Sergej Semenovič Urusov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sergej Semenovič Urusov

Sergej Semenovič Urusov (in russo: Сергей Семёнович Урусов[?]; 3 agosto 182720 novembre 1897) è stato uno scacchista russo.

Proveniente da una famiglia nobile, aveva il titolo di principe e fu un ufficiale dell'esercito zarista. Prima della guerra di Crimea (1854-55) disputò due match contro Ilya Shumov (vincendo +7 -3 =3 e +12 -9) e uno contro Alexander Petrov (che perse +1 -3).

Durante la difesa di Sebastopoli conobbe il famoso scrittore Lev Tolstoj, col quale mantenne una lunga amicizia.

Al termine della guerra di Crimea lasciò l'esercito per dedicarsi completamente agli scacchi. Come era uso all'epoca (non si organizzavano ancora veri e propri tornei) giocò diversi match coi più forti giocatori del suo tempo. Perse ancora contro Petrov (+7 -13 =1), ma venne considerato da allora il più forte giocatore russo dopo Petrov. Nel 1862 pareggiò un breve match contro l'austriaco Ignatz von Kolisch (2-2) e nel 1866 sconfisse il prussiano Philipp Hirschfeld a Mosca (+2 -1 =2).

Nel 1878 si ritirò dagli scacchi, lasciando la sua preziosa collezione di libri di scacchi al figlio di Tolstoj, Ilya.

Prende il suo nome il gambetto Urusov, una variante della partita d'alfiere:

1. e4 e5 2. Ac4 Cf6 3. d4 exd4 4. Cf3

Anche suo fratello Dmitrij (1829-1903) fu un giocatore di scacchi molto forte.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License