Senad Lulić

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Senad Lulić
Dati biografici
Nazionalità Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
Altezza 183 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista, difensore
Squadra Lazio Lazio
Carriera
Squadre di club1
2003-2006 Coira Coira 24 (0)
2006-2008 Bellinzona Bellinzona 63 (13)
2008-2010 Grasshoppers Grasshoppers 41 (6)
2010-2011 Young Boys Young Boys 31 (6)
2011- Lazio Lazio 87 (11)
Nazionale
2008- Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 33 (1)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 aprile 2014

Senad Lulić (Mostar, 18 gennaio 1986) è un calciatore bosniaco con passaporto svizzero, centrocampista e, occasionalmente, difensore della Lazio e della Nazionale bosniaca.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Nato a Mostar, all'epoca in territorio jugoslavo, ha trascorso gran parte della sua infanzia a Jablanica, cittadina situata in Bosnia ed Erzegovina.[1]

Caratteristiche tecnichemodifica | modifica sorgente

Giocatore di fascia dotato di gran corsa, può ricoprire diversi ruoli tra la difesa ed il centrocampo. Predilige giocare sulla fascia sinistra pur essendo un destro naturale. Le sue specialità sono la corsa e la resistenza, oltre alla duttilità tattica, mettendosi sempre al servizio della squadra.[2]

Carrieramodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Gli anni passati in Svizzeramodifica | modifica sorgente

Lulić ha iniziato la sua carriera da calciatore professionista in Svizzera, nella squadra del Coira, con la quale debutta in Prima Lega nella stagione 2003-2004.

Nell'estate del 2006 si trasferisce al Bellinzona, dove debutta nell'annata 2006-2007 nel campionato di Challenge League. La stagione successiva risulta essere la più prolifica della sua seppur breve carriera: difatti, al termine del torneo 2007-2008, il terzino bosniaco totalizza 33 partite e 10 gol realizzati, contribuendo alla promozione del club bellinzonese in Super League.

Nell'estate del 2008 viene acquistato dal Grasshoppers,[3] con il quale gioca per due stagioni prima di passare il 17 maggio 2010 allo Young Boys, formazione con la quale debutta anche in Champions League prima ed Europa League dopo.

L'approdo alla Laziomodifica | modifica sorgente

Il 16 giugno 2011 viene ufficialmente acquistato dalla società italiana della Lazio per 3 milioni di euro. Il 18 agosto 2011 esordisce entrando nel corso di Lazio-Rabotnicki (vinta dai padroni di casa per 6-0), partita valida per l'Europa League. Il 9 settembre 2011 fa il suo debutto in Serie A entrando nel secondo tempo della partita Milan-Lazio (2-2) al posto del compagno Stefano Mauri. Il 23 ottobre 2011 sigla il suo primo goal con la maglia biancoceleste contro il Bologna nella partita fuori casa terminata 2-0 per la Lazio.[4] Due settimane più tardi il jolly bosniaco si ripete andando a segno nel 3-0 delle Aquile rifilato in casa del Cagliari. Il 18 dicembre 2011 segna il suo primo gol all'Olimpico, siglando il momentaneo 1-1 nella gara interna pareggiata con l'Udinese per 2-2.

Il 24 febbraio 2013 durante la vittoria casalinga contro il Pescara, segna il 2-0 finale con un tiro dalla distanza, primo gol nella sua seconda stagione con la maglia biancoceleste. Il 26 maggio 2013 segna il gol decisivo al minuto 71 nella finale di Coppa Italia contro la Roma.[5]

Il 18 agosto 2013 perde la Supercoppa italiana 2013 contro la Juventus per 4-0.[6]

Nazionalemodifica | modifica sorgente

Debutta con la Nazionale bosniaca il 1º giugno 2008 in occasione dell'amichevole contro l'Azerbaigian, Senad subentra al minuto 56 al compagno di squadra Jusuf Dajić e la partita viene vinta 1-0 grazie al gol di Stevo Nikolić al minuto 72.[7] Il 7 giugno 2013 segna il suo primo gol con la maglia della Nazionale, mette a segno il gol che apre le marcature nella partita, valida per la qualificazione al Campionato mondiale di calcio 2014, contro la Lettonia, la partita viene vinta 5-0.[8]

Statistichemodifica | modifica sorgente

Presenze e reti nei clubmodifica | modifica sorgente

Statistiche aggiornate al 19 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe internazionali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2003-2004 Svizzera Coira PL 22 0 - - - - - - - - - 22 0
2004-2005 PL 2 0 - - - - - - - - - 2 0
2005-2006 PL 0 0 - - - - - - - - - 0 0
Totale Coira 24 0 - - - - - - 24 0
2006-2007 Svizzera Bellinzona CL 30 3 CS 2 0 - - - - - - 32 3
2007-2008 CL 33 10 CS 5 1 - - - - - - 38 11
Totale Bellinzona 63 13 7 1 - - - - 70 14
2008-2009 Svizzera Grasshoppers SL 26 3 CS 4 2 I+CU 4+2 2+0 - - - 36 7
2009-2010 SL 15 3 CS 2 0 - - - - - 17 3
Totale Grasshoppers 41 6 6 2 6 2 - - 53 10
2010-2011 Svizzera Young Boys SL 31 6 CS 2 0 UCL+UEL 4+7 1+2 - - - 44 9
2011-2012 Italia Lazio A 27 4 CI 2 0 UEL 9 0 - - - 38 4
2012-2013 A 33 1 CI 5 1 UEL 12 1 - - - 50 3
2013-2014 A 27 6 CI 1 0 UEL 5 0 SI 1 0 34 6
Totale Lazio 87 11 8 1 26 1 1 0 122 13
Totale carriera 246 36 23 4 43 6 1 0 313 46

Cronologia di presenze e reti in Nazionalemodifica | modifica sorgente

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Lazio: 2012-2013

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Lulic torna alle origini: "Sono maturato molto, a Jablanica mi allenava il padre di...", lalaziosiamonoi.it, 15 dicembre 2012. URL consultato il 6 aprile 2014.
  2. ^ Fantacalcio Lazio, scopriamo Senad Lulic: nuovo esterno della Lazio, fantamania.blogosfere.it, 17 giugno 2011. URL consultato il 6 aprile 2014.
  3. ^ Ufficiale: Grasshoppers, preso Lulic, tuttomercatoweb.com, 27 maggio 2008. URL consultato il 6 aprile 2014.
  4. ^ Il difensore della Lazio, autore del gol del 2-0, esalta la prestazione dei biancocelesti. Fastweb.it
  5. ^ Coppa Italia, Roma-Lazio 0-1: Lulic regala il sesto trofeo ai biancocelesti in La Repubblica, 26 maggio 2013. URL consultato il 30 dicembre 2013.
  6. ^ Juventus 4 - 0 Lazio soccerway.com
  7. ^ Bosnia-Herzegovina 1 - Azerbaijan 0 worldfootball.net
  8. ^ Lettonia 0 - Bosnia-Erzegovina 5 soccerway.com

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License