Serafino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Serafino (disambigua).
Un Serafino dipinto da Vrubel' nel 1905)

Nel cristianesimo medievale il Serafino è una delle nature angeliche, o spiriti celesti. Normalmente in gruppo, i Serafini si situano nella prima gerarchia angelica e in quanto tali sono nominati da Dante nel Canto XXVIII (v. 99) del Paradiso: vengono appellati "fuochi pii" perché il nome deriva da un termine ebraico che significa "ardente".

I Serafini nel Libro di Isaiamodifica | modifica sorgente

Un Serafino in una rappresentazione medievale

Nel Libro di Isaia (6:1-3) si fa cenno alla visione del profeta Isaia di un serafino:

«Vidi il Signore seduto su di un trono, ed il suo seguito riempiva l'Hekhal. Sotto di lui stavano i serafini, ognuno con sei ali, e due di queste ricoprivano il loro viso e due i loro piedi, mentre con le ultime due volavano».

Nella visione del profeta i serafini proclamano di continuo: «Santo, Santo, Santo è il Signore degli eserciti. Tutta la terra è piena della sua gloria».

Questa è la sola occasione nella quale occorre il termine seraphim nella Bibbia ebraica.

Membri dei Serafinimodifica | modifica sorgente

Nomi di Serafini conosciuti o ipotizzati[1]:

Araldicamodifica | modifica sorgente

Dio accompagnato da due serafini. Dal libro Petites Heures de Jean de Berry
Serafini accanto a Maria in trono. Da un dipinto di Viktor Vasnetsov, 1901

Serafino è un termine utilizzato in araldica per indicare una testa di puttino, in maestà contornata da sei ali.[2]

Nell'araldica francese sono presenti, abitualmente, solo quattro ali.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ ViviamoInPositivo - Angeli
  2. ^ Dal "Vocabolario araldico ufficiale", a cura di Antonio Manno – edito a Roma nel 1907.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente

araldica Portale Araldica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di araldica







Creative Commons License