano S.p.a. di Gianluigi Nuzzi. Da un archivio segreto emerge una realtà fatta di soldi, trame, documenti cifrati, tangenti, denaro sporco… | IL GIORNALE DEL FRIULI

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License