STOVL

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

STOVL è l'acronimo inglese di Short Take Off and Vertical Landing, letteralmente "decollo corto ed atterraggio verticale".

Questa è una capacità di alcuni tipi di aeroplani e permette il decollo da piste molto corte e l'atterraggio verticale, ad esempio in parcheggi o spazi poco preparati, evitando così la costruzione di costose infrastrutture per permettere l'atterraggio convenzionale. Questa caratteristica è molto utile per gli aerei imbarcati a bordo delle portaerei perché possono decollare da ponti di volo sky-jump invece che usare il sistema di catapulte, presente di solito nelle navi americane. Gli aerei STOVL possono portare un carico maggiore rispetto agli aerei VTOL (Vertical Take-Off Landing), ma di contro hanno bisogno di una pista, seppur piccola.

Il più famoso aereo con questa capacità è lHarrier, che tecnicamente è un VTOL, ma operativamente è un STOVL, visto che può portare più carico se decolla convenzionalmente. Lo stesso discorso vale per il futuro F-35 Joint Strike Fighter, che nei test di volo ha dimostrato di essere un VTOL ma verrà usato soprattutto come STOVL.

Alcuni aerei con questa capacità sono:

A parte lo Yak-38 e l'Harrier, nessuno di questi aerei è mai stato usato operativamente. L'entrata in servizio per l'F-35 è prevista per il 2014.

aviazione Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aviazione







Creative Commons License