Rhinos Milano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rhinos Milano
Football americano American football pictogram.svg
Logo Rhinos Milano.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Helmet
Left arm Body Right arm
Trousers
Socks
Casa
Helmet
Left arm Body Right arm
Trousers
Socks
Trasferta
Colori sociali Arancione e Nero.svg Arancione, Nero, Bianco
Simboli Rinoceronte
Dati societari
Città CoA Città di Milano.svg Milano
Paese Italia Italia
Confederazione EFAF
Federazione FIDAF
Campionato IFL
Fondazione 1977
Denominazione Rhinos Milano Srl
Presidente Fabio Depaoli
Capo-allenatore Alessandro Trabattoni
Stadio Velodromo Vigorelli, Milano
(8.000 posti)
Rhinos vigorelli.jpg
Sito web www.rhinos.it
Palmarès
Scudetto.svgScudetto.svgScudetto.svgScudetto.svg
Superbowl italiani 4
NWC Bowl 1
Youngbowl 1

La Rhinos Milano American Football Team è una squadra di football americano di Milano. La società, fondata nel 1977 a Piacenza col nome Pantere Rosa assume l'attuale denominazione nel settembre dello stesso anno. Il primo presidente dei Rhinos, Giovanni "Gionni" Colombo è stato il primo presidente della Federazione Football Italiana, e a tutt'oggi il trofeo in palio nella finale di campionato (Superbowl Italiano) è intitolato a suo nome (Gionni Colombo Trophy).

Storiamodifica | modifica sorgente

La nascita di una dinastiamodifica | modifica sorgente

La storia della società milanese inizia nel lontano 1977 quando a Piacenza nascono le Pantere Rosa, la prima squadra di football italiana, che diventano Rhinos pochi mesi dopo trasferendosi a Milano dove cominciano la loro attività sportiva grazie anche alla contemporanea costituzione di un’altra squadra di football: i Frogs di Busto Arsizio.

Per i Rhinos comincia così l’avventura nel football americano "made in Italy". Nei primi anni la squadra partecipa ai tornei della NIFL (North Italian Football League), il torneo disputato dalle squadre delle Basi Nato nella penisola italiana, e nel 1978 disputano il primo incontro in assoluto tra due squadre italiane, i Frogs Busto Arsizio. La partita finisce con il risultato di 34-0 per i Rhinos.

Dal 1978 al 1980 vengono disputate amichevoli con i Frogs e con le nuove realtà nascenti nella penisola: Rams Milano, Aquile Ferrara e Giaguari Torino. Queste cinque squadre fondarono nel 1980 l’AIFA (Associazione Italiana Football Americano) e diedero il via, nel 1981 al primo campionato nazionale. Nei primi tre anni di vita dell’AIFA sono i Rhinos a farla da padrone vincendo il Superbowl per tre volte di fila (’81, ’82, ’83) imponendosi sui Frogs le prime due volte (’81 e ’82) e sui Warriors Bologna la terza (’83). Negli anni successivi i Rhinos perdono forse gli stimoli che li avevano portati a dominare i primi campionati, e causa anche il ricambio generazionale e l'esplosione del football in Italia, vivono un po’ di rendita alternando buone e mediocri stagioni, ma quasi sempre comunque riuscendo a centrare l’obiettivo play off.

Gli anni '90, l'ultimo trofeo e il declinomodifica | modifica sorgente

Il risveglio dei rinoceronti avviene nel 1990, dopo 7 anni infatti i Rhinos riescono a vincere ancora il Superbowl pareggiando i conti con gli acerrimi rivali dei Frogs Legnano, che nel frattempo dominano ed arrivano a 4 successi nel Superbowl come i milanesi. Purtroppo la fine della stagione 1990 segna anche l’inizio della fine dei Rhinos ed il declino del football italiano in generale.

Si chiude un ciclo, un’epoca ricca di successi, con la vittoria del Superbowl a Rimini proprio contro i Frogs per 33 a 6. Non c’è storia in quella partita, ma pochi mesi dopo l’exploit, la società deve chiudere e i pluricampioni d’Italia da quel momento spariscono nel nulla, perdendo anche l'occasione di debuttare in Europa nell'Eurobowl, la coppa dei campioni europea di football americano.

I Rhinos quindi escono di scena lasciando un buco enorme nel campionato italiano e tutti i giocatori milanesi vanno a confluire nelle altre squadre rafforzandole e portandole a risultati anche pregevoli (Pythons Milano e Pharaones Garbagnate). Bisogna aspettare il 1994 per rivedere i Rhinos di nuovo in campo. Nuovi colori sociali e nuova dirigenza, tuttavia il prezzo da pagare per riesumare il glorioso rinoceronte è altissimo: il sacrificio di due squadre milanesi che tanto avevano dato al football negli anni passati. Si fondono infatti i Pythons Milano ed i Pharaones Nord Milano (Garbagnate), Campioni d'Italia nel 1992.

I nuovi Rhinos non perdono il momento ed arrivano subito al Superbowl, ma il 1994 vede capitolare i milanesi per la prima volta nelle loro cinque apparizioni ed il trofeo va ai Frogs Legnano per 34-27. La sconfitta al Superbowl del '94 ha un impatto durissimo sulla squadra milanese che macina ancora 4 stagioni di livello non eccelso, chiudendo i battenti per la seconda volta, alla fine del campionato del 1998 dopo sole cinque stagioni.

Il nuovo secolo e la rinascita dalle cenerimodifica | modifica sorgente

Grazie alla volontà ed allo spirito di cinque amici (Massimio Boschi, Federico Fiorentino, Giovanni Ganci, Fabio Gentile e Roberto Rizza), i Rhinos Milano ricominciano la loro attività sul finire del 2000 con una squadra di flag football. I nuovi Rhinos del 21° secolo cominciano facendo amichevoli con le squadre di Piemonte, Liguria ed Emilia-Romagna, ma la fame di football a Milano è tanta e nel 2001 comincia il reclutamento per la squadra tackle.

Contestualmente, insieme alle nascenti (o rinascenti) squadre del nord ovest (Chargers Novi Ligure, Centurions Alessandria, Squali Genova e Neptunes Bologna), i Rhinos sono una delle cinque "stelle" che fondano la North Western Conference (NWC), una lega di football americano in seno alla FIAF ma limitata all'area del nord ovest con l'eccezione dei Neptunes Bologna. I Rhinos Milano partecipano a 3 campionati della NWC prima di fare il salto di categoria, vincendo il NWC Bowl II nel 2003 a Novara battendo i Chargers Novi Ligure per 35-12 e perdendo l'anno successivo, sempre a Novara, nel NWC Bowl III per 22-7 contro i Red Jackets Sarzana.

Nel 2005 i Rhinos approdano quindi in Serie A2 facendo il loro esordio all'Arena di Milano davanti a quasi 1000 spettatori e battendo i Draghi Udine 18-14 in una partita rocambolesca che li vedeva sotto di 14-0 a metà incontro. L'avventura dei Rhinos in Serie A2 dura due anni, nel 2006 infatti la squadra milanese vince il proprio girone con un record di 6-1 ed arriva fino alla semifinale (persa contro gli Hogs Reggio Emilia per 42-0). A fine campionato i Rhinos si classificano terzi ed acquisiscono il diritto ad accedere alla Serie A1 a causa della defezione di Hogs Reggio Emilia (vincitori del campionato di A2) e degli Skorpions Varese (finalisti).

Dal 2007 i Rhinos Milano tornano quindi nella massima serie e ritornano ai playoff nel 2012, dopo 5 stagioni di purgatorio, dopo una stagione da protagonisti che li vede terminare il campionato con un record di 8-3 ed un quarto posto ad una sola vittoria di differenza dai Panthers Parma, futuri campioni d'Italia. Il turno di playoff sarà fatale ai rinoceronti che perderanno in casa contro i Giants Bolzano 21-7.

Dettaglio delle stagionimodifica | modifica sorgente

SERIE Amodifica | modifica sorgente

Stagione regular season playoff
  Vin Par Per Tot PF PS Vin Per Tot PF PS risultato avversaria
1981 8 0 0 8 165 52 1 0 1 24 8 Campioni d'Italia Frogs Gallarate
1982 9 0 1 10 303 44 2 0 2 33 0 Campioni d'Italia Frogs Gallarate
1983 10 0 0 10 334 28 3 0 3 68 20 Campioni d'Italia Warriors Bologna
1984 4 2 4 10 135 81 - - - - - - -
1985 7 1 4 12 147 83 1 1 2 27 24 quarti di finale Panthers Parma
1986 7 1 2 10 163 33 2 1 3 44 35 semifinale Angels Pesaro
1987 10 0 2 12 429 129 1 1 2 28 36 quarti di finale Seamen Milano
1988 11 0 1 12 329 145 2 1 3 82 56 semifinale Warriors Bologna
1989 9 0 3 12 377 156 1 1 2 52 27 quarti di finale Chiefs Ravenna
1990 11 0 1 12 482 129 3 0 3 123 26 Campioni d'Italia Frogs Legnano
1994 8 1 1 10 187 113 1 1 2 62 58 Superbowl Frogs Legnano
1995 6 1 5 12 278 268 0 1 1 14 32 quarti di finale Phoenix Bologna
1996 3 0 9 12 178 316 - - - - - - -
1997 4 0 6 10 190 184 0 1 1 13 21 quarti di finale Lions Bergamo
1998 2 0 8 10 134 376 - - - - - - -
2007 1 0 6 7 114 247 - - - - - - -
2008 4 0 6 10 260 291 - - - - - - -
2009 4 0 5 9 213 244 - - - - - - -
2010 4 0 4 8 234 199 - - - - - - -
2011 5 0 4 9 456 309 - - - - - - -
2012 8 0 3 11 347 281 0 1 1 7 21 quarti di finale Giants Bolzano
2013 2 0 6 8 155 175 - - - - - - -
Totale 137 6 82 226 5510 3883 17 9 26 577 364    

Cronologiamodifica | modifica sorgente

  • 1978 25 giugno Rhinos Milano-Frogs Busto Arsizio 34-0 È la prima partita di football italiano disputata in Italia tra squadre italiane dopo il torneo del 1977 di Viareggio organizzato da Bruno Beneck.
  • 1979-80 Prima squadra ammessa a partecipare ai Tornei Basi Nato
  • 1981 Serie A Campioni d'Italia (vs Frogs Gallarate 24-8)
  • 1982 Serie A Campioni d'Italia (vs Frogs Gallarate 11-0)
  • 1983 Serie A Campioni d'Italia (vs Warriors Bologna 20-14)
  • 1984 Serie A 4º posto Girone Nord
  • 1985 Serie A 3º posto Girone Est Quarti di finale (@ Panthers Parma 14-24)Campioni d'Italia Under 21
  • 1986 Serie A 2º posto Girone Ovest Semifinale (@ Angels Pesaro 0-10)
  • 1987 Serie A 2º posto Girone B Quarti di finale (@ Seamen Milano 7-29)
  • 1988 Serie A 1º posto Girone Centro Semifinale (vs Warriors Bologna 13-20)
  • 1989 Serie A 4º posto Girone A Quarti di finale (@ Chiefs Ravenna 13-14)
  • 1990 Serie A Campioni d'Italia (vs Frogs Legnano 33-6)
  • 1991-1993 non ha disputato campionati
  • 1994 Fusione di Pythons Milano e Pharaones Milano e rinascita del team
  • 1994 Serie A 1º posto Girone B Finalista Superbowl (vs Frogs Legnano 27-37)
  • 1995 Serie A 3º posto Girone B Quarti di finale (@ Phoenix Bologna 14-32)
  • 1996 Serie A 5º posto Girone A
  • 1997 Serie A 3º posto Girone Ovest Wild Card (@ Lions Bergamo 13-21)
  • 1998 Serie A 3º posto Girone B
  • 1999-2001 non ha disputato campionati
  • 2002 Serie C (Fivemen) 5º posto nel Girone unico
  • 2003 Serie C - NWC 1º posto nel Girone unico Campioni NWC BOWL II (vs Chargers Novi Ligure 35-12)
  • 2004 Serie C - NWC 1º posto nel Girone A Finalista NWC BOWL III (vs Red Jackets Sarzana 7-22)
  • 2005 Serie B - 4º posto nel Girone Nord Quarti di Finale (@ Guelfi Firenze 0-25)
  • 2006 Serie A2 - 2º posto Girone NorthWestern (5º posto Ranking Nazionale Sauceda) Semifinale A2 (@ Hogs Reggio Emilia 0-42)
  • 2007 Serie A1 - 7º posto (record 1-6)
  • 2008 IFL - Serie A1 - 5º posto (record 4-6)
  • 2009 IFL - Serie A1 - 5º posto (record 4-5)
  • 2010 IFL - Serie A1 - 5º posto (record 4-4)
  • 2011 IFL - Serie A1 - 4º posto (record 5-4)
  • 2012 IFL - Serie A1 - 4º posto (record 8-3) Wild Card (vs Giants Bolzano 7-21)
  • 2013 IFL - Serie A1 - 7º posto (record 2-6)

Staff Tecnico Stagione 2013modifica | modifica sorgente

Head coachmodifica | modifica sorgente

Offensive Coachesmodifica | modifica sorgente

Defensive Coachesmodifica | modifica sorgente

Special Teammodifica | modifica sorgente

Rinocerontimodifica | modifica sorgente

I Rinoceronti Milano (o Rhinos B oppure Rhinos 2) sono stati per tre stagioni (2006-2008) il farm team dei Rhinos, squadra creata per far fare esperienza ai giocatori non a roster in prima squadra.

Nelle stagioni 2006 e 2007 i Rinoceronti hanno disputato i campionati di Arena football (2006) e serie B NFLI (2007), mentre nel 2008 hanno disputato il campionato di serie A2 della FIDAF.

Dal 2009 la squadra non ha partecipato a nessun campionato.

MVPmodifica | modifica sorgente

Hall Of Famemodifica | modifica sorgente

La Rhinos Hall of Fame serve per riconoscere i meriti sportivi e umani dei più grandi giocatori che, con le loro gesta, hanno creato il mito dei Rhinos Milano. Possono farne parte, tutti coloro i quali abbiano contribuito in maniera considerevole a scrivere la storia dei Rhinos: atleti, allenatori e dirigenti.

Nome Classe Ruolo
Giovanni Colombo 2006 Presidente
Francesco Guizzetti 2006 Giocatore
Gianluca Melegatti 2006 Medico
Alessandro Trabattoni 2006 Giocatore
Stefano Lollo Colombo 2006 Giocatore
Alberto Vedovato 2007 Giocatore
Carlo Riccardi 2007 Giocatore
Lino Benezzoli 2007 Giocatore

Persone introdotte nella Hall of Fame Italymodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License