Spaventapasseri (DC Comics)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Spaventapasseri
Lo Spaventapasseri nella seconda serie animata.
Lo Spaventapasseri nella seconda serie animata.
Nome orig. Scarecrow
Lingua orig. Inglese
Alter ego

Jonathan Crane

Autori
Editore DC Comics
1ª app. autunno 1941
1ª app. in World's Finest Comics n. 3
app. it. 1944
Interpretato da Cillian Murphy (nella trilogia del cavaliere oscuro)
Voci orig.
Voci italiane
Sesso Maschio
Abilità
  • Formidabile psichiatra, specializzato nella paura e in ogni forma di fobia
  • Genio della chimica, inventore della "tossina della paura"
  • Utilizzo di armi chimiche e neurotossine
  • Capacità nell'instillare paura nelle persone
  • Ottimo combattente, inventore di una sua personale arte marziale
  • Eccezionale velocita ed agilità

Lo Spaventapasseri (o Spauracchio, in originale Scarecrow), il cui vero nome è Jonathan Crane, è un personaggio dei fumetti creato da Bill Finger e Bob Kane nel 1941, pubblicato dalla DC Comics.

È un supercriminale avversario di Batman, apparso per la prima volta sul numero 3 di World's Finest Comics (autunno 1941).[1] In quegli anni il personaggio fece solo un'altra comparsa e fu ripreso nella continuity di Batman solo negli anni settanta.[2]

Si è classificato al 58º posto nella classifica dei più grandi cattivi nella storia dei fumetti secondo IGN[3].

Altri mediamodifica | modifica sorgente

Il personaggio compare nella serie animata Batman (serie animata), doppiata in italiano da Ivo De Palma e nella seconda serie (Batman - Cavaliere della notte) con la voce di Aldo Stella. Nell'edizione italiana di entrambe le serie è chiamato Spauracchio.

Cinemamodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Batman Begins, Batman - Il cavaliere di Gotham, Il cavaliere oscuro e Il cavaliere oscuro - Il ritorno.

Lo Spaventapasseri doveva essere uno degli antagonisti di Batman Triumphant, film poi cancellato a causa del flop di Batman & Robin[4]. Jeff Goldblum, Steve Buscemi, Christopher Lloyd e Nicolas Cage erano in lizza per interpretare il personaggio[5]. Nella pellicola, lo Spaventapasseri si alleava con Harley Quinn (che doveva essere interpretata da Madonna[4]) per far risorgere il Joker (interpretato da Jack Nicholson in Batman[6]).

Lo Spaventapasseri è apparso al cinema per la prima volta in Batman Begins (2005) di Christopher Nolan, interpretato da Cillian Murphy con la voce italiana di Simone D'Andrea. Murphy ha voluto evitare il look alla Worzel Gummidge per il look del suo Spaventapasseri preferendo un abbigliamento più semplice per donare più realismo al personaggio.[6] In questo film, Crane è uno psichiatra dell'Arkham Asylum che "cura" i suoi pazienti spaventandoli. Per farlo indossa una maschera orribile e usa un gas che provoca loro delle allucinazioni. Inoltre è un complice di Ra's al Ghul e viene catturato da Batman dopo una lunga battaglia. Tuttavia, verso la fine del film, riesce ad evadere grazie all'intervento della Setta delle Ombre.

Nel DVD Il cavaliere di Gotham (che copre l'arco temporale tra Batman Begins e il successivo Il cavaliere oscuro), Crane riappare brevemente nell'episodio "Il mostro delle tenebre". Qui si trova nelle fogne di Gotham ed è a capo di un gruppo di fuggiaschi. Inoltre si scopre che ha usato Killer Croc per i suoi esperimenti.

Il personaggio ricompare, ma soltanto in una breve sequenza, nel sequel di Batman Begins, Il cavaliere oscuro (2008). In questa breve apparizione tenta di negoziare i suoi allucinogeni con dei mafiosi che si sentono imbrogliati perché fanno impazzire i loro clienti abituali, ma viene in seguito intercettato da Batman che lo cattura con facilità.

Lo Spaventapasseri ha una parte anche ne Il cavaliere oscuro - Il ritorno (2012), diventando così l'unico villain ad essere apparso in tutti e tre i capitoli della saga diretta da Christopher Nolan[7]. In quest'ultimo film, Crane viene liberato da Bane e, dopo che i criminali prendono il potere di Gotham, egli gestisce la "corte", dove condanna crudelmente a morte i borghesi e i poliziotti della città senza alcuna accusa.

Videogiochimodifica | modifica sorgente

Lo Spaventapasseri appare nei seguenti videogiochi:

Nel videogioco Batman: Arkham Asylum, alcune caratteristiche dello Spaventapasseri rimandano alla figura di Freddy Krueger, l'assassino della saga di Nightmare: Crane, infatti, in riferimento al guanto artigliato di Freddy, ha un guanto sulla mano destra con quattro siringhe piene della sua droga psicotropa; inoltre, quando Batman viene "trasportato", a causa dell'allucinogeno, in un'altra dimensione dove deve sconfiggere lo Spaventapasseri senza farsi vedere, è un riferimento alla dimensione onirica in cui Freddy uccide le sue vittime.

Nel videogioco Batman: Arkham City non compare, ma viene citato in alcuni cameo. Durante il Protocollo 10, si vedono alcuni detenuti (probabilmente i suoi scagnozzi) che indossano varie sacche e maschere somiglianti alla maschera dello Spaventapasseri, e, sul ponte che collega Amusement Mile alla Zona Industriale, si può vedere la proprio la sua maschera adagiata in mezzo a un mucchio di paglia. Il suo laboratorio può essere rinvenuto in una delle barche della famiglia mafiosa Falcone, nella quale si trovano vari insetti e un detenuto che morirà subito dopo per lo shock subito a causa del gas; sempre nello stesso luogo, si può trovare una fattura commerciale che rivela che una spedizione della droga psicotropa è in arrivo a Gotham.

Nel trailer di Batman: Arkham Knight, la sua voce in sottofondo ordina agli abitanti di Gotham di evacuare la città, altrimenti scatenerà le loro peggiori paure.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Mike's Amazing World of DC Comics: Scarecrow of Earth-2. Retrieved July 31, 2008.
  2. ^ Mike's Amazing World of DC Comics: "Fright of the Scarecrow," Batman #189 (Feb 1967). 31 luglio, 2008.
  3. ^ Scarecrow is number 58 IGN. Retrieved 10-05-09.
  4. ^ a b (EN) Brian Linder, In giro per Gotham, IGN, 27-07-2000. URL consultato il 13 novembre 2006.
  5. ^ (EN) Commenti su Batman Triumphant, Cinematter, 21-04-1999. URL consultato il 20 giugno 2008.
  6. ^ a b (EN) Adam Smith, The Scarecrow, Empire, luglio 2005, p. 77.
  7. ^ (EN) Richard Corliss, 'The Dark Knight Rises' Review: Best Superhero Movie Yet, Time, 16 luglio 2012.
DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics







Creative Commons License