Renzo Castagneto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Renzo Castagneto (Verona, 29 novembre 1891Sanremo, 16 febbraio 1971) è stato un pilota automobilistico e dirigente sportivo italiano.

Corridore automobilistico specialista nelle prove di fondo, fu assieme al conte Aymo Maggi, al conte Franco Mazzotti e al giornalista Giovanni Canestrini l'ideatore e poi organizzatore di tutte le corse automobilistiche, della affascinante Mille Miglia che diresse per 27 anni e della maggior parte delle corse svoltesi all'epoca in Italia, tutti i Gran Premi dell'Autodromo di Monza dal 1928 al 1940, la Bologna-Firenze-Bologna, la 12 ore di Messina, la Brescia-Pontedilegno e in Libia, la Bengasi Tripoli e la Tobruck-Tripoli. Fu soprattutto instancabile organizzatore sportivo. in tema ciclistico, per due anni fu il direttore del Giro d'Italia, della Milano-Sanremo e del Giro di Lombardia, organizzò la Brescia-Roma a tappe, per parecchi anni e molte corse locali.

In campo calcistico nel 1933-34 divenne commissario straordinario nel Comitato di reggenza della squadra calcistica cittadina, il Brescia. Dopo l'esperienza con il Brescia fu commissario straordinario del Foot Ball Club Casalini, seconda squadra bresciana che militava in terza serie.

Il 18 maggio 1974 in viale Rebuffone, all'altezza di quella che fu la linea di partenza della Mille Miglia, veniva inaugurato un busto di Renzo Castagneto, opera dello scultore salodiano Angelo Aime.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

Enciclopedia Bresciana. Volume II pagina 129. Di Antonio Fappani. Ed. La Voce del Popolo.








Creative Commons License