Roberto La Paz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roberto La Paz
RobertoLaPaz.jpg
Dati biografici
Nome Roberto Luiz La Paz
Nazionalità Uruguay Uruguay
Altezza 185 cm
Peso 84 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Ritirato 1953
Carriera
Squadre di club1
1945-1946 Sud America Sud América  ? (?)
1946-1947 Frattese Frattese  ? (?)
1947-1949 Napoli Napoli 33 (6)
1949-1950 O. Marsiglia O. Marsiglia 8 (2)
1950-1951 Montpellier Montpellier 14 (9)
1951-1952 Monaco Monaco 13 (3)
1952-1953 O. Marsiglia O. Marsiglia 0 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Roberto Luiz La Paz (Canelones, 19 agosto 1919) è un ex calciatore uruguaiano, di ruolo attaccante.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Attaccante dal fisico possente, acquistato dalla Frattese nel 1946 disputò un campionato con la Frattese non entusiasmando, quindi due campionati con la maglia del Napoli dal 1947 al 1949, uno in Serie A e l'altro in Serie B, , dopo esservi arrivato, svincolato, in piroscafo su suggerimento di Michele Andreolo[1]: fu il primo calciatore di colore nella storia della società partenopea[2]. Si distinse particolarmente in una vittoria casalinga per 5-1 (durante la quale i partenopei si videro annullare un gol di Barbieri e negare un rigore per fallo di mani in una partita contro una squadra dalla difesa sino a quel momento difficile da battere) contro il Modena in cui, secondo il cronista del Corriere dello Sport, disputò una partita magistrale[3]. Il 20 giugno 1948, in occasione della sconfitta a Milano contro l'Inter per 1-0, segnò un gol al 43° che l'arbitro Bonivento di Venezia annullò dopo aver indicato ai giocatori di tornare a centrocampo, per una carica irregolare su Angelo Franzosi[4]. Questa partita, la terz'ultima di campionato, costò la retrocessione del Napoli al termine della stagione 1947-48[5]. Dopo l'esperienza italiana, si trasferì in Francia dove indossò le maglie di Olympique Marsiglia, in cui debuttò il 1 gennaio 1950 in Division 1 nella vittoria casalinga contro lo Stade Français per 2-1[6], poi, ceduto in prestito dal Marsiglia[7], del Montpellier e del Monaco.

Viene ricordato anche per essere stato in campo in una vittoria in amichevole della Frattese con la quale debuttava contro il Milan, nel 1946, per 4-1[8]. All'epoca della sua militanza con i partenopei era noto alla stampa specializzata come Luis La Paz[9].

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Corriere dello Sport del 20 settembre 1947, pagina 2, numero 242bis
  2. ^ Gianfranco Coppola, Napoli, pag. 21
  3. ^ Corriere dello Sport, 8 dicembre 1947, pagina 3
  4. ^ Corriere dello Sport, 21 giugno 1948, pagina 2
  5. ^ Articolo clubnapoliforum.com
  6. ^ Scheda del giocatore omstatsclub.com
  7. ^ Scheda del giocatore om1899.com
  8. ^ 70 anni di storia della Frattese Calcio 1928-2004, di Pasquale Pezzullo, pagina 18 books.google.it
  9. ^ Almanacco del Calcio edizione 1949, pagina 172

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License