Star Wars Episodio III: La vendetta dei Sith (videogioco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Star Wars Episodio III: La vendetta dei Sith
Sviluppo The Collective
Pubblicazione LucasArts
Data di pubblicazione 5 maggio 2005
Genere Azione
Tema Guerre stellari
Modalità di gioco Singolo giocatore, Multiplayer
Piattaforma PlayStation 2, Xbox, Game Boy Advance, Nintendo DS

Star Wars Episode III: Revenge of the Sith è un videogioco del 2005 ispirato all'universo di Guerre stellari e principalmente all'Episodio III della serie cinematografica, da cui trae il nome. Si incentra su Obi-Wan Kenobi e Anakin Skywalker durante la fine delle Guerre dei Cloni. Ci sono 17 livelli, insieme a oltre 12 minuti di pezzi di filmati prelevati dai film.

Storiamodifica | modifica sorgente

Il gioco segue la trama del film, incorporando pezzi di filmati dal film e fondendoli bene con l'atmosfera del gioco. Sono comprese le parti riguardanti gli eventi su Anakin Skywalker oppure Obi-Wan Kenobi, con differenze radicali tra i due. Come Obi-Wan, il gioco è molto centrato sulla distruzione del generale Grievous, mentre i livelli di Anakin si centrano sulla sua conversione al Lato Oscuro e sullo sterminio dell'ordine Jedi, includendo l'attacco al Tempio Jedi in cui Anakin affronta Cin Drallig. Le versioni per Game Boy Advance e Nintendo DS sono molto simili alla versione per console, a parte la modalità di scorrimento di queste due piattaforme.

Differenze tra il film e il giocomodifica | modifica sorgente

La maggior parte delle differenze riguardano le morti dei personaggi. Per esempio, Dooku viene ucciso quando Anakin lo colpisce al petto. Grievous viene ucciso da Obi-Wan che lo colpisce nel petto, e la sua armatura va in cortocircuito. Mace Windu duella contro Anakin, e perde. Viene colpito al petto e calciato fuori dalla finestra.

Livello bonusmodifica | modifica sorgente

In aggiunta ai livelli della storia, ci sono livelli bonus e personaggi in più che il giocatore può sbloccare, come Yoda, Grievous, un IG-100 MagnaGuard e Dart Fener. Un livello bonus prevede l'incontro tra Dart Fener e il vecchio Kenobi come visto nell'Episodio IV.

Curiositàmodifica | modifica sorgente

  • Alcune scene del gioco dovevano essere presenti nel film, e invece sono state messe nel gioco.
  • Anche se alcuni nemici non sono nel film, altri sono fuori posto.
  • Il gioco non fa menzione di Padmé Amidala eccetto una frase di dialogo durante il duello su Mustafar.
  • Anakin Skywalker può usare i Fulmini di Forza quando passa al Lato Oscuro.

Finale non canonicomodifica | modifica sorgente

La missione "Vendetta dei Sith" dà al giocatore l'opportunità di giocare come Anakin durante il duello su Mustafar, con l'obiettivo di sconfiggere Obi-Wan Kenobi. Il duello è uguale a quello canonico eccetto il finale, dove Anakin evita la lama di Obi-Wan durante il salto sulla spiaggia di lava e colpisce il suo Maestro, uccidendolo. Anakin quindi saluta il suo nuovo Signore, Palpatine, mentre si avvicina dopo essere sceso dal suo shuttle. Dopo aver ricevuto una nuova spada laser e sentito Palpatine dire "hai portato la pace nella nostra Galassia", Anakin uccide il Signore Oscuro e dichiara che la Galassia è nelle sue mani. I Clone Trooper gli puntano i Blaster contro, ma in breve si convincono di avere un nuovo padrone da servire. Non si sa se Sidious ha ucciso Yoda nella camera del Senato, oppure se sia sopravvissuto al duello. In questo caso, il saggio Jedi potrebbe essere un pericoloso ostacolo al piano di conquista della Galassia del giovane Prescelto.

Personaggi nel giocomodifica | modifica sorgente

Personaggi giocabilimodifica | modifica sorgente

Personaggi non giocabilimodifica | modifica sorgente

Voci dei personaggimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License