Stan Winston

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Statuetta dell'Oscar Oscar ai migliori effetti speciali 1987
Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior trucco 1992
Statuetta dell'Oscar Oscar ai migliori effetti speciali 1992
Statuetta dell'Oscar Oscar ai migliori effetti speciali 1994

Stan Winston (Arlington, 7 aprile 1946Malibù, 15 giugno 2008) è stato un truccatore e artista degli effetti speciali statunitense.

È stato un pluripremiato creatore di famosi personaggi, mostri e creature cinematografiche con la tecnica dell'animatronica (robot che riproducono i personaggi), con il trucco prostetico.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Stan Winston, nasce il 7 aprile del 1946 ad Arlington, Virginia, dove si è diplomato nel 1964 presso la Washington-Lee High School. Studia pittura e scultura presso l'Università della Virginia a Charlottesville dove si laurea nel 1968. Si trasferisce a Hollywood, per intraprendere la carriera di attore comico. Non avendo successo inizia come apprendista truccatore per la Walt Disney[1].

Anni '70modifica | modifica sorgente

Nel 1962, Winston crea la propria compagnia chiamandola Stan Winston Studio con la quale vince un premio Emmy per il film TV Gargoyles. Negli anni successivi, dopo molte nomination, riceve un altro premio Emmy, per un altro film TV, The Autobiography of Miss Jane Pittman.

Anni '80modifica | modifica sorgente

Nel 1982 riceve la sua prima nomination per il premio Oscar per il film Heartbeeps, ma la notorietà arriva grazie al lavoro effettuato con Rob Bottin per il film La cosa diretto da John Carpenter. Nel 1983 Winston progetta la maschera facciale Mr. Roboto per il video dell'omonima canzone del gruppo rock Americano Styx[2]. Realizza le trasformazioni del telefilm Manimal (il protagonista assume sembienze di animali), ma il costo degli effetti speciali persuaderà i produttori a interrompere la serie dopo solo 8 episodi! La fama di Winston, cresce ulteriormente dopo l'uscita del film di James Cameron, Terminator. Il film fu un successo inaspettato, grazie anche agli effetti creati da Winston che hanno dato vita al robot Terminator. In seguito a questo successo Winston inizia una proficua collaborazione con Cameron che lo porta a vincere il suo primo Oscar ai migliori effetti speciali nel 1986 per il film Aliens - Scontro finale, grazie anche alla Regina Aliena, una creatura alta più di 4 metri che richiedeva da 14 a 16 persone per animarla[3]. Negli anni seguenti Winston e la sua Compagnia, hanno ricevuto numerosi riconoscimenti per il loro lavoro su molti blockbuster. Nel 1987 John McTiernan gli affida la creazione del cacciatore alieno in Predator.

Anni '90 e successivimodifica | modifica sorgente

Nel 1990, James Cameron ingaggiò di nuovo Winston per Terminator 2 - Il giorno del giudizio. Il film debuttò nel 1991 e valse a Winston 2 premi Oscar, quello per il miglio trucco e quello per i migliori effetti speciali. Nel 1992 riceve un'altra nomination per il lavoro effettuato nel film Batman - Il ritorno, su Danny DeVito nella parte del Pinguino e su Michelle Pfeiffer nel ruolo di Catwoman. Nel 1993, Winston passa da super cattivi e cyborg ai dinosauri, lavorando con Steven Spielberg nel film Jurassic Park. Per questo lavoro riceve un altro premio Oscar ai migliori effetti speciali. Sempre nello stesso anno Winston, Cameron e Scott Ross fondano la Digital Domain, uno dei più famosi studios per gli effetti visivi. Nel 1998, dopo il successo di Titanic, Cameron e Winston si dimettono dal consiglio d'amministrazione dell'azienda a causa delle diverse opinioni su come doveva essere gestita la società[4].

Winston e la sua squadra, continuano a fornire il loro lavoro per molti altri film, ampliando il loro lavoro con gli animatronics. Un notevole esempio di questo lavoro lo si trova nel film A.I. - Intelligenza artificiale, che valse a Winston un'altra nomination per l'Oscar ai migliori effetti speciali. Nel 1996, Winston dirige e co-produce il più lungo e costoso video musicale di tutti i tempi: Michael Jackson's Ghosts, basato su un concetto originale di Michael Jackson e Stephen King.

Nel 2001 Winston produce, insieme a Colleen Camp e a Samuel Z. Arkoff una serie di 5 film TV chiamati Creatures Feature. I titoli dei film prendono spunto da film di mostri degli anni cinquanta, pur avendo una trama completamente diversa[5]. Nel 2003 Winston viene invitato dal Smithsonian Institution per parlare della sua vita e della sua carriera. La presentazione ha avuto luogo il 15 novembre 2003[6]. Successivamente lavora su Terminator 3 - Le macchine ribelli. A lui è stato dedicato l'ultimo film della saga di Terminator, Terminator Salvation, uscito nel 2009, a cui stava lavorando al momento della sua morte. Fa anche consulenze per la creazione dell'armatura di Iron Man nell'omonimo film uscito nel 2008 poco dopo la sua scomparsa, e per i mezzi e le armi di G.I. Joe: la nascita di Cobra del 2009.

Mortemodifica | modifica sorgente

Affetto da tempo di mieloma multiplo, Stan Winston muore improvvisamente il 15 giugno 2008 nella sua casa a Malibù, California all'età di 62 anni[7]. Era sposato con due figli, uno dei quali, Matt Winston è diventato attore, probabilmente più conosciuto per il suo ruolo come Crewman Daniels in Star Trek: Enterprise

Filmografiamodifica | modifica sorgente

Effetti specialimodifica | modifica sorgente

Produttoremodifica | modifica sorgente

Registamodifica | modifica sorgente

Truccatoremodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Stan Winston su Movieplayer.it. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  2. ^ Center For Roboto Research And Preservation. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  3. ^ Bring on the Gore: Top Ten Practical Effects in Horror!. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  4. ^ Michael Bay buys Digital Domain. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  5. ^ Archive Interview: Stan Winston’s Creature Features. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  6. ^ Podcast dell'intervento. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  7. ^ Effects master Stan Winston dies. URL consultato il 12 febbraio 2012.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 37113987 LCCN: no97047009








Creative Commons License