Sistema di forze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un sistema di forze è l'insieme di tutte le forze che agiscono simultaneamente su un corpo.

Se il corpo in questione è un oggetto considerato puntiforme le forze si compongono tra loro seguendo la regola del parallelogrammo. Casi tipici sono per esempio le forze elettromagnetiche agenti fra sistemi di particelle elementari elettricamente cariche.

Quando invece dall'astrazione puntiforme si passa ad oggetti estesi reali, bisogna considerare anche forze che agiscono in funzione del suo volume, della sua superficie e internamente fra i costituenti elementari del corpo (forze tra i vari atomi e molecole, vedi Forza di van der Waals).

Forze di volumemodifica | modifica sorgente

Si tratta di forze che sono funzione esclusiva del volume se stiamo parlando di una geometria priva di massa o di una massa se parliamo di un corpo fisico.

Forze di superficiemodifica | modifica sorgente

Sono forze che si generano lungo la frontiera del corpo, quindi lungo la superficie esterna dello stesso, queste sono forze che per lo più sono dovute al contatto di più corpi, contatti che generano forze più o meno distribuite lungo la frontiera, oppure con il contatto con un fluido il quale genera una forza continua e perfettamente distribuita sulla superficie.

Forze internemodifica | modifica sorgente

Forze che agiscono all' interno del corpo, se noi ipotizzassimo di tagliare il corpo con un piano, lungo la sezione di taglio agiscono delle forze, queste sorgono dal contatto tra le due sezioni di taglio. Queste ultime sono molto importanti per gli studi ingegneristici dei corpi, vedi tensore degli sforzi. Infatti su queste sono basati i criteri di resistenza dei materiali come il criterio di Tresca o di von Mises.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Meccanica Portale Meccanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Meccanica







Creative Commons License