Stefano Giavazzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Stefano Giavazzi (Mantova, 16 luglio 1963) è un pianista italiano.

Ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio di Musica di Mantova diplomandosi con il massimo dei voti e la lode. Successivamente ha proseguito i suoi studi con il M° Rinaldo Rossi. Ha dimostrato subito interesse, oltre che al repertorio solistico, alla musica da camera strumentale e vocale.

Si è perfezionato con J. Micault, G. Sandor, J.Achucarro, B. Bloch, M. Damerini, S. Perticaroli, e con Norbert Brainin e il Trio di Trieste per la musica da camera.

Ha ottenuto numerosi premi in concorsi pianistici. Tra i tanti spiccano il 1º premio al Concorso Porrino di Cagliari, il 1º premio al Concorso Internazionale Dasinamov, il 2º premio al Concorso Rendano di Roma, il 3º premio al Concorso Internazionale AMA Calabria e il 3º premio al Concorso Martha del Vecchio di Genova.

Si è esibito per numerose associazioni musicali in Italia (Mantova, Pesaro, Vercelli, Cagliari, Roma, Bologna, Perugia, Savona, Genova, Ferrara, Milano, Verona, Palermo, Treviso) e all’estero (Spagna, Grecia, Germania, Francia, Polonia, Slovenia). Nel 2000 è stato invitato ad esibirsi per l’unica edizione italiana dell’ Europiano Congress.

Ha suonato con varie orchestre tra cui l’Orchestra da Camera di Mantova, l’Orchestra di Cagliari, la Filarmonica di Genova, l’Orchestra Costantin Silvestri di Bucarest, l’Orchestra Filarmonica di Oradea, gli Archi Italiani e l’Orchestra della Radio di Pilsen con la quale si è esibito alla Philharmonie di Monaco.

Ha effettuato registrazioni radiofoniche per Radio 3 e per la Radio Slovena.

Ha inciso il quintetto per pianoforte ed archi di Brahms, un CD con musiche inedite di Lucio Campiani, un CD per la Bottega Discantica registrato al Teatro Bibiena con il violinista Paolo Ghidoni, i Concerti n° 3 e n° 4 per pianoforte e orchestra di W. A. Mozart, le Quattro Stagioni di Astor Piazzola con l’Orchestra d’archi del Campiani. Ha di recente completato, per l’etichetta Wide Classique, l’incisione dell’opera completa per pianoforte e violino di L. van Beethoven (cofanetto di 4 CD) con il violinista Franco Mezzena.

Vanta collaborazioni cameristiche con artisti quali il Tartini Quartet, Bin Huang, Astor Piazzolla, Lorna Windors, Paolo Ghidoni, Giuseppe Ettorre, Rodolfo Bonucci, Gabriella Munari, Franco Mezzena.

Insegna presso il Conservatorio di Musica Lucio Campiani, ed è presidente dell’Associazione Amici del Conservatorio. Fin dalla sua fondazione nel 1995 è direttore artistico della Società della Musica di Mantova.

Onorificenzemodifica | modifica sorgente

Componente della Commissione consultiva per la musica del Ministero per i Beni e le Attività Culturali[1][2]- Roma 18 febbraio 2010

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Componente della Commissione consultiva per la musica del Ministero per i Beni e le Attività Culturali
  2. ^ Commissioni consultive dello Spettacolo dal vivo

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License