Salvatore Fresi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Salvatore Fresi
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 182 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Ritirato 2006
Carriera
Giovanili
1990-1991
1991-1993
Fiorentina Fiorentina
Foggia Foggia
Squadre di club1
1993-1995 Salernitana Salernitana 64 (2)
1995-1998 Inter Inter 78 (1)
1998-1999 Salernitana Salernitana 27 (3)
1999-2000 Inter Inter 9 (0)
2000-2001 Napoli Napoli 23 (1)
2001-2002 Bologna Bologna 25 (8)
2002-2004 Juventus Juventus 9 (1)
2004 Perugia Perugia 11 (2)
2004-2005 Catania Catania 6 (0)
2005 Salernitana Salernitana 6 (0)
2005-2006 Battipagliese Battipagliese 16 (5)
Nazionale
1994-1996
1996
1997-1998
Italia Italia U-21
Italia Italia Olimpica
Italia Italia
17 (1)
3 (0)
0 (0)
Palmarès
 Europei di calcio Under-21
Oro Spagna 1996
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Salvatore Fresi (La Maddalena, 18 gennaio 1973) è un ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Dopo esperienze giovanili a Firenze[1] e Foggia, disputò il primo campionato professionistico con la Salernitana nella stagione 1993-1994, conquistando la promozione in Serie B. Al termine della stagione fu convocato in Nazionale Under-21 di cui divenne poi capitano.senza fonte

Dopo un campionato di Serie B in cui la squadra granata arrivò quinta a 5 punti dalla promozione (1994-1995), venne acquistato dall'Inter per 7 miliardi di lire,[2] squadra con cui giocò fino al 1998. Partecipò ai Giochi olimpici di Atlanta nel 1996 e vinse la Coppa UEFA nel 1998.

Nel 1998-1999 tornò in prestito a Salerno e subì la retrocessione in Serie B. Poi giocò poche partite con l'Inter. Vestì quindi le maglie di Napoli e Bologna (con cui tornò a giocare con regolarità e realizzò 8 gol in 25 presenze). Fu poi ingaggiato dalla Juventus, che lo utilizzò come riserva; vinse lo scudetto 2002-2003 e una Supercoppa italiana.

Vestì ancora, da riserva, le maglie di Perugia, Catania e ancora Salernitana, che seguì anche in C1 dopo il fallimento. Quindi passò alla Battipagliese, in Eccellenza, l'ultima stagione della sua carriera. Poco dopo aver concluso la carriera, scelse di tornare a giocare a calcio entrando nel Paolo Masullo, squadra di seconda categoria della provincia di Salerno.

Attualmente pratica golf a livello personale ed amatoriale[3]

Nazionalemodifica | modifica sorgente

Conta 6 convocazioni in Nazionale, ma senza mai esordire, avvenute tutte nel periodo in cui militava tra le file dell'Inter, l'ultima delle quali nel 1999 ad opera del CT Dino Zoff.

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Competizioni nazionalimodifica | modifica sorgente

Juventus: 2002-03
Juventus: 2002

Competizioni internazionalimodifica | modifica sorgente

Inter: 1997-98

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Storico Squadra - legaseriea.it
  2. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 12 (1995-1996), Panini, 23 luglio 2012, p. 10.
  3. ^ Marco Rizzo, LA RINASCITA DI FRESI: DAL VERDE DEL CAMPO AL GREEN VERO E PROPRIO, fcinter1908.it, 13 settembre 2013. URL consultato il 13-09-2013.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License