Romano Luperini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Romano Luperini (Lucca, 6 dicembre 1940) è un critico letterario, scrittore e politico italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Ha frequentato il liceo classico Galileo Galilei di Pisa e ha compiuto studi universitari umanistici. Nel 1969, con Luciano Della Mea, è stato tra i fondatori della "Lega dei comunisti pisani", un movimento nato attorno alla rivista Nuovo impegno; in seguito all'unificazione con altri gruppi, il movimento mutò il nome in Lega dei Comunisti, un'organizzazione che, assieme ad Avanguardia Operaia e alla componente del Partito di Unità Proletaria per il comunismo che faceva capo a Vittorio Foa, porterà alla formazione del partito di Democrazia Proletaria nel 1977.

È uno dei massimi esponenti della critica letteraria italiana. Insegna letteratura italiana moderna e contemporanea all'Università di Siena ed è professore aggiunto all'Università di Toronto (Canada). Oltre a dirigere riviste e collane di letteratura e di critica letteraria, è autore di un gran numero di saggi di critica letteraria. Si è occupato in prevalenza della stagione storico-letteraria compresa fra Naturalismo e Avanguardia, con una particolare attenzione per Giovanni Verga, ma anche di poesia del Novecento (Eugenio Montale e Franco Fortini), e delle questioni epistemologiche e retoriche legate al problema dell'allegoria. La sua scrittura si contraddistingue per l'estrema chiarezza e concisione formale, unita alla precisione degli sfondi storici e all'evidenza delle posizioni critiche.

Da sempre impegnato per un miglior raccordo fra università e scuola, è coautore del libro di testo La scrittura e l'interpretazione. Storia e antologia della letteratura italiana nel quadro della civiltà europea, uscito per la prima volta nel 1996 e oggi in uso in circa un quarto delle classi di letteratura dei licei. È presente in diverse edizioni pensate per diversi tipi di ordinamento scolastico: l'edizione blu, la più ampia e dettagliata dal punto di vista storico, critico e antologico, è perlopiù indirizzata agli studenti universitari; l'edizione rossa, nata da un'accurata riduzione di quella blu, è stata studiata per i licei. Vi sono poi l'edizione arancione (che si concentra maggiormente sulla letteratura europea e sulla scrittura femminile), l'edizione gialla (modulare), l'edizione azzurra (per il biennio post-qualifica degli istituti professionali) e l'edizione verde. L'editore Palumbo ha inoltre pubblicato la "Nuova Edizione Rossa", caratterizzata da un ammodernamento dell'intero corso.

Il 2013 ha visto l'uscita del nuovo manuale "La letteratura e noi", curato da Luperini, Cataldi e da nuovi coautori, rispetto a quelli de La scrittura e l'interpretazione.

Operemodifica | modifica sorgente

  • Tre tesi sul Verga, Firenze, La Nuova Italia, 1968
  • Pessimismo e verismo in Giovanni Verga, Padova, Liviana, 1968
  • Il PCI e il movimento studentesco, Milano, Jaca Book, 1969
  • Marxismo e letteratura, Bari, De Donato, 1971
  • Letteratura e ideologia nel primo Novecento italiano. Saggi e note sulla "Voce" e sui vociani, Pisa, Pacini, 1973
  • Interpretazione di Verga, Roma, Savelli, 1975
  • Gli esordi del Novecento e l'esperienza della "Voce", Bari, Laterza, 1976
  • Verga e le strutture narrative del realismo. Saggio su "Rosso Malpelo", Padova, Liviana, 1976
  • Gramsci, la critica Neogiolittiana e gli intellettuali del primo novecento, Firenze, Olschki, 1977
  • Scipio Slataper, Firenze, La nuova Italia, 1977
  • Neorealismo, Neodecadentismo, avanguardie (con Eduardo Melfi), Bari, Laterza, 1981
  • Il Novecento. Apparati ideologici, ceto intellettuale, sistemi formali nella letteratura italiana contemporanea, Torino, Loescher, 1981
  • La lotta mentale. Per un profilo di Franco Fortini, Roma, Editori riuniti, 1986
  • Storia di Montale, Roma-Bari, Laterza, 1986
  • Simbolo e costruzione allegorica in Verga, Bologna, Il mulino, 1989
  • L'allegoria del moderno. Saggi sull'allegorismo come forma artistica del moderno e come metodo di conoscenza, Roma, Editori riuniti, 1990
  • Il novecento, Torino, Loescher, 1991
  • Introduzione a Pirandello, Bari, Laterza, 1992
  • Federigo Tozzi. Frammentazione espressionistica e ricostruzione romanzesca, Modena, Mucchi, 1993
  • Federigo Tozzi. Le immagini, le idee, le opere, Roma-Bari, Laterza, 1995
  • Il professore come intellettuale. La riforma della scuola e l'insegnamento della letteratura, Lecce, Manni, 1998
  • Controtempo. Critica e letteratura fra moderno e postmoderno: proposte, polemiche e bilanci di fine secolo, Napoli, Liguori, 1999
  • Il dialogo e il conflitto. Per un'ermeneutica materialistica, Roma-Bari, Laterza, 1999
  • Insegnare la letteratura oggi, Lecce, Manni, 2000
  • Breviario di critica, Napoli, Guida, 2002
  • I salici sono piante acquatiche, Lecce, Manni, 2002
  • La fine del postmoderno, Napoli, Guida, 2005
  • Verga moderno, Roma-Bari, Laterza, 2005
  • L'autocoscienza del moderno, Napoli, Liguori, 2006
  • Il futuro di Fortini, Lecce, Manni, 2007
  • L'incontro e il caso. Narrazioni moderne e destino dell'uomo occidentale, Roma-Bari, Laterza, 2007
  • L'età estrema, Palermo, Sellerio, 2008
  • L'uso della vita. 1968, romanzo, coll. Narratori delle riserve, Transeuropa, 2013 ISBN 978-88-758-0202-8

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License